foto_vaccino

Calendario Vaccinale per la vita 2016

È stato presentato oggi a Roma il nuovo Calendario vaccinale per la vita 2016, da parte di quattro società e associazioni medico-scientifiche: Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (Siti), Società italiana di pediatria (Sip), Federazione italiana medici pediatri (Fimp) e Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg).

Calendario vaccinazioni obbligatorie e facoltative

Un Calendario vaccinale è un annuario che stabilisce la tempistica delle vaccinazioni raccomandate, determinata dalla epidemiologia dell’infezione verso cui è rivolta la vaccinazione e dal grado di maturità del sistema immunitario del bambino, che gli permette di rispondere adeguatamente alle vaccinazioni. Normalmente durante il primo anno di vita sono previste 4 vaccinazioni obbligatorie.

Tuttavia, mediamente occorrono sei anni prima che entri in commercio un nuovo vaccino dalla sua autorizzazione: un tempo inaccettabile per il mondo scientifico,ma purtroppo spesso inevitabile dal momento che oggi si punta moltissimo sui vaccini come uno dei più potenti mezzi di prevenzione disponibili.

Calendario vaccinale 2016 novità

– Confermato il vaccino pertosse gravidanza e influenza: il calendario insiste sull’importanza di proporlo anche alle donne tra le 27 e le 36 settimane di gravidanza.
– Sì al vaccino contro meningococco B anche per gli adolescenti.
– Proposta di estendere ai bambini la vaccinazione antinfluenzale e di anticipare a sei settimane di vita la vaccinazione contro il rotavirus, principale responsabile delle infezioni intestinali con vomito e diarrea che colpiscono i bambini. Il vaccino, infatti, secondo il Piano di prevenzione vaccinale 2016-2018 è previsto a partire dai 3 mesi di età.


Leggi anche: Cosa succede se non si vaccinano i figli


Ad indicare tipologia e tempistiche delle vaccinazioni da effettuare nelle varie fasi della vita in realtà non sarebbe questo Calendario, ma il Piano nazionale di prevenzione vaccinale: quello per il 2016-2018 è attualmente in via di approvazione definitiva.

Tuttavia, i medici si servono di questo importantissimo strumento di ricerca scientifica, quale il Calendario Vaccinale, il cui scopo non è produrre nuovi vaccini, ma sottolineare l’importanza di estendere le vaccinazioni in una fascia d’età più ampia, affinché la prevenzione soprattutto tra giovanissimi ed adolescenti sia tanto efficace quanto efficiente.