foto_bonus_mamma

Bonus Mamma di 800 euro: come fare richiesta se il parto è già avvenuto

Bonus Mamma Domani: come richiedere dopo il parto il Premio Nascita di 800 euro

È finalmente attivo il Bonus Mamma Domani, il contributo statale di 800 euro per tutte le famiglie italiane che hanno avuto un bambino nel 2017. Soldi elargiti dal Governo per le spese della gravidanza e per quelle del neonato. Il Premio Nascita previsto dalla Legge di Bilancio doveva entrare in vigore a gennaio ma per motivi tecnici è disponibile solo dal 4 maggio. Chi ha partorito nei primi quattro mesi può fare lo stesso domanda a patto che venga presentato un apposito certificato di nascita al momento del parto.

Per richiedere il Bonus Mamma dell’Inps, bisogna presentare un certificato che attesta il parto e l’effettiva nascita del bambino. Per la precisione serve inserire nella domanda – che deve essere fatta telematicamente – la data del parto e le generalità del bambino (il codice fiscale), ovvero le informazioni che si rendano necessarie per accedere al beneficio.

Nel caso di parto gemellare vanno inserite le generalità di entrambi i bambini e il compenso è doppio: si riceveranno 1600 euro.

I soldi del Bonus Mamma Domani arrivano entro trenta giorni dalla richiesta a seconda della modalità confermata dal richiedente.

Le modalità di pagamento previste sono le seguenti:

– bonifico domiciliato presso ufficio postale;
– accredito su conto corrente bancario;
– accredito su conto corrente postale;
– libretto postale;*- carta prepagata con IBAN.

Per tutti i pagamenti, eccetto bonifico domiciliato presso ufficio postale, è richiesto il codice IBAN.

Possono fare domanda tutte le mamme italiane e straniere con regolare permesso di soggiorno, senza alcun vincolo Isee. Possono richiedere l’agevolazione pure le famiglie che hanno adottato un bambino nel 2017.

Bonus Mamma Domani: come fare domanda se si è ancora incinta

Se invece il parto non è avvenuto da gennaio ad aprile, si può fare la domanda per il bonus appena si entra nel settimo mese di gravidanza. In tal caso serve un certificato di gravidanza compilato da un ginecologo ASL o da un medico convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale.

Il certificato va consegnato allo sportello Inps o inviato a mezzo raccomandata. La certificazione deve essere inviata in busta chiusa sulla quale deve essere riportato il numero di protocollo e la seguente dicitura: “Documentazione domanda di Premio alla nascita – certificazione medico sanitaria”.