foto_coppia

Come cambia il sesso nella coppia dopo la nascita di un figlio

Il rapporto di coppia subisce un netto e drastico cambiamento dopo la nascita dell’amato e desiderato figlio. A volte, a subire questa mutazione, è anche l’ardente passione, che fino a poco prima si viveva in piena serenità sotto le lenzuola, perché l’innocente nuovo arrivato, per quanto riguarda la vita sessuale dei suoi genitori, si trasforma spesso in “terzo incomodo“, riducendo così i due adulti a fugaci e bramanti incontri amorosi.

In realtà sono 3 i punti di vista specifici, sotto cui si può classificare questo cambiamento dell’atto amoroso, e riguardano :

  1. La modalità: fondamentalmente è annotare il modo in cui viene fatto il sesso una volta divenuti genitori; è come quando si mette al cellulare la modalità “silenzioso“, perché proprio così mamma e papà cercano di amarsi, facendo meno rumore possibile, per non svegliare l’anima pia che magari dorme accanto a loro in culla. A questa modalità taciturna, deve essere aggiunta anche la stanchezza che aleggia fra le lenzuola, rendendo perciò il tutto molto rapido ma sempre e comunque ricco di passione.
  2. La quantità: diciamoci la verità con un neonato o più birbanti che circolano per casa è impossibile mantenere le giornate sessuali da record che si vivevano prima di diventare genitori, così è normale che almeno per i primi tempi, o perché no anche per i primi mesi, l’attività sessuale si abbassi ad una media di 2-3 o anche 1 volta a settimana.
  3. La qualità: è vero sarà complice la stanchezza, l’astinenza forzata dovuta a tutte le attenzioni per il figliolo, ma resta il fatto che per una coppia amarsi in silenzio con l’ansia del “rischio” di non svegliare la prole, fa certamente fare scintille. Così, anche se la tempistica potrebbe esser minore, senza ombra di dubbio il risultato qualitativo è degno di nota.