foto_bambina

Come crescere un figlio bilingue

Il bilinguismo è considerato una vera e propria risorsa cognitiva, non a caso diversi studi hanno permesso di rilevare numerosi effetti positivi dell’imparare e padroneggiare più lingue sulle funzioni cognitive del bambino Il bilinguismo aiuterebbe a contrastare l’invecchiamento cerebrale, favorendo lo sviluppo di abilità, forme di pensiero e di espressione più complesse rispetto ai bambini monolingui.

Tuttavia è possibile riscontrare nei bambini bilingui due frequenti fenomeni che, pur temporanei e lievi, molto spesso preoccupano i genitori ovvero un leggero ritardo del linguaggio e una confusione tra le lingue. I bambini esposti a due lingue fin da piccolissimi, infatti, sembrerebbero richiedere più tempo nello sviluppo del linguaggio in relazione alla mole di parole da apprendere rispetto ad un bambino monolingue. Inoltre spesso accade che utilizzino le due lingue insieme, attraversando la cosiddetta fase di interferenze che termina in modo graduale intorno al terzo anno di vita.

In tale direzione, al fine di arginare ritardi o confusione nel bambino, la psicolinguistica sottolinea quanto sia importante che, nell’apprendimento bilingue, le figure di riferimento assumano il ruolo di modello linguistico, finché il bambino non acquisisca la giusta padronanza della lingua. Dunque ciascun genitore, rivolgendosi al proprio figlio, parlerà la propria lingua madre. E’ questa la tecnica definita One Person One Language.

Si può optare per il Minority Language At Home metodo che consiste nell’utilizzo, da parte dell’intera famiglia, della seconda lingua a casa. Pur favorendo un apprendimento più veloce della lingua minoritaria, tele metodologia può determinare con molta probabilità un ritardo nell’acquisizione della lingua dominante che si estingue con l’età scolare.

Ogni famiglia può adottare, in base alle proprie esigenze, diverse modalità per aiutare il proprio bambino a crescere bilingue. E’ fondamentale in ogni caso, per favorire un buon apprendimento senza generare interferenze, attenersi con costanza al metodo scelto.