foto_bonus_nido

Bonus nido confermato per il 2018: mille euro ai genitori

La Legge di Stabilità 2018 ha modificato la situazione dei sussidi richiedibili dalle famiglie. Alcuni bonus sono stati infatti eliminati mentre altri sono stati confermati dal Governo. Uno di quelli confermati e quindi richiedibili anche nel 2018 è proprio il bonus nido. Il bonus nido è un sussidio che le famiglie possono richiedere per pagare in parte la retta dell’asilo nido dei propri figli. Vediamo nel dettaglio cosa ha stabilito la Legge di Stabilità e come funziona il bonus nido.

Legge di stabilità 2018: ecco le novità

Il bonus nido, come abbiamo detto, è stato confermato anche per il nuovo anno. La Legge di Stabilità 2018 ha previsto questo prezioso sussidio anche nell’anno che verrà. La Legge non è stata ancora approvata: potrebbero quindi esserci delle modifiche. Nonostante non sia ancora definitiva, è molto probabile che non ci saranno altri cambiamenti e quindi che il bonus nido sarà effettivamente valido anche nel nuovo anno.

Quali altre novità sono previste nella Legge di Stabilità 2018? Il bonus mamma domani è stato confermato. Il sussidio prevede l’erogazione di 800€ alla nascita del bambino. La domanda si può fare al compimento del settimo mese di gravidanza. Il bonus mamma domani sarà quindi richiedibile anche nel 2018.

Al contrario è stato eliminato il bonus bebè. Questo sussidio prevedeva 80€ al mese, o 160€ per le famiglie più bisognose, per i primi 3 anni del bambino. Insomma, il bonus bebè era davvero un aiuto importante per le famiglie italiane, che adesso dovranno farne a meno.

Bonus nido, come funziona e chi può richiederlo

Il bonus nido è un sussidio che prevede l’erogazione di 1000€ in 11 rate da 91€. Il bonus è destinato al pagamento di parte delle rette di asili nido pubblici o privati. Non ci sono tetti massimi di Isee e tutti possono richiederlo. Ovviamente essendo un sussidio previsto per chi frequenta nidi, bisogna presentare il certificato di iscrizione all’asilo per fare domanda.