ottava settimana di gravidanza

Ottava settimana di gravidanza: Cambiamenti importanti nel corpo della mamma

Ottava settimana di gravidanza: tutto quello che c’è da sapere

L’ottava settimana di gravidanza conclude il periodo del secondo mese in dolce attesa, ed è un periodo carico di nuove emozioni e sensazioni. Nel corpo della mamma si verificano cambiamenti importanti, come l’aumento del seno e uno stimolo maggiore ad andare al bagno. Oppure si avvertono con più frequenza nausee mattutine e fastidi provocati alla sola vista del cibo.

Tutto questo non deve spaventare: si tratta di una fase normale all’interno del complesso, ma emozionante, percorso della maternità.

I cambiamenti più importanti però si possono osservare nella piccola creatura che cresce nel pancione (ancora piccolissimo): il bambino ha cominciato a svilupparsi e l’embrione a 8 settimane assume più propriamente il nome di feto.

Ottava settimana di gravidanza: cosa cambia per il bimbo

La lunghezza del feto di otto settimane è di circa 1 centimetro, poco più di un fagiolino o di una nocciolina. Eppure, si possono già distinguere il nasino, la bocca e gli occhietti (con le pieghe delle palpebre). Anzi, sebbene le palpebre siano chiuse, e resteranno così fino alle ventiduesima settimana, gli occhi contengono già il pigmento colorato che determinerà il colore degli occhi del vostro bambino.
Le orecchie sono ancora poco sviluppate, ma si possono distinguere facilmente nelle immagini di un feto di 8 settimane.
Anche gli arti cominciano a formarsi in questa settimana, pur rimanendo ancora attaccati al corpo. Mani e piedi sono abbozzate, ma si possono già intravedere le dita palmate, che si separeranno definitivamente solo nelle settimane successive.
All’interno, dopo otto settimane di gravidanza, gli organi principali si stanno formando: l’apparato respiratorio comincia a diramarsi e nel cuore, che batte forte forte, si distinguono già le due valvole.
Il peso del feto di 8 settimane è di circa 3 o 4 grammi: è incredibile pensare quanta gioia e quanti cambiamenti possa portare nel corpo di una mamma una creaturina così piccola.

Ecco un feto di 8 settimane in alcune immagini:

feto ottava settimana

Leggi anche: settima settimana di gravidanza: gli esami da fare, i sintomi e il bambino

Ottava settimana di gravidanza: cosa cambia per la mamma

Rispetto al primo mese, il secondo è più ricco di cambiamenti per il corpo della mamma, anche se la pancia all’ottava settimana di gravidanza non è ancora visibile. Tuttavia questo è anche il momento in cui, grazie a sintomi dell’ 8 settimana di gravidanza, si percepisce fisicamente la presenza della piccola vita che sta crescendo dentro di voi.
Anche se all’inizio questi cambiamenti possono spaventarvi, o se avrete la sensazione che il vostro corpo non appartenga più a voi ma solo al vostro bambino, non dovete avere paura. Il corpo di una mamma e quello del bambino dentro di lei sono fatti per trascorrere i nove mesi della gravidanza in simbiosi e armonia. Voi gli darete nutrimento e protezione, ma lui vi regalerà la gioia di un cuoricino che batte o di un piedino che scalcia.
Uno dei sintomi dell’ottava settimana più comuni è lo stimolo ad andare in bagno molto spesso. Si tratta di un fenomeno normalissimo e anche molto semplice da spiegare. L’utero, per poter ospitare comodamente il feto, cresce insieme a esso, premendo sulla vescica e costringendovi a visitare con maggior frequenza la toilette.

Ecco una simpatica sintesi dell’ottava settimana di gravidanza per immagini:

Leggi anche: Nona settimana di gravidanza:

Altri sintomi dell’8 settimana di gravidanza

Un altro cambiamento visibile nel corpo della mamma al secondo mese di gravidanza è l’aumento del seno. L’organismo si sta preparando per essere pronto a nutrire la nuova vita che nascerà. I dotti lattiferi si formano infatti già nel primo mese di gravidanza, e a partire dal quarto o quinto mese il seno può produrre il latte materno. Risulta quindi perfettamente normale notare un aumento del seno già ora.
All’8 settimana di gravidanza la pancia non è ancora aumentata, perché il bambino è ancora molto piccolo. Tuttavia si può notare qualche accenno di rotondità.

Meno appariscente, ma più fastidiosa è la sensazione di prurito o bruciore al seno che spesso accompagna la gravidanza. Proprio durante l’8 settimana di gravidanza i primi sintomi si avvertono, e possono continuare per qualche tempo. Il seno, infatti, che in ogni caso resta una delle zone più sensibili del corpo femminile perché ricco di terminazioni nervose, può diventare molto più sensibile sia prima sia dopo il parto.
Può capitare in questo periodo di notare anche dei piccoli rigonfiamenti sull’areola intorno al capezzolo, molto simili alla pelle d’oca. Si tratta dei tubercoli di Montgomery, le ghiandole del seno, che – a causa dell’aumento dell’attività e della circolazione sanguigna – diventano più numerose o si ingrossano. Niente di cui preoccuparsi, anzi: è un’altro segnale che il nostro corpo si sta preparando alla maternità. I tubercoli di Montgomery hanno infatti lo scopo di lubrificare il seno e di disinfettarlo per poter allattare il bambino in tutta sicurezza.

aumento seno gravidanza

Leggi anche: Seno in gravidanza: aumento volume, tubercoli di Montgomery e capezzoli duri

Ottava settimana di gravidanza: cosa cambia per papà

Spesso i papà si sentono tagliati fuori dalla gravidanza, soprattutto durante le prime settimane, quando la presenza del feto è ancora “una questione privata” tra mamma e bimbo. Invece, la loro vicinanza e il loro affetto è importantissimo nella vita della neo-mamma.
Come abbiamo visto, l’ottava settimana è ricca di cambiamenti a livello fisico e ormonale per la mamma, e può capitare di avvertire un calo del desiderio sessuale. Si tratta di un sintomo normalissimo, sia a causa del forte stress ormonale sia a causa dell’ipersensibilità al seno e degli altri fastidi di cui abbiamo parlato prima.
Inoltre, la paura infondata di far male al feto durante il rapporto può scoraggiare sia mamma che papà dal dedicarsi qualche momento di intimità durante la gravidanza. Quest’ultimo fattore non deve assolutamente impedirvi di fare l’amore con il vostro compagno quando ne sentite il bisogno. Anzi, rafforzerete il vostro legame affettivo e aiuterete il vostro corpo a prepararsi al parto. Le contrazioni dell’orgasmo infatti rafforzano la muscolatura dell’utero.
Se un calo di desiderio è il sintomo più comune durante il primo trimestre per la maggior parte delle donne, le più fortunate notano invece un aumento del desiderio, sempre legato ai cambiamenti fisici e ormonali del loro corpo. Capelli più lucidi, pelle più liscia e perché no… seno più prosperoso possono rendere la donna in dolce attesa ancora più sensuale e attraente.

8 settimane di gravidanza

Leggi anche: Settima settimana di gravidanza: gli esami da fare, i sintomi e il bambino

Ottava settimana di gravidanza: ecografia e altri esami

Molte mamme scelgono di fare la prima ecografia all’ottava settimana di gravidanza: come abbiamo visto, l’embrione è diventato un feto e ha già assunto le forme del pargoletto che presto stringerete tra le braccia. La prima volta in cui si guarda attraverso il monitor quel corpicino minuscolo con le piccole dita palmate e un accenno di nasino è un momento unico nella vita di ogni mamma.

Se quella dell’8 settimana di gravidanza è la prima ecografia, il ginecologo vi sottoporrà ad alcune analisi:

  • esame delle urine
  • esame del sangue con rilevazione del fattore Rh
  • pap-test
  • esami per l’individuazione della malattie infettive

Inoltre verrà redatta la storia clinica della mamma e del papà del nascituro.
Oltre alle analisi, il ginecologo vi darà anche delle indicazioni sull’alimentazione da seguire. Alcol e tabacco sono banditi (anche il fumo passivo!), mentre la caffeina, se presa senza esagerare, può ancora far parte della dieta di una neo-mamma. Vitamine e acido folico serviranno invece a equilibrare l’alimentazione e a garantire il giusto apporto di sostanze nutritive. Durante i primi mesi di gravidanza è importantissimo mantenere alto il livello di acido folico, onde evitare malformazioni del feto, come l’anacefalia o la spina bifida.

Ecco un’ecografia di 8 settimane con il commento della dottoressa Laura Letizia Mazzarelli.

Leggi anche: Ecografia morfologica in gravidanza: quando farla e a cosa serve

Curiosità sull’ottava settimana di gravidanza

Una delle domande più frequenti che le future mamme e i futuri papà si pongono è: “A che settimana si vede il sesso del bambino?”
Non è raro infatti che la coppia in dolce attesa cominci già dalle prime settimane di gravidanza a pensare a come sarà la vita insieme al nuovo piccolo. Le mamme attendono con ansia di poter allattare al seno la creatura che hanno tenuto in grembo per nove mesi, di lavarla, vestirla e coccolarla. I papà già si vedono a insegnare ai loro ometti a tirare un rigore, o a dover imparare a intrecciare i capelli alla loro principessa quando la mamma non c’è. Fantasticare su come sarà l’essere genitori è uno dei momenti più belli della gravidanza, e riguarda sia i papà che le mamme.
Bisogna però aspettare almeno il terzo o il quarto mese per poter eseguire un’ecografia morfologica  in grado di determinare con certezza se terrete in braccio un maschietto o una femminuccia. Tuttavia le gonadi (che diventeranno ovaie o testicoli) si formano già dopo 8 settimane di gravidanza. Ci vorrà solo qualche settimana in più affinché diventino bel visibili, ma di tempo per sapere se comprare il fiocco rosa o azzurro ce n’è in abbondanza.
Dopotutto, se proprio non vedete l’ora di cominciare a comprare tutine, pigiamini e giochi per il vostro bambino in arrivo, potete sempre optare per qualcosa dal colore neutro.

Leggi anche: Nona settimana di gravidanza: sintomi ed esami

Olga De Blasio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *