foto gravidanza cinque settimane

Quinta settimana di gravidanza: tutto quello che c’è da sapere

Quinta settimana di gravidanza: l’inizio di un percorso

La quinta settimana di gravidanza può essere proprio quella in cui i primi sintomi iniziano a farsi più evidenti e potresti renderti conto per la prima volta che il tuo corpo sta cambiando, anche se all’esterno appari come sempre.
Se la gravidanza non è stata programmata, potresti aver scoperto la lieta notizia proprio alla quinta settimana. Se al contrario, aspettavi da tempo questo dolcissimo momento, allora potresti già aver fatto il test di gravidanza.
Sei pronta a scoprire cosa ti aspetta durante la quinta settimana di gravidanza? Ci sono moltissime novità sullo sviluppo del bambino e su come, piano piano, il tuo corpo cambia. Dapprima questi segnali sono impercettibili e con il passare del tempo diventeranno visibili a tutti.
Vedremo anche che il futuro papà ha un ruolo importantissimo non solo durante i primi mesi di gravidanza ma per tutto il percorso. 

5 settimana di gravidanza: sintomi

Nella quinta settimana di gravidanza i sintomi iniziano a farsi sentire nella maggior parte delle donne. Tuttavia, se non stavi cercando una gravidanza potresti anche non percepirli dal momento che sono molto leggeri e con una grande varietà da donna a donna. Tuttavia, proprio nella quinta settimana potresti notare che il tuo ciclo mestruale è in ritardo. Per questo motivo, la maggior parte delle donne svolgono un test di gravidanza proprio in questo periodo.
Ma quali sono i sintomi della quinta settimana di gravidanza? Il tuo corpo ha già iniziato a cambiare perché i livelli di estrogeni e progesterone stanno aumentando insieme all’ormone HCG (gonadotropina corionica umana), l’ormone della gravidanza presente nelle urine. Oltre a ciò, la stanchezza e la sonnolenza potrebbero metterti in allarme perché improvvisamente potresti aver bisogno di fare più pause durante il giorno e alla sera addormentarti anche molto prima del solito.
Altri sintomi della quinta settimana di gravidanza possono essere le leggere nausee mattutine, non ancora così forti da farti correre subito in bagno, e un seno più duro e gonfio. Potresti accorgertene al mattino se hai l’abitudine di dormire con il reggiseno. Il motivo è che le ghiandole mammarie hanno già iniziato a crescere per prepararsi all’allattamento.
Alcune donne più sensibili potrebbero avere disgusto per certi profumi e odori forti e cambiare lentamente i loro gusti. Stai tranquilla invece se fino ad adesso hai avuto una gravidanza senza sintomi. Le prime settimane sono molto soggettive e alcune donne possono non accorgersi di questi piccoli cambiamenti. Nel video seguente, un’ostetrica racconta come si svolge il 2 mese di gravidanza e i cambiamenti che avvengono nel corpo della mamma.

Leggi anche: Prima settimana di gravidanza: i sintomi, il bambino e gli esami da fare

Quinta settimana di gravidanza: ecografia?

Innanzitutto va detto che la quinta settimana di gravidanza corrisponde al periodo compreso tra 4+0 e 4+6 partendo dall’ultima mestruazione. Questo significa che sei al secondo mese di gravidanza. Non si può ancora parlare né di bambino né di feto a 5 settimane. Il termine corretto per lo sviluppo a 5 settimane di gravidanza è embrione. Questo ha una misura davvero minima che va da 1,5 mm a 2,5 mm. Tuttavia se si è fortunate, si può già vederlo, insieme alla camera gestazionale, attraverso un’ecografia transvaginale.
La notizia che ti lascerà esterrefatta è che alla fine della quinta settimana il cuore è sviluppato e inizia a battere molto velocemente! Il tuo bambino si sta sviluppando a un ritmo incredibile e piano piano iniziano a differenziarsi gli occhi e le orecchie. Sebbene l’embrione a 5 settimane sia piccolo come un semino d’arancia, te lo puoi immaginare con un girino. La testa è già molto grande mentre il corpo ha ancora bisogno di definirsi per bene. In questo video viene mostrato, da parte di un ginecologo, lo sviluppo del feto a 5 settimane.

Leggi anche: Quarta settimana di gravidanza: i sintomi della mamma, la crescita del bambino e tutte le cose da sapere

Gli esami da fare nella quinta settimana di gravidanza

Gli esami da fare in gravidanza nella quinta settimana sono diversi. Per prima cosa è necessario svolgere un test di gravidanza domestico che segnalerà la presenza dell’ormone HCG nelle urine e quindi l’avvenuto concepimento. Tuttavia, per sapere nella quinta settimana di gravidanza quali sono i valori delle beta è necessario farsi prescrivere dal medico un esame del sangue per confermare lo stato d’attesa. Il risultato dell’esame viene dato nel giro di qualche ora.
Se il valore delle beta è eccessivamente alto non c’è da preoccuparsi perché potrebbe essere un chiaro segnale che sei in attesa di gemelli. Dopodiché è bene andare presso il proprio ginecologo per poter fare la prima ecografia alla 5 settimana. Come già accennato in precedenza, l’ecografia a 5 settimane si svolgerà per via transvaginale perché l’embrione è ancora molto piccolo, ma sarà già possibile vedere (ma non sentire) con accuratezza il cuore battere, il sacco vitellino e il numero di embrioni. Gli altri esami da effettuare al più presto sono:

  • Toxotest per verificare l’eventuale immunità alla toxoplasmosi
  • l’emocromo completo che attesta la salute generale della mamma
  • il test dell’HIV
  • il Rubeo test che serve a verificare l’immunità dalla rosolia

Non appena il test di gravidanza ha confermato la dolce attesa, è fondamentale iniziare ad assumere l’integratore di acido folico al fine di evitare qualsiasi possibile anomalia nello sviluppo del feto.

foto gravidanza esami

Leggi anche: Terza settimana di gravidanza: sintomi, esami da fare, interrogativi

Il ruolo del papà a 5 settimane di gravidanza

L‘aiuto del papà durante la quinta settimana di gravidanza è fondamentale per la futura mamma. Sebbene molte mamme non sono ancora al corrente di essere in dolce attesa, si possono sentire diverse, strane e con sbalzi d’umore inusuali. Proprio per tale motivo, è importantissimo che il papà supporti psicologicamente la donna in questo percorso.
Tanti possono essere i dubbi, le paure ma anche la gioia nello scoprire il concepimento. Se stai aspettando il tuo primo figlio, potresti sentirti impaziente ma allo stesso tempo nervosa perché non sai cosa ti aspetta. Il papà può aiutarti molto nell’accompagnarti a svolgere i tuoi primi esami e dal ginecologo per l’ecografia. Da questo momento in poi sarai sempre più coccolata, approfittane.

foto-gravidanza-5-sett

Leggi anche: Sesta settimana di gravidanza: i sintomi, la prima ecografia e gli altri esami da fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *