foto_battesimo_vestitino

Come vestire il bambino per il Battesimo

Il Battesimo, se celebrato verso i 5 mesi di vita, è certamente la prima occasione importante del piccolo pargolo. I genitori organizzano la festa al meglio, scegliendo a volte anche una Chiesa diversa dalla propria Parrocchia di appartenenza, affittando una sala con buffet o portando parenti e amici a mangiare al ristorante. Addirittura alcuni, oltre agli inviti, distribuiscono anche una lista battesimale per i regali, insomma ogni dettaglio è essenziale.

Così fra tutti i particolari che vanno curati per la prima celebrazione, non deve essere dimenticato l’abbigliamento del festeggiato. Alcune Parrocchie richiedono la veste battesimale neutra sia per il maschietto sia per la femminuccia, caratterizzata dal candido colore bianco, e priva di decori e ghirigori sul tessuto. Altre Chiese invece danno libertà di scelta e di gusto, così ecco che mamme e nonne si sbizzarriscono nel cercare il vestitino più adatto.

Ovviamente il colore che deve predominare è il bianco, al massimo si può optare per il crema, per entrambi i sessi, anche se negli ultimi tempi si osa con altri colori, ma mantenendo sempre lo stile elegante. Ormai il classico abito unisex ingombrante, di tulle, pomposo e lungo, viene definito demodé e non si trova più tanto facilmente in commercio. Certamente era utile perché questo tipo di vestito veniva passato per ogni componente della famiglia pronto a festeggiare il Battesimo, magari bastava fare delle piccole modifiche e subito era perfetto per ogni bimba o bimba.

Per le femminucce oggi ci si può sbizzarrire, la scelta è infatti vasta; si passa dall’abitino corto con la culotte intonata, a vestitini con creazioni floreali che si abbinano a fasce per la testa o ad altri accessori come cinture e calzini. Per i maschietti invece, l’abito può essere un comodo pagliaccetto, facile da sfilare per l’eventuale cambio del pannolino, ma anche giacca e cravattina o papillon. Ma ci sono anche bambini che si vestono in modo sportivo con jeans e maglietta, insomma lo stile è personale ammesso che non sia richiesto dalla Parrocchia.

I prezzi variano a seconda del vestito, che deve essere rigorosamente comodo per i figli, ma anche per le mamme che devono vestire i propri bimbi. Generalmente il Battesimo è festeggiato in periodi dell’anno non freddi, ma ciò non toglie che il tempo possa fare degli scherzi, perciò assieme all’abito deve esser comprato un golfino intonato, calzini, scarpette, eventuale cappellino e soprattutto delle bavette. In commercio, infatti esistono proprio bavaglini battesimali, con ricami che richiamano la celebrazione e mantengono uno stile molto elegante.