foto_anniversario_matrimonio

Come festeggiare l’anniversario di matrimonio insieme ai figli

L’anniversario di matrimonio è di certo una data importante da festeggiare ogni anno, ma a volte è impossibile fare una cenetta per due a lume di candele, perché magari la sera non si possono lasciare i figli ai nonni o ad una baby sitter. Ecco quindi che per non rinunciare alla festività annuale, bisogna riuscire a far conciliare la prole, frutto dell’amore della coppia, con un posto adatto all’evento.

Quindi, per festeggiare la ricorrenza con i bimbi a seguito si può scegliere fra:

  1. Ristorante: è un classico, ma recarsi il giorno dell’anniversario in uno di quei locali fatti appositamente per le famiglie con altri piccoli scalmanati e rumorosi che corrono fra i tavoli e i giochi presenti sul posto, non è il caso, in quanto mancherebbe di romanticismo. Come non lo è nemmeno andare con la parentela, in un luogo dove vige il puro silenzio mischiato a quel tocco di passione. Perciò il consiglio, se si vuole pranzare o cenare fuori, è quello di recarsi in un luogo inusuale e adatto a tutti. Magari con un bel panorama, come in un ristornate sul lago, passionale per la coppia, e pittoresco per la prole intenta ad osservare le papere che gironzolano in acqua. Insomma un ristorantino capace di offrire un diversivo per tutti.
  2. Viaggio breve: anche solo un fine settimana, può essere l’ideale per la coppia e i figli. Non serve altro che scegliere una delle tante città family friendly. Poi, prenotando in anticipo, si possono trovare offerte nazionali ed internazionali vantaggiose, così l’anniversario sarà festeggiato in modo originale e certamente verrà ricordato da tutta la famigliola che staccherà dalla solita routine.
  3. Gita fuori porta: organizzare un’intera giornata lontano da casa, non solo gioverà alla mamma che non dovrà cucinare per pranzo e cena, ma divertirà anche i bambini, pronti a trascorrere una giornata inusuale, affittando un risciò, o pedalando con la bici.
  4. Spettacolo: soprattutto se i figlioli hanno superato i 3 anni, può esser divertente andare tutti assieme a vedere un musical, o una rappresentazione di altro genere, per brindare poi una volta tornati a casa. Oppure, assistere ad una di quelle ormai classiche “cene con delitto” o “cene musicali” dove insieme al cibo è offerto uno spettacolino che potrebbe interessare anche la prole.
  5. A casa propria: per finire, se si è impossibilitati, per cause maggiori, nel muoversi da casa, non resta che organizzare la serata in modo diverso da sempre, ovvero fra le 4 mura domestiche. Quindi i pargoli a letto presto, candele accese per la cucina, musica di sottofondo e cena da ordinare con l’immancabile torta con sopra il numero di candeline degli anni di matrimonio. Se poi i figlioli non vogliono addormentarsi prima, allora parteciperanno come parte attiva alla serata, magari saranno raccontate le storie del giorno più importante per i genitori, e poi mentre si mangia il dolce si potrà sfogliare l’album del matrimonio.