coxalgia

Coxalgia nei bambini: cause e rimedi

Coxalgia bambini

Si tratta di una patologia che colpisce un’articolazione situata tra il femore ed il bacino ed è nota come coxalgia. Il sintomo si manifesta come un dolore persistente all’anca e inguine che può irradiarsi anche a zone adiacenti. La sua comparsa nei bambini comporta una notevole preoccupazione nei genitori perché è probabile che il piccolo non appoggi la gamba a terra e zoppichi.

Coxalgia

La coxalgia è un sintomo della patologia dell’articolazione dell’anca che deve essere diagnosticata accuratamente, onde evitare che i sintomi peggiorino. L’intensità del dolore della coxoalgia è variabile. Nei casi di dolore acuto il bambino evita di mettere il peso sulla gamba dolente.

Vi è inoltre una perdita di movimento dell’anca che tende a rimanere flessa verso l’esterno ed in abduzione poiché tale posizione consente al bambino di alleviare il dolore. In alcuni casi la coxalgia può portare una febbre leggera.

Dolore all’anca

I dolori all’anca nei bambini rappresentano un disturbo piuttosto frequente soprattutto dopo un attacco febbrile, un raffreddore o anche in assenza di altra causa. È probabile infatti che il bambino si svegli una mattina con un dolore ad una gamba che interessa soprattutto la regione interna della coscia verso il ginocchio e che può manifestarsi anche con dolori al gluteo. In tali casi è importante focalizzare immediatamente l’attenzione sull’anca.

Sinovite

Una forma di coxalgia benigna è la sinovite reattiva. La quale è definita anche come “raffreddore dell’anca”. Il motivo per cui si verifica questa patologia non è del tutto chiarito, ma l’ipotesi più accreditata è che l’infiammazione della sinovia sarebbe una reazione locale ad una infezione virale che può essere contemporaneo alla coxalgia, ma anche antecedente o successivo.

Il decorso della patologia è rapido in genere in 7-10 giorni si risolve spontaneamente e solo qualche volta, nei casi in cui il dolore è più intenso, è necessario somministrare farmaci antiinfiammatori.

La sinovite reattiva non lascia alcuna conseguenza a livello dell’articolazione ma è necessario sapere che un episodio simile può ripetersi anche nelle settimane o nei mesi successivi, spesso in concomitanza di episodi febbrili come sindromi da raffreddamento o influenzali.

Dolore gamba destra

Quando il bambino lamenta dolore alla gamba destra, non possiamo escludere che si tratti di coxalgia. Sarà necessario valutare dove ha sede il dolore e se si espande anche all’inguine, al bacino,all’anca, oppure al ginocchio. Il bambino tenderà ad assumere posizioni che favoriscono il sovraccarico del peso sull’arto non dolente.

coxalgia bambini

Dolore alla gamba sinistra

Allo stesso modo il dolore alla gamba sinistra necessita di un esame accurato che possa prendere in considerazione eventuali problemi all’anca e ricondurlo ad un’infiammazione della stessa. Quest’ultima ricordiamo che può precedere seguire o anticipare una infezione virale. Quindi l’episodio infettivo può essere contemporaneo ma può essere antecedente o successivo anche di 15 giorni.

Dolore al muscolo della gamba sinistra

Escluso che il bambino abbia subito un trauma, il dolore al muscolo della gamba sinistra lo si può associare con elevate probabilità ad un’infiammazione all’anca. In tale caso non si deve trascurare il disturbo. Sottoporre il bambino ad una visita medica immediata è la scelta migliore.

Dolori alle anche

In presenza di dolore alle anche nei bambini bisogna innanzitutto porsi 3 domande fondamentali:

  1. in quali occasioni si presenta il dolore?
  2. dove è esattamente localizzata la sensazione di dolore?
  3. oltre al dolore il bambino ha difficoltà nel camminare?

Morbo di Perthes

Un’altra patologia che coinvolge l’anca meno frequente è la malattia di Legg-Calve’-Perthes o necrosi della testa del femore. La causa non si conosce. Si presenta nei soggetti di età compresa tra 3 e 12 anni (età media 8 anni) ed è 4-5 volte più frequente nei maschi.

L’esordio è lento fino a quando il bambino presenta una zoppia non dolorosa. I sintomi della patologia in questione si manifestano sotto forma di un fastidio o una saltuaria dolenzia riferita all’anca, alla coscia o al ginocchio nelle settimane precedenti la comparsa della zoppia.

La malattia di Perthes fortunatamente nella maggior parte dei casi ha prognosi positiva. Non compromette la mobilità articolare del bambino. Tuttavia è bene non sottovalutarla perché il morbo di Perthes potrebbe in alcuni casi comportare in modo permanente problemi all’anca.

Dolore interno coscia

Quando il bambino prova dolore all’interno coscia in maniera persistente si può sospettare un’infiammazione all’anca ovvero un’artrosinovite. Tuttavia c’è da considerare che i bambini spesso avvertono dolori alle gambe che non per forza sono riconducibili a questa patologia.

Si tratta frequentemente di dolori definiti “della crescita” che si manifestano attraverso indolenzimenti agli arti inferiori. Ed anche se a volte sono molto intensi non causano danni a lungo termine.


Leggi anche: Dolori di crescita del bambino, cause e rimedi


Per questa ragione è opportuno esaminare con chiarezza anche attraverso un parere esperto se l’origine del dolore possa o meno essere attribuito ad un problema che riguarda le anche.

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, adoro il mondo dei bimbi trascorro con loro la maggior parte del mio tempo facendogli da tata. Mi diletto a scrivere per Passione Mamma e ciò mi riempie di gioia e soddisfazione. Sogno di scrivere un libro dedicato al mondo delle donne in dolce attesa, perché ritengo sia davvero straordinario ciò che la natura ci ha donato. Email: f.fiore@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *