foto-bambini-cimitero

Come tenere buoni i bambini durante le visite ai cimiteri

Per alcuni, la visita ai cari defunti è un’abitudine quasi settimanale, per altri si tratta di un obbligo cui assolvere entro il 2 novembre. Ma come comportarsi quando si deve andare ai cimiteri insieme a uno o più bambini piccoli? I nostri suggerimenti per tenerli buoni!

  1. Brevità.
  2. Fate in modo che la visita al cimitero per il ponte di Tutti i Santi e per la Commemorazione dei Defunti abbia una durata sostenibile per il bambino: non tenetelo a tutti i costi alla Messa o alla processione organizzate all’interno dei cimiteri se non è abituato alle funzioni religiose.

  3. Una piccola attività.
  4. Se il bambino è grandicello, diciamo se ha già 2-3 anni, potrebbe essere interessato alle attività a corredo della visita ai defunti: scegliere la piantina, interrarla, posizionare una candela, accenderla con il vostro aiuto… Permettergli di fare queste cose vi consentirà di avere anche qualche minuto di raccoglimento per pregare per i vostri cari o per ricordare il tempo trascorso con loro.

  5. Parlate.
  6. Anziché dire al bambino di fare silenzio, fatevi ascoltare, raccontandogli aneddoti curiosi e divertenti della persona che state visitando. Si tratta della vostra nonna o del vostro nonno? Ghiotta occasione per parlare a vostro figlio di voi da piccoli: cosa facevate con i vostri nonni, di quella volta che vi hanno portato sulla giostra, delle favole che vi piacevano… Fino ad una certa età, per i bambini è affascinante pensare che anche i genitori sono stati piccoli: potrete intrattenerli mentre fate il giro dei cari defunti.

  7. Un libretto o un giocattolino?
  8. Non sono vietati al cimitero! Basterà che non siano (troppo) rumorosi. Il fatto è che siamo noi adulti ad esser prevenuti nei confronti del silenzio, della tristezza, della lontananza dai nostri cari: il bambino vive con pienezza e naturalezza anche il giro ai cimiteri. Permettetegli dunque di svagarsi con il suo libretto preferito o con una semplice macchinina.

  9. Io non ti conosco…
  10. Evitate assolutamente di colpevolizzare il bambino nel caso in cui non si dimostri partecipe o triste per la morte di familiari o amici che, nella maggior parte dei casi, non conosce.