foto_fare_la_spesa

Come tenere a bada i bambini mentre si fa la spesa

Fare la spesa al supermercato pare per molte mamme con bimbo a seguito, un’impresa assai ardua. Il piccolo spesso si annoia ed i capricci sono inavvertitamente dietro l’angolo delle marmellate, per questo, destreggiarsi tra gli scaffali per scegliere i prodotti da acquistare diventa complicato. Quando non si ha la possibilità di lasciarlo dai nonni, o a casa con la baby sitter, l’unica soluzione possibile è armarsi di pazienza ed escogitare un passatempo nuovo e divertente che tenga a bada il bambino mentre si fa la spesa.

Innanzitutto, il consiglio utile e pratico che permette di velocizzare, ma senza stress, la spesa è quello di organizzarsi e munirsi di una lista di tutte le cose che si ha la necessità di comperare, magari stilata la sera prima con calma e tranquillità quando si è messo il pargolo a dormire. In tal modo, si andrà dritte al banco frigo o alla corsia della pasta evitando di vagare nel supermercato senza meta e con il bimbo ormai stanco di aspettare.

Per far si che la spesa non sia per il piccolo un momento monotono (e a ragion di causa quello in cui scatenarsi in un pianto furibondo ed inutili capricci), ma un momento divertente e giocoso in cui possa sentirsi partecipe e dunque non trascinato qui e lì passivamente, si può decidere di sistemare il pargolo nel seggiolino di cui il carrello della spesa è dotato, e fare finta che lo si è messo a bordo di una macchina, che corre e poi frena all’improvviso per fare le scorte che le permettono di ripartire.

Nel caso il bimbo sia più grandicello o siano addirittura due, e non è dunque possibile trasportarli entrambi sul carrello con tutta la spesa, li si può coinvolgere chiedendo loro di aiutarvi a manovrare il carrello oppure usufruire di quelli in miniatura apposta per bambini e presenti in ogni supermercato, e chiedergli di aiutarvi nel fare la spesa. Inoltre si avrà modo di incuriosire l’immaginazione dei bimbi, quando davanti al banco delle carni si mostrerà loro come è fatto il pollo che tanto adorano mangiare. Arrivati al bancone della frutta invece, li si terrà occupati alla bilancia pronti a schiacciare il tipo di frutta che si è deciso di acquistare.

Qualora i tentativi di tenerli a bada durante la spesa risultino vani perché soprattutto se il bimbo è piccino e ha la “luna girata” gli si potrà dire (mantenendo sempre la parola data), che se si comporterà bene all’uscita del supermercato, riceverà una bellissima sorpresa, la quale, può consistere in un sacchetto di caramelle oppure in un giro sulle giostre o sui tappeti elastici al parco, che divertono tanto tutti i bambini. Ovviamente, non si deve esagerare con grandi gesti altrimenti il bambino si aspetterà ogni volta che si andrà a fare la spesa delle sorprese che potrebbero non essere sempre realizzabili.