foto_schiuma_barba

Bimba di 9 anni muore per la schiuma da barba del padre

Il 12 ottobre scorso una bimba di Matera è morta al Bambin Gesù di Roma. La piccola, di 9 anni, potrebbe essere morta a causa di un’intossicazione da metanolo. Una perizia tossicologica ha trovato nel sangue della piccola un alto livello di metanolo, sostanza contenuta in molti prodotti chimici, tra i quali la schiuma da barba. Proprio la schiuma da barba sarebbe stata usata dalla bimba per produrre uno slime, un noto gioco che i bambini possono creare anche in casa.

Secondo l’ipotesi della Procura di Roma, la bimba avrebbe ingerito un pezzo di slime, creato proprio con la schiuma da barba del papà. Infatti lo slime, molto in voga tra i bambini dell’età della piccola morta, può essere fatto in casa.

Il giochino gelatinoso si può fare con molti prodotti casalinghi, come ad esempio la schiuma da barba. Secondo gli inquirenti, la bambina potrebbe aver fatto lo slime con la schiuma del papà, che come tutte le altre contiene metanolo. Giocando con il prodotto gelatinoso potrebbe aver ingerito un pezzo.

È aperto un fascicolo per omicidio colposo

Quella avanzata dalla Procura di Roma è solamente un’ipotesi, anche se molto avvalorata. Non si hanno infatti certezze sulla morte della piccola, che ancora è un mistero. Il fascicolo aperto con l’accusa di omicidio colposo è ancora senza indagati.

La bimba si era sentita male lo scorso 5 ottobre a Matera, in Basilicata. I medici hanno fatto delle analisi che hanno evidenziato un’altissima presenza di metanolo nel sangue. Per questo motivo il personale sanitario ha consigliato di portare la piccola in un ospedale più grande e attrezzato, come appunto il Bambin Gesù di Roma.

La Procura di Roma ha comunque disposto una nuova consulenza medica sul corpo della bambina. Sulla morte della piccola si potrebbe avere un quadro della situazione più chiara dopo l’arrivo delle risposte della nuova perizia. Risposta che arriveranno entro 60 giorni.