foto_ansia_partorire

Come eliminare l’ansia del parto

Come eliminare l’ansia del parto? Il primo passo potrebbe essere quello di seguire un corso di accompagnamento alla nascita, ad esempio in un ospedale o nel consultorio familiare più vicino. Fortunatamente, anche alcune palestre o centri privati consentono alle donne di poter svolgere corsi di preparazione al parto, con momenti dedicati al movimento libero e alla ginnastica dolce. I corsi di preparazione al parto possono essere condotti da ostetriche, insieme ad altri professionisti sanitari, o semplicemente ed esclusivamente da ostetriche.

La paura del parto può essere vinta grazie alla possibilità di parlare e affrontare diverse tematiche della gravidanza e del parto che più spaventano la donna, soprattutto potendosi confrontare con le altre mamme e facendo in modo che ogni esperienza possa essere preziosa per tutte le altre donne che seguono il corso. Se non si ha la possibilità di seguire un corso di preparazione al parto, allora il principale modo per poter vincere le paure è quello di chiedere e domandare alla persona che sta seguendo la propria gravidanza, cercando di risolvere tutti i dilemmi e le paure attraverso delle domande mirate.

Spesso la preoccupazione dipende da assenza di informazione, mentre la possibilità di conoscere ed essere consapevoli di quanto avverrà al momento del parto è senza dubbio un modo per vincere in partenza l’ansia.

L’ansia del parto può essere vinta e superata attraverso metodi di rilassamento oppure imparando a gestire la respirazione diversamente da quanto si faccia quotidianamente. Una passeggiata, attività sportiva non agonistica, praticare lo yoga, bagni rilassanti possono aiutare a scaricare la tensione accumulata.

Forse, è meno opportuno ascoltare racconti e storie di donne che hanno partorito e vissuto la propria esperienza in modo negativo: è facile lasciarsi, purtroppo, coinvolgere negativamente da queste storie.

In realtà il parto, così come il travaglio, rappresenta un passaggio della vita della donna molto delicato, ma non per questo terrificante: anzi, se vissuto con dolcezza e mettendo al centro se stessa e le proprie necessità, è uno dei momenti che più si custodiranno e più resteranno impressi nella mente della mamma, che per la prima volta tiene tra le proprie braccia il proprio bambino.

Pensare a questo momento e alla gioia conclusiva: il principale modo per abbattere e sconfiggere tutte le ansie, paure e preoccupazioni.

23 anni di Catanzaro - ORGOGLISAMENTE Ostetrica. E' l' avventura più bella che potessi immaginare di vivere: testimone della vita che nasce. "Ho visto in sala parto la potenza delle cose" il mio motto. Animatrice per bambini, conduttrice di corsi di preparazione al parto, Ost.ca volontaria in Ospedale. Possiedo un master presso l' Università di Firenze, con diverse competenze ecografiche e cliniche. Email: c.polizzese@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *