assegni familiari

Assegni familiari a chi spettano

Assegni familiari a chi spettano

Cosa sono gli assegni familiari? Si tratta di una prestazione economica assistenziale per le famiglie di lavoratori dipendenti, pubblici, privati e pensionati. L’assegno, erogato dall’Inps, è volto a integrare il reddito dei nuclei familiari, secondo i requisiti previsti dalla legge. Vediamo questi assegni familiari a chi spettano e come fare domanda.

Il diritto all’assegno dipende dalla tipologia e dal reddito complessivo del nucleo famigliare. Ogni anno, infatti, l’Inps ricalcola il contributo aggiornandolo ai dati Istat e pubblicandolo sulle tabelle Anf. A chi spettano gli assegni familiari? Hanno diritto al contributo Inps il richiedente, il coniuge non separato, i figli minorenni, o maggiorenni inabili.

Hanno altresì diritto i figli, studenti o apprendisti entro i 21 anni, appartenenti a famiglie con più di 4 figli di età inferiore a 26 anni. Fratelli, sorelle e nipoti del richiedente, minori o inabili, orfani e privi di pensione per i superstiti che non siano coniugati. In seguito all’approvazione della legge Cirinnà hanno diritto all’assegno anche le coppie unite civilmente.

assegni familiari a chi spettano

Tabella assegni familiari

La circolare Inps 87/2017 contiene gli importi aggiornati, consultabili nella tabella assegni familiari. Alcuni beneficiari hanno già ricevuto il contributo, erogato, infatti, a partire dal 1° Luglio 2017 fino a Giugno 2018.

Digitando tabella assegni familiari anf, su internet, possiamo consultare le 11 tabelle divise per tipologia e reddito familiare, individuando la fascia a cui apparteniamo e il contributo economico che riceveremo direttamente in busta paga mensilmente. Dalla lettura della tabella anf appare evidente che la cifra mensile dell’assegno decresce al salire del reddito familiare.

tabella assegni familiari

Calcolatore assegni familiari

Il criterio del calcolatore assegni familiari avviene sulla base della tipologia familiare. Le tabelle anf sono, infatti, suddivise così: nucleo familiare con, senza figli, o senza figli minorenni.

Per l’anno in corso, a causa della variazione in negativo dell’indice Istat, il calcolatore assegni familiari non ha subito variazioni. la cifra dell’assegno sarà calcolata in base al reddito complessivo ed alla tipologia del nucleo familiare, con particolare sostegno alle famiglie mono genitoriali con disabili a carico.

calcolatore assegni familiari

Modello assegni familiari

Dove rivolgersi per chiedere gli assegni familiari? L’assegno familiare non è una prestazione erogata automaticamente. I lavoratori titolari di prestazioni previdenziali ed i pensionati devono presentare domanda all’ufficio Inps del Comune di residenza, compilando l’apposito modello assegni familiari. I lavoratori dipendenti privati devono presentare al datore di lavoro il modello assegni familiari Anf/dip (SR 16).

Il diritto a tale prestazione decorre dal 1° giorno di paga o di pagamento previdenziale, nel momento in cui si verificano le condizioni previste dalla normativa in corso. La cessazione avviene alla fine del periodo stabilito dalla legge o alla data in cui tali condizioni vengono a mancare.

Il pagamento effettuato direttamente dall’Inps avviene tramite bonifico presso l’ufficio postale o, su richiesta del beneficiario, sul conto corrente. Per il lavoratore dipendente, avviene in busta paga.

Assegni familiari arretrati

Nel caso in cui il beneficiario non riceve il contributo o non è a conoscenza di averne diritto, può chiedere il pagamento degli assegni familiari arretrati. La domanda deve essere presentata al datore di lavoro. Solo in caso di accertata impossibilità per il datore di lavoro di versare il contributo, la domanda va inoltrata all’Inps.

Nel modello da compilare presso l’ufficio Inps, competente per territorio, devono essere indicati la composizione del nucleo familiare e la dichiarazione dei redditi per il periodo per il quale si richiede l’assegno. Gli arretrati si prescrivono in 5 anni e si calcolano dal 1° giorno del mese successivo a quello di maturazione dell’assegno familiare.

Nucleo familiare

La legge prevede l’erogazione dell’assegno familiare in base al reddito complessivo ed alla peculiarità del nucleo familiare. Secondo la tabella anf 2017, un nucleo familiare senza figli, né componenti inabili, con reddito complessivo di 13.593,49 euro ha diritto ad un assegno di 46,48 euro al mese.


Leggi anche: Assegni familiari dopo quanto tempo arrivano


Assegni familiari quanto spetta a ciascun figlio? Attualmente è al vaglio al Senato il disegno di legge che prevede un assegno universale per figli a carico fino a 26 anni. Tale assegno, calcolato sulla base della dichiarazione Isee, andrebbe a sostituire l’attuale assegno familiare anf. Per ciascun figlio fino a 18 anni l’assegno universale raggiungerebbe i 150 euro, dai 18 ai 26 anni 100 euro.