foto_castello_gonfiabile

Quarantena, gli comprano un gonfiabile per non farlo annoiare: bimbo muore fulminato

Coronavirus, genitori comprano un gonfiabile ai figli: uno di loro muore fulminato

Tragedia in Sudafrica, dove un bambino di soli undici anni è morto fulminato dal generatore che azionava un castello gonfiabile acquistato dai genitori come passatempo in questo periodo di quarantena obbligatoria. La coppia non avrebbe mai immaginato che, quello che doveva essere un puro e semplice divertimento, si sarebbe rivelato fatale per il figlio maggiore Pedre.

I fatti

Mentre giocava intorno alla struttura gonfiabile in compagnia della sorellina, Pedre è rimasto infatti fulminato dal macchinario che ne azionava il gonfiaggio, morendo sul colpo. La tragedia è avvenuta in questo weekend.

foto_castello_gonfiabile_giardino

Leggi anche: Coronavirus, i bambini possono uscire con i genitori? Il Viminale fa chiarezza

Inutili i tentativi di rianimazione

Paul e Rhodine, i genitori della piccola vittima, avendo un grande giardino a disposizione avevano deciso di acquistare un castello gonfiabile per Pedre, di undici anni, e per la piccola Anele di cinque anni. Correndoci intorno, però, il bambino è inciampato sul generatore: inutile la chiamata disperata dei genitori ai soccorsi, che hanno tentato di rianimare il bimbo per circa un’ora. Pedre, come riporta il Daily Mail, ha subito una scossa elettrica di 240 volt.

Il bambino è morto sul colpo

Il piccolo è morto sul colpo, fulminato dal macchinario che azionava il castello gonfiabile. Un amico di famiglia ha rilasciato alcune dichiarazioni al Daily Mail, spiegando come i genitori in questo momento siano devastati dal dolore. L’uomo ha poi aggiunto che, probabilmente,

deve esserci stato un malfunzionamento poiché non viene ucciso solo se tocchi il generatore, credo. Il castello è stato sgonfiato ed esaminato dagli esperti per vedere cosa è andato storto. Deve esserci stato un corto circuito. Quella casa è sempre piena di divertimento ma ci vorrà molto tempo prima che tutti superino questa tragedia.

foto_ambulance

Leggi anche: Coronavirus, tragedia durante la quarantena: bimbo precipita dal balcone e muore

Anche il portavoce della scuola frequentata dalla vittima, Jaco Billing, ha voluto ricordare il piccolo:

Era un bellissimo bambino con gli occhi azzurri e la faccia lentigginosa. Era molto amato dai suoi compagni e dagli insegnanti. Rimarrà sempre nelle nostre preghiere.