foto_intervento_chirurgico

Bimba di 12 mesi salvata da un tumore al cervello: è successo a Vicenza

Vicenza, salvataggio in extremis

Fortunatamente tutto si è risolto al meglio per una bambina di soli dodici mesi, salvata in extremis da un tumore al cervello. Il tutto presso l’ospedale di Vicenza: ad operare la piccola i dottori del reparto Terapia Intensiva Pediatrica.

La storia

La bambina era affetta da un tumore, benigno, ma raro. Il male, con tutta probabilità, si è sviluppato a partire dall’età fetale, ed era arrivato ad ostruire le vie di scarico del liquido del sistema nervoso, impedendo così al sangue di passare del sangue. Prima i mal di testa, poi le perdite improvvise di equilibrio, fino al crollo e al ricovero in ospedale.

foto_intervento_chirurgico

Leggi anche: Lotta contro tutti per salvare la figlia dal tumore: la storia di una mamma

La scoperta del tumore

Qui, la piccola viene intubata in Terapia intensiva pediatrica, e viene sottoposta ad una risonanza che porta alla luce la diagnosi: tumore. A questo punto, l’intervento delicatissimo ed immediato: una incisione della corteccia cerebrale, un vero e proprio foro di due centimetri prima dell’asportazione della neoplasia e della pulizia dalla massa tumorale delle varie cavità celebrali colpite.

La massa tumorale aveva le dimensioni di una mela: arrivata in ospedale, la piccola aveva pochissime chance di sopravvivenza.

Un team di professionisti

Insomma, una operazione difficile e complicata, soprattutto trattandosi di una bambina così piccola. L’intervento è stato effettuato due settimane fa, ma la notizia è stata resa nota dalla stampa locale solamente dopo Ferragosto. L’esperienza, il sangue freddo e la precisione del team dell’ospedale di Vicenza ha evitato il peggio. Come riporta VicenzaToday, sono state ben 5 le ore d’intervento del team, guidato dal chirurgo Lorenzo Volpin, medico conosciuto a livello internazionale.

foto_ospedale

Leggi anche: Scopre di essere incinta ed avere un tumore nello stesso giorno: il racconto di una mamma

Ora la piccola sta portando avanti un processo riabilitativo post-operazione che, secondo quanto emerso, sta procedendo al meglio.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *