foto_parlare

Bambini 2 anni non parla: cause e rimedi

Bambini 2 anni non parla

Non tutti i bambini sono uguali: ogni piccolo ha i suoi tempi e per questo motivo le tappe dello sviluppo non avvengono sempre alla stessa età. Già prima di un anno i bambini iniziano a dire le prime parole. Ovviamente saranno parole molto semplici composte per lo più da due sillabe uguali tra loro, come mamma, papà, pappa, cacca. Ad un anno compiuto i bambini sanno dire già più parole, all’incirca 10. Da un anno e mezzo poi i bambini imparano a dire sempre più parole e anche la cosiddetta parola-frase, ovvero danno valore alla singola parola per esprimere un concetto più ampio, come ad esempio la semplice parola “mela” può significare “mamma, voglio la mela”. A due anni il bambino sa più di 100 parole e inizia ad abbinarne due insieme. Ma se a 2 anni il bambino ancora non parla, bisogna preoccuparsi?

2 anni

Può capitare che a 2 anni il bambino non parli: il suo linguaggio può limitarsi a pochissime parole. Quando bisogna preoccuparsi? Non è detto che il bambino non parli per un problema patologico: a volte il bambino può essere semplicemente molto pigro o non trovare gli stimoli adatti.

L’unico metodo per capire se il bambino ha qualche problema del linguaggio è portarlo da un logopedista. Il bambino può avere ritardi nel parlare per problemi di udito, problemi della lingua o del palato (come il frenulo corto). Più gravi sono i problemi della zona cerebrale deputata al linguaggio.

bambini 2 anni non parla

Ritardo nel linguaggio: quando preoccuparsi

Come abbiamo detto, molto spesso per assenza di stimoli i bambini non parlano prima dei tre anni. Quando preoccuparsi allora? Bisogna preoccuparsi se il bambino non forma frasi di neppure due parole, se il vocabolario è molto ridotto e nonostante gli vengano dette sempre nuove parole il bambino tende a non ripeterle.

Logopedista bambini

È normale che i genitori si preoccupino e si chiedano perché non parla il proprio bambino. L’unico modo per comprenderne il motivo è rivolgersi ad un logopedista per bambini. Un logopedista saprà valutare la situazione e comprendere se il bambino ha qualche ritardo nel linguaggio per problemi. Se il bambino mostra uno sviluppo intellettivo e sociale nella media, quasi sicuramente non avrà nessun problema.

Bambini che non parlano

Molti bambini a due anni non parlano per pigrizia, perché non ricevono gli stimoli adatti. Bisognerebbe parlare in continuazione con il bambino, mettendolo sempre di fronte a nuove sfide. Quando gli si passa un oggetto bisogna nominarlo ad alta voce, così che il piccolo impari a chiamarlo.


Leggi anche: Il riposino pomeridiano aiuta lo sviluppo del linguaggio del bambino


Anche un ambiente condiviso è stimolante per il bambino: spesso i bambini che a due anni non parlano, inizieranno a farlo verso i 3 anni e in poco tempo impareranno a dire tantissime parole e frasi. Questo spesso è dovuto anche al passaggio all’asilo. Conoscendo nuovi bambini il piccolo impara a confrontarsi e a parlare.