foto_allattamento

Cibi da evitare in allattamento

Cibi da evitare in allattamento: quali sono

L’alimentazione in allattamento è particolarmente importante sia per la mamma che allatta sia per il bimbo che, tramite il latte, assume tutti gli elementi nutritivi dei quali ha bisogno per crescere. Conoscere i cibi da evitare in allattamento è quindi fondamentale ed importante. Alcuni alimenti che dal punto di vista nutrizionale sono corretti, sono da evitare per la loro capacità di alterare il sapore del latte. Altri cibi, invece, andrebbero assunti con moderazione per la possibilità di provocare qualche disturbo nel lattante, come coliche o rigurgiti.

Allattamento

L’allattamento al seno è riconosciuto come il metodo migliore per nutrire il neonato nei primi mesi di vita. Il latte materno è un alimento completo, ricco di enzimi e anticorpi che migliorano la salute del bambino, proteggendolo da molte malattie e infezioni. Il latte materno contiene anticorpi che riescono a contrastare enteriti, otiti, malattie del tratto respiratorio superiore ed inferiore, allergie, problemi intestinali, raffreddori, infezioni varie dovute a diversi virus e batteri. Le mamme che allattano trasmettono al bambino l’immunità alle malattie alle quali sono state esposte. Pare inoltre che il latte materno protegga il bambino da molti tumori infantili, meningiti, polmonite, infezione del tratto urinario e SIDS. Inoltre, esso fornisce una protezione che dura tutta la vita contro alcune malattie come il morbo di Crohn, colite ulcerosa, diabete del tipo insulino-dipendente. Allo stesso tempo, le donne che allattano hanno minori possibilità di contrare il cancro al seno e alle ovaie.

Cibi da evitare

Lo stato nutrizionale e la dieta in allattamento possono influenzare la quantità e la qualità del latte materno. Pertanto è utile sapere cosa mangiare durante l’allattamento, ma anche conoscere cosa non mangiare in allattamento è importante, forse anche di più. Ecco alcuni consigli sugli alimenti da evitare in allattamento. In primis, sarà forse scontato, ma meglio ribadire che, dalla dieta per allattamento vanno assolutamente esclusi alcolici e superalcolici. L’alcol etilico passando nel latte, può inibire la montata lattea e provocare nel lattante sedazione, ipoglicemia, vomito e diarrea.

cibi da evitare in allattamento

L’alimentazione durante l’allattamento deve tenere conto anche della possibilità di trasmettere al bambino un’allergia, eventualità più probabile se uno dei due genitori è un soggetto allergico. In questo caso durante l’allattamento dovrebbero essere evitati gli alimenti con un maggiore contenuto di istamina, detti appunto alimenti allergizzanti. Tra questi ci sono: arachidi, frutta secca, crostacei, molluschi, cioccolata, cacao, fragole e pesche. Il consumo di cioccolato in allattamento andrebbe ridotto perché contiene caffeina e acido ossalico, un composto organico che, se ne abusa, può diventare nocivo.

Tra i cibi da evitare durante l’allattamento ci sono anche la selvaggina, cacciagione e carni conservate, che sono rischiosi perché potrebbero essere veicolo di batteri. Così come altri tipi di alimenti conservati, come i wurstel o i formaggi fermentati.

Tra gli alimenti da evitare durante l’allattamento ce ne sono alcuni che probabilmente sono stati sconsigliati anche durante la gestazione, come ad esempio gli asparagi. Questi hanno un alto contenuto di purine, composti organici contenenti azoto, inoltre, proprio per questo motivo, possono interferire con l’assorbimento del ferro e del calcio. Alcuni alimenti, a causa del loro sapore forte, possono modificare il gusto del latte materno e renderlo qualche volta sgradito al neonato. Per l’allattamento cibi da evitare sono anche: aglio, cipolle, porro, erba cipollina, prezzemolo, cavoli, cavolfiori, broccoli, cardi, verza, melanzane, cicoria, rape, radicchio, pomodori acerbi, patate inverdite, funghi, carciofi, crauti, camerbert, cheddar, gorgonzola, pecorino, brie, provola affumicata, roquefort, strutto, lardo, panna, maionese, insalata russa, dado da brodo, ketchup, peperoncino e spezie.I funghi in allattamento sarebbero da evitare non solo per la loro possibilità, seppur minima, se si comprano quelli coltivati e controllati, di essere tossici, ma soprattutto perchè possono cambiare il sapore del latte.

Tra i cibi da evitare c’è anche il sushi in allattamento, dato che è impossibile sapere l’origine, i metodi di pulizia, preparazione e conservazione del pesce.

allattamento

Mangiare uova crude è sconsigliato sempre, non solo durante l’allattamento. Le uova sono ricche di sostanze nutritive, in particolare: proteine, vitamine e grassi sani. Il consumo di uova crude rende alcuni nutrienti più biodisponibili, motivo per cui alcune persone aggiungono le uova nei loro frullati naturali di proteine ​​o le bevono da sole fresche. Tuttavia, il corpo assorbe alcuni nutrienti meno facilmente dalle uova crude. Inoltre nelle uova crude c’è il rischio aggiuntivo di infezione batterica.

L’alimentazione neonato è condizionata dal fatto che alcune sostanze vengono secrete nel latte materno. Tra queste la caffeina, non va esclusa completamente dall’alimentazione durante l’allattamento, ma deve essere assunta in dosi moderate. La caffeina, infatti, viene secreta nel latte materno, causando iperattività e difficoltà di riposo. Lo stesso discorso vale per the, bibite gassate o drink energetici. Ma in questa fase della nostra vita non è importante sapere solo cosa non mangiare durante l’allattamento, ma anche cosa non assumere, ad esempio alcuni farmaci che possono essere presenti, anche se in minima quantità anche nel latte. Quindi è fondamentale chiedere sempre al proprio medico prima di assumere qualsiasi farmaco.

Dieta allattamento

La dieta durante l’allattamento dovrebbe essere varia e leggera.

Allattamento al seno cosa mangiare: cereali e derivati ricchi di sali minerali e vitamina B6; frutta e verdura; legumi; latte e derivati, senza esagerare; pesce; carne; uova e formaggi. Un esempio di cosa mangiare durante l’allattamento sono pasti completi cucinati in modo leggero e in quantità non troppo eccessiva e formati da carboidrati, proteine e verdura.

Le lenticchie in allattamento, così come le fave, possono essere incluse tra cosa mangiare quando si allatta, ma senza esagerare, perché hanno un sapore più deciso, rispetto agli altri legumi, che potrebbe modificare il gusto del latte.

Alimentazione allattamento

Abbiamo visto quindi come l’alimentazione in allattamento debba essere molto attenta ed equilibrata. In questa fase dobbiamo ridurre anche alcune nostre eventuali cattive abitudini come ad esempio quella del fumo. Una tendenza attualmente molto in voga è quella di provare a fumare noce moscata. Ma in allattamento fare questi esperimenti è assolutamente sconsigliato. Fumare noce moscata provoca effetti allucinogeni molto pericolosi per una mamma che deve occuparsi di un bimbo piccolo.

Badare a tutte le regole dell’alimentazione in allattamento può risultare anche una seccatura a volte ma se pensiamo all’allattamento, a quanto sia importante per la salute del nostro bambino e al regalo che riceviamo in termini di legame con nostro figlio, forse riusciremo ad essere più propositive ed ottimiste!

Sono un'antropologa culturale amante del buon cibo e della lettura. Mi occupo di comunicazione sia per il web che per la carta stampata. Sono mamma di due meravigliosi monelli dai quali ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e lo racconto su Passione Mamma! Email: v.lodestro@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *