7 cose che ti gratificano come mamma

Un sorriso, una manina morbida e paffuta che ti fa una carezza… per gratificare una mamma (ma più in generale, i genitori) non serve molto. Ecco la nostra selezione.

  1. Il ricordo del parto.
  2. Sia stato spontaneo o cesareo, e a prescindere dalle ore di travaglio, in genere si esce dal parto con la sensazione di “avercela fatta”, di essere riuscite nell’impresa: d’ora in avanti, capiterà spesso di pensare “se ho partorito, posso essere capace anche di fare questo e quello…”. Una dose aggiuntiva di autostima e gratificazione per la neomamma.

  3. Quando il neonato cresce bene.
  4. Settimana dopo settimana, il peso del bambino aumenta, lo si vede crescere felice, che sia allattato al seno o con il biberon. La sensazione di essere il “tutto” del proprio bambino, può riempire di gioia e pace una neo mamma.

  5. Sentirsi chiamare mamma.
  6. Ok, ci saranno giorni e notti (soprattutto notti) in cui vorreste che il bambino chiamasse “papà” almeno una volta ogni tre (e così non sarà!), ma la tenerezza che scatena il sentirsi chiamare “mamma” è indicibile.

  7. Quando chiedono il bis di un piatto fatto dalla mamma (e magari contiene addirittura gli spinaci).
  8. Capita il giorno che la pappa viene categoricamente rifiutata, ma arriva il pranzo in cui tuo figlio di chiede di avere ancora risotto, pasta, polpette… fatte dalla mamma. Non sarà per piaggeria, non sarà per vedervi contente: sarà per fame (ovvio), ma anche per la gioia di stare insieme a tavola. Sono momenti belli e da apprezzare anche questi, capaci di gratificare mamma e papà!

  9. Che risate!
  10. Altro momento magico che riempie il cuore di mamma e papà: quando tutta la famiglia, dal più grande al più piccolo, scoppia a ridere fino alle lacrime per una sciocchezza, per una cosa qualunque, ma tutti per lo stesso motivo. In quei momenti si ha la sensazione che le cose andranno bene per sempre!

  11. Questo lo ha imparato da me…
  12. Tutti dicono che il bambino somiglia al papà e che ha preso il sorriso dalla nonna, lo sguardo dallo zio, la parlantina dal bisnonno… Insomma, talvolta il lavoro quotidiano delle mamme non viene giustamente valorizzato. Arriverà però il giorno in cui chiederete a vostro figlio “Da chi hai imparato questa canzone?” e lui, o lei, risponderà “Da te!”, riempiendovi di gioia. State facendo proprio un buon lavoro!

  13. Quando arriva un fratellino.
  14. Assistere al crescente senso fraterno tra i due o più fratelli è per la mamma uno spettacolo quotidiano: partecipare al fatto che i fratellini diventano sempre più una coppia, un gruppo, un sostegno l’uno per l’altro vi darà sicurezza e gratificazione.

mamma-felice-con-piccola mamma-contenta mamma divertita mamma e bambina
<
>

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *