foto_corredino neonato

Corredino neonato ospedale maggio: cosa serve davvero

Corredino neonato ospedale maggio

La data della nascita del vostro bambino si avvicina e state pensando all’occorrente per il corredino? Siete indecise solo sugli indumenti da ospedale? O invece avete dubbi sui tipi di tessuti da usare a maggio? Per il corredino neonato ospedale di solito ogni struttura dà alla mamma una lista di indumenti che deve portare con se il giorno del parto. I giorni di degenza in ospedale sono di solito 3, quindi in media vengono chiesti almeno 3 o 4 cambi. Alcune strutture, oltre al vestiario intimo, chiedono delle tutine, altri preferiscono gli spezzati. I completi con due pezzi hanno il vantaggio di poter essere sostituiti solo parzialmente. Cioè, se il piccolo sporca la parte sotto, non dovremo cambiare anche la parte sopra. Le tutine invece tengono più caldo il bebè, soprattutto nella parte lombare, sulla schiena e sul pancino.

Un aspetto che dovremmo considerare per il corredino neonato è anche se l’ospedale in cui partoriremo ha il rooming-in 24h. In questo caso, oltre ai vestitini, dovremo portare anche pannolini, salviette umidificate ed un detergente delicato per il piccolo. In ogni caso, potrebbe, inoltre, risultare utile anche un lenzuolino o una copertina nel quale avvolgere il piccolo quando viene preso in braccio. Utili, anche se non sempre richiesti dall’ospedale, anche almeno 4 o 5 bavaglini.

Facoltativo è anche l’utilizzo di cappellini neonato e scarpette neonato. Se decideremo di adoperarli, dovranno essere sempre in cotone. Le mani ed i piedi del neonato potrebbero essere più fredde del resto del corpo, ma, come sappiamo, ciò è dovuto ad un problema di circolazione periferica dei piccoli, piuttosto che al freddo.

Corredino maggio

Il mese di maggio di solito è caratterizzato da temperature miti. Tuttavia, visto che un neonato passa la maggior parte del suo tempo a dormire o a mangiare, in modo piuttosto statico, è bene trovare il tipo di abbigliamento giusto!

I tessuti da preferire sono il cotone oppure, per le giornate più fredde, la ciniglia.

Come sappiamo infatti non è necessario coprire troppo il neonato. È vero che al momento della nascita e ricettori della termoregolazione non sono ancora ben sviluppati. Tuttavia, nel corso dei giorni, il piccolo comincerà gradualmente ad abituarsi alla temperatura della sua vita extra uterina.

Per quanto riguarda l’abbigliamento intimo sono più indicati magliettine o body a manica corta.

Generalmente l’intimo a manica lunga viene usato fino a marzo al massimo. Mentre, i body a canottiera, sono tipici della stagione estiva, da giugno ad agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *