foto_gravidanza_alimentazione

Alimentazione in gravidanza: la dieta da seguire

Alimentazione in gravidanza

Durante i primi giorni di gravidanza in una gestante scattano mille ansie e paure, soprattutto in merito a cosa si è assunto prima di sapere di essere incinta, pure se si tratta semplicemente di cibi. Le donne incinte infatti vanno incontro a dei rischi legati proprio alla dieta in gravidanza.

Dieta in gravidanza

Il fabbisogno giornaliero aumenta fisiologicamente in una gravida, di conseguenza aumenta la fame in gravidanza. Ad aumentare è alla base il dispendio di energie soprattutto se si decide di allattare in gravidanza il primogenito che magari è ancora piccolo. Aumentano però, oltre alla fame, anche i fastidi, le nausee e le difficoltà digestive. Allora cosa fare in gravidanza se si presenta spesso gonfiore addominale, eruttazioni, eccessivo aumento di peso o problemi metabolici? L’unico rimedio è stabilire una dieta per la gravidanza.

Toxoplasmosi in gravidanza

I primi cibi da evitare in gravidanza sono quelli che sottopongono al rischio di trasmissione di toxoplasmosi, soprattutto in caso di toxoplasmosi negativa, cioè in assenza di anticorpi IGg. Dunque tutto il pesce crudo, le carni crude, i salumi in gravidanza sono da abolire, compreso lo speck e il prosciutto cotto perchè pur non essendo di per sé crudi, potrebbero essere stati contaminati dalle lame che tagliano altri salumi crudi. Inoltre, com’è risaputo, non fanno bene alla salute quindi ne ricaverete tanto di guadagnato. Per la toxoplasmosi bisogna stare attente a frutta e verdura che prima di essere consumate vanno lavate accuratamente con bicarbonato o con amuchina, il noto disinfettante alimentare.

Cosa mangiare in gravidanza

Vediamo invece cosa si può mangiare in gravidanza. Sostanzialmente tutto, purché sia ben cotto e ben lavato. Di fondamentale importanza è fare un’abbondante colazione in gravidanza, con the e biscotti, fette biscottate e marmellata, o yogurt e cereali e succhi di frutta, mentre la sera va evitato il consumo eccessivo di zuccheri. Si possono consumare tutti i frutti compresi quelli meno usuali come il melograno e molto adatti sono i frutti secchi come noci e nocciole. È preferibile evitare olio per friggere e utilizzare solo olio extra vergine di olive in gravidanza, limitare il sale e preferire le spezie come la curcuma. Il piccante in gravidanza non è vero che stimola il travaglio e il suo abuso può irritare la mucosa gastrica e intestinale. Mangiare piccante in gravidanza non è vietato, basta non esagerare.

Cosa non mangiare in gravidanza

Cosa non mangiare in gravidanza? Alimenti vietati in gravidanza o comunque fortemente sconsigliati sono quindi tutto il crudo, compreso il gustosissimo pesce crudo sushi, i cibi molto grassi come i formaggi freschi: la mozzarella di bufala e lo stracchino in gravidanza ad esempio sarebbero da limitare. Da non mangiare alcuni frutti di mare: le cozze in gravidanza è meglio non consumarle per il rischio di tifo o epatiti alimentari.

dieta in gravidanza

Primo mese di gravidanza

Se avete scoperto tardi di essere incinte e vi state domandando se quello che avete mangiato nei primi giorni di gravidanza possa aver fatto qualche danno, la risposta è no se voi state bene, cioè se non avete contratto infezioni o toxoplasmosi e questo lo saprete alle analisi che si fanno nel primo trimestre di gravidanza precisamente proprio nel secondo mese di gravidanza o appena si scopre di essere incinte se la scoperta avviene più in là. Comunque sono esami che si fanno prima del terzo mese di gravidanza, quindi cominciate la dieta per la gravidanza appena lo sapete e non pensate a nulla. Nell’arco dei primi mesi di gravidanza avrete le risposte che cercate.

Fragole in gravidanza

Le fragole sono un frutto molto gustoso ma bisogna stare attente a consumarle in gravidanza. Non tanto per le allergie come avviene nell’infanzia ma proprio per la toxoplasmosi. Le fragole infatti crescono a terra dove c’è maggior rischio di contagio delle feci dei gatti randagi, sede principale del virus. Consumarle sì ma solo dopo una lunga e accurata detersione in amuchina.

Salmone affumicato in gravidanza

Il salmone è un pesce ricco di omega 3 quindi è bene consumarlo, cotto o affumicato è poco importante, come anche il pesce spada in gravidanza è molto nutriente. Da evitare come già detto invece il pesce crudo in gravidanza, mentre in allattamento il sushi non ha controindicazioni. Come già ribadito evitate le cozze in gravidanza, via libera invece a calamari e polipo.

Tabella peso in gravidanza

L’aumento ponderale è fissato su una tabella. Idealmente nel primo trimestre di gravidanza dovreste prendere un chilo e mezzo, circa 500 grammi per mese. Se state già andando troppo oltre riguardate le vostre abitudini alimentari ed evitate la sedentarietà per prevenire patologie importanti legate al sovrappeso in gravidanza. La tabella di peso del feto può far sospettare un diabete gestazionale se la sua crescita è eccessiva.

Gelato in gravidanza

Come si può pensare di fare a meno al gelato in gravidanza, in particolar modo se la dolce attesa capita nella bella stagione? Il problema è che i gelati artigianali e le creme in genere sono fatte con uova crude che in gravidanza non vanno assolutamente consumate per il rischio di salmonellosi. Una buona alternativa è il gelato vegano, senza latte e senza uova.

Anche da ostetrica mi domando spesso come sia possibile che dentro le donne crescano bambini. Amo il fitness e mi occupo di corsi di ginnastica Prenatale e post-natale. Mi piace cantare, ballare, scrivere, recitare e cucinare, ma non so fare niente di tutto questo! :) Email: g.landy@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *