Bimbo muore annegato in piscina durante festa di nozze: gli adulti soccorrevano una bimba

Pozzuoli, una festa diventata dramma

Una festa di nozze, diventata in pochissimo tempo un dramma. È successo a Pozzuoli, dove il piccolo Davide ha perso la vita annegando nella piscina del ristorante dove erano in corso i festeggiamenti per il matrimonio. Il bambino, che ad ottobre avrebbe compiuto quattro anni, ha trovato la morte in presenza dei genitori, disperati.

Ecco cosa è successo

Davide era presente al matrimonio insieme alla mamma, al papà, ed ai suoi due fratellini. Era una sera di festa in cui si festeggiavano le nozze di una coppia amica dei genitori, conclusasi all’ospedale “Santa Maria delle Grazie”. Ad accorgersi del corpicino del piccolo riverso sull’acqua è stato uno degli animatori.

foto_ospedale_santa_maria_delle_grazie_pozzuoli

Leggi anche: Neonata di 9 mesi annega durante il bagnetto in vasca: la madre colpevole

Probabilmente il piccolo si era allontanato dal tavolo dei genitori per andare a giocare fuori il ristorante con altri bimbi nei pressi dello specchio d’acqua. Non si sa se il bambino sia stato spinto o sia caduto. Inutile il soccorso immediato del fotografo presente alla cerimonia che ha tentato di rianimare il bimbo con la respirazione bocca a bocca.

Trasportato con urgenza dal 118 presso la struttura ospedaliera, per Davide non c’è stato più nulla da fare: il piccolo era già morto. La salma di Davide è stata trasferita al Policlinico dell’ateneo “Federico II”, dove sarà sottoposta ad autopsia.

Gli adulti soccorrevano un’altra bambina

Dalle prime indagini è emersa anche un’altra sconcertante verità: nel momento dell’incidente, infatti, tutta l’attenzione degli adulti erano per una bambina che in quello stesso istante aveva accusato un malore. Ecco perché in un primo momento, con tutta probabilità, nessuno si era accorto del corpo di Davide in acqua.

Leggi anche: Pavia, bimbo annega durante pranzo di nozze: la cerimonia continua

Aperta un’inchiesta volta ad accertare le dinamiche

Ora, gli agenti del commissariato di Pozzuoli hanno aperto un’inchiesta volta ad accertare le dinamiche dei fatti, analizzando anche le telecamere di sorveglianza. Non solo: come riporta Repubblica.it, gli inquirenti stanno ascoltando anche vari possibili testimoni tra cui i dipendenti, gli animatori ed i gestori del locale che si trova in prossimità di punta Epitaffio.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *