foto_educazione_stradale_bambini

Come insegnare la sicurezza stradale ai bambini

Appena il bimbo inizia a camminare e abbandona il passeggino, incomincia a rendersi conto dei pericoli che lo circondano per strada, perciò è indispensabile per un genitore fargli capire sin da subito l’importanza di stringere la mano di chi lo accompagna durante le passeggiate fuori casa. Così, proprio questa avvertenza, diventa un primo insegnamento riguardante la sicurezza stradale per i bambini dove gli adulti devono sempre dare il buon esempio.

Far comprendere ai bambini anche di 2 anni la necessità di essere prudenti per strada, deve avvenire attraverso un linguaggio semplice e con tecniche ludiche. La stessa attesa dinanzi ad un semaforo diventa un gioco agli occhi dei più piccini: dove con il verde si è costretti a star fermi, con l’arancione se si vuol attraversare la strada bisogna camminare velocemente e poi con il rosso non si deve assolutamente attraversare ma restare fermi sul marciapiede.

Esistono in grandi città strutture pubbliche quali scuole, centri estivi, ACI o centri abilitati al rilascio del “patentino” per bambini che fanno delle lezioni riguardanti la sicurezza stradale. Ai piccoli si fanno guidare delle mini vetture elettriche su appositi circuiti rilasciando alla fine un mini attestato che li abilita alla guida in quei luoghi deputati. Molte sono le scuole che organizzano delle gite-lezioni in questi centri abilitati per far capire ai propri scolari l’importanza di indossare il casco, la cintura e tutto ciò che concerne la sicurezza stradale.

Il senso civico deve prima partire dai genitori per poi passare dall’ istituzione scolastica, il tutto però deve iniziare sin da piccolissimi, basti pensare all’importanza della cintura in macchina, perché molto spesso i genitori sottovalutano l’estrema necessità di assicurare il proprio figliolo sul sediolino auto in modo corretto. Anche le gite in bicicletta, dove il bambino è costretto ad emulare il genitore che gli pedale accanto o d’avanti, sono un momento di educazione stradale. E’ importante far capire i pericoli della strada e il modo per prevenirli con prudenza e con l’uso del casco e delle ginocchiere nel caso di escursioni sulle due ruote, sempre molto apprezzate dalle famiglie anche per i vari benefici che riesce a dare la bici stessa.

Esistono molti giochi da tavolo in grado di insegnare la segnaletica stradale, acquistarli sarà utile per i genitori non solo per trascorrere del tempo con tutta la famiglia insieme ma anche per insegnare correttamente ai propri figli come leggere i cartelli che vedono per strada. L’educazione stradale è indispensabile per la formazione di future persone con un forte senso civico, soprattutto in seguito ai numerosi incidenti segnalati da un report a bollino rosso.