Bambini al ristorante: arrivano le tovagliette personalizzate per ordinare

Tutta la famiglia al ristorante: un evento che per alcuni assume i connotati dell’avventura ai limiti della sopravvivenza quando si portano anche le piccole pesti. Tra i tentativi di farli stare seduti e quelli per impedirgli di sparecchiare combinando un disastro, l’occasione di convivialità può trasformarsi in un incubo da non ripetere. In aiuto di genitori e piccoli, arriva una bella iniziativa della Fipe, Federaazione italiana pubblici esercizi: Al bar e ristorante ordino io! le tovagliette illustrate per aiutare i bambini ad ordinare.

Il progetto è stato ideato dalla Confcommercio di Bergamo e adottato dalla Fipe che ha deciso di diffonderlo in tutto il territorio nazionale ai pubblici esercizi che decideranno di aderire. Si tratta di una tovaglietta con immagini semplici e colorate dei piatti presenti sul menù e altre illustrazioni che servono a facilitare l’ordinazione da parte di bambini in età prescolare.

Un modo divertente e utile per coinvolgere i bimbi e creare un ambiente adatto a loro. L’idea nasce anche per facilitare la vita ai clienti che hanno difficoltà a farsi capire, come turisti o persone affette da disturbi cognitivi o della comunicazione.

Uno strumento in più per migliorare la qualità del servizio e garantire un’accoglienza family-friendly. “Ci è sembrata un’idea nuova e con un importante impatto sociale, Non solo perchè aiuta i bambini in difficoltà ma anche perchè fa sentire ben accolte le loro famiglie“, ha dichiarato il direttore di Confcommercio Bergamo Oscar Fusini, come si legge nel comunicato stampa.

I pittogrammi delle tovagliette sono stati ripresi da Arasaac, un programma gratuito che traduce le parole in immagini. Una bella risposta alle tante strutture child free che stanno prendendo piede in Italia.