foto_casa_hotel_vacanza

Check up delle case e delle strutture estive più adatte ai bambini

Giunta l’estate la scelta dei luoghi di villeggiatura per una coppia cambia proprio con l’arrivo di un bebè; ogni famiglia, infatti, si appresta a programmare le vacanze a seconda delle esigenze della prole. Mete di mare vengono preferite ai luoghi esteri oppure si prediligono città family friendly o collinari dove l’aria è buona. Durante questa prima “scrematura” dei posti dove trascorrere le vacanze, si cerca anche il miglior modo per alloggiarvici ed ecco quindi che inizia un vero e proprio check up delle case e delle strutture estive più adatte ai bambini.

Innanzitutto è indispensabile fare una scelta mirante un alloggio comodo soprattutto per i figli, infatti se il bebè è molto piccolo si avranno esigenze maggiori proprio a partire dagli spazi. Se ad esempio ha iniziato a camminare da poco avrà bisogno di muoversi senza inciampare fra mobili inutili, inoltre bisognerà assicurarsi, attraverso una specifica richiesta, dell’uso della culla, indispensabile se non si vuol rischiare di far dormire il bimbo nel letto matrimoniale. A prescindere dall’età dei figli, è preferibile che la casa, o l’eventuale albergo, non siano molto distante dall’attrazione principale della vacanza quale mare, piscina, percorso montano o centro città, proprio per evitare che si stanchi.

Il check up della casa deve avvenire attraverso una scrupolosa visione delle foto che l’eventuale agenzia pubblicizza su siti ufficiali o attraverso privati di cui si fa fiducia tramite i commenti di altri utenti, in poche parole bisogna assicurarsi che esista l’appartamento. Deve avere un’impianto a norma, comodità primarie come un angolo cucina, camere da letto con armadi ed eventuale biancheria presente anche per i servizi igienici. Importante inoltre che non ci siano barriere architettoniche e che durante il contratto di affitto estivo venga chiarito attraverso delle clausole dei punti riguardanti la presenza o meno di pulizie esterne ed altri elementi importanti per la famiglia proprio come l’igiene dell’appartamento o anche la presenza di pentole per la cucina. Va valutata infine la possibilità di parcheggiare la propria macchina vicino la casa e di raggiungere facilmente supermercato, farmacia o altri negozi di prima necessità.

Il check up della struttura alberghiera deve avvenire attraverso la visualizzazione del sito dell’hotel o del dépliant che la pubblicizza. Valutare la distanza dal mare, piscina, centro ricreativo e sportivo, la presenza di un mini club adeguato ai bambini e la possibilità di alloggiare serenamente in camere pulite e adatte ad ospitare i figli. Esistono infatti i noti villaggi turistici concepiti proprio per famiglie con prole a seguito, con animazione pronta a divertire con giochi i figlioli, regalando momenti di relax ai genitori.