foto_bambino_scappa

Coronavirus, bimbo scappa da casa dei nonni: “Voglio riabbracciare mamma”

Coronavirus, litiga con i nonni e scappa di casa

Ha litigato con i nonni, fino a scappare di casa. L’intento era quello di scendere in strada e chiedere un passaggio fino ad una struttura di Trieste, dove la mamma infermiera è impegnata notte e giorno per contrastare l’emergenza COVID-19. È quanto deciso di fare da un bambino di appena 5 anni, di Pordenone.

I fatti

Stando a quanto riportato da Il Messaggero Veneto, il piccolo viveva con i nonni in questo periodo di quarantena, a Pordenone. Sua mamma, una infermiera, è impegnata da settimane ormai in una struttura sanitaria di Trieste presso cui lavora e, data la piena emergenza legata al coronavirus, ha deciso di trascorrere le sue giornate isolata, lontano dagli anziani genitori e dal figlioletto.

Leggi anche: 10 Giochi per bambini ‘fai da te’ da fare in casa, originali e a basso costo (FOTO/VIDEO)

foto_bambino_autostop

Il piccolo però, soffrendo la lontananza dalla donna e dopo una piccola discussione con i nonni – pare che avesse riempito il water di carta igienica – ha deciso di scappare di casa, e scendere in strada con l’intento di fare l’autostop e trovare un passaggio per la struttura sanitaria presso cui lavora la mamma.

Voglio riabbracciare la mamma, non la vedo da un mese

ha detto il piccolo all’automobilista che si è fermato per chiedergli cosa fosse accaduto. Fortunatamente, a notare la presenza del bambino agitato in strada, anche una pattuglia della Guardia di Finanza che ha provveduto a tranquillizzare il piccolo, prima di riportarlo dai nonni.

Leggi anche: Coronavirus, i bambini possono uscire con i genitori? Il Viminale fa chiarezza

Gli anziani signori, infatti, non avevano minimamente immaginato che il nipotino fosse scappato di casa: ecco perché lo stavano cercando dentro le mura della propria abitazione, quando gli uomini dell’Arma lo hanno riportato al sicuro.

La vicenda è stata rilanciata anche dagli account social delle Fiamme Gialle, che hanno pubblicato su Twitter il seguente post:

Quarantena, gli effetti sui bambini

Bisogna ricordare che i bambini sono tra i soggetti che più stanno soffrendo la situazione legata all’emergenza COVID-19 e all’isolamento forzato: con le scuole chiuse e l’obbligo di restare tra le mura di casa, crisi, agitazione e stati d’ansia stanno diventando sempre più comuni tra gli infanti.