foto_jessica_coronavirus

Coronavirus: il dramma di Jessica, mamma di due figli morta a 43 anni

Coronavirus, il dramma di Jessica: muore a soli 43 anni

Morta a soli 43 anni, a causa del coronavirus. Questo è il dramma di Jessica Barcella, donna di Pedrengo, comune di circa seimila abitanti in provincia di Bergamo. Come sappiamo, la città lombarda è una delle più colpite dalla pandemia che, da mesi, sta sconvolgendo il nostro Paese ed il mondo intero.

La storia di Jessica

Jessica lascia due figli, di 13 e di 16 anni. La sua storia è stata raccontata sulle colonne de L’Eco di Bergamo, che ha voluto ribadire come il virus non colpisce solo la popolazione anziana con patologie già pregresse, ma che può essere letale anche su soggetti più giovani e sani.

foto_jessica_barcello

Leggi anche: Coronavirus, mamma di 43 anni testa il vaccino: è la prima al mondo

La donna inizia ad accusare i tipici sintomi del coronavirus sabato 29 febbraio, ma pensa che si tratti di una banale influenza. Il martedì successivo, all’aggravarsi delle sue condizioni, il marito decide di accompagnarla all’ospedale di Seriate dove viene sottoposta ad una lastra, al termine della quale le viene diagnosticata una “polmonite con versamento pleurico sinistro“.

Nonostante la piena emergenza legata al COVID-19 e nonostante il territorio fortemente colpito dallo stesso, pare che nessuno abbia sottoposto la donna al tampone. Anzi, Jessica viene rimandata a casa con una cura antibiotica. Se in un primo momento la febbre sembra abbassarsi, è il 10 marzo che la situazione precipita.

procedure coronavirus

L’allarme del figlio, poi il decesso</h2

A dare l’allarme è stato il figlio minore che ha chiamato i soccorsi una mattina, accorgendosi che la mamma non si sveglia. Trasferita d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, alla donna viene diagnosticata una polmonite e solo al quel punto viene sottoposta al tampone per il Covid-19. La 43enne risulta essere positiva.

Leggi anche: Coronavirus, l’appello di una mamma positiva: “State a casa” VIDEO

coronavirus

Non ha mai avuto un’influenza nella sua vita, eppure si è ammalata ed è morta. L’aspetto più straziante sta anche nel non poter vivere il lutto. A me dà fastidio vedere la gente che balla e canta sui balconi, semmai si preghi. Bisogna chiudere tutto. Non uscite o moriremo tutti

il disperato racconto della sorella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *