Neonato e mamma

Neonati riconoscono l’odore della mamma a 2 metri di distanza. La ricerca

Neonati e odore della mamma

Il legame mamma figlio è unico e difficile da spiegare. L’attesa, le sensazioni vissute durante la gravidanza e il primo abbraccio sono dei momenti indimenticabili per entrambi i genitori, ma la mamma conosce il proprio piccolo ancor prima della nascita, lo sente crescere e percepisce i suoi movimenti nel suo corpo attimo dopo attimo. Il rapporto mamma-figlio nasce nove mesi prima del parto ed è percepito in modo forte anche dal neonato, in grado di riconoscere l’odore della mamma anche a due metri di distanza già nei primi giorni di vita. Il bambino che cresce nella pancia sente la voce della mamma, nuota nel liquido amniotico ed è legato in modo indissolubile a lei, un legame che sarà ancora più forte fuori dalla pancia. Una recente ricerca americana ha studiato proprio il modo con cui i neonati riconoscono la mamma tramite l’olfatto. L’odore della mamma inoltre è in grado di apportare tre importanti benefici al bambino come illustrato in basso.

Sviluppo dell’olfatto nei bambini

L’olfatto è uno dei primi sensi che si sviluppa nel bambino durante la gravidanza. A due mesi le cavità nasali del piccolo sono formate e a cinque mesi il bambino è già in grado di inghiottire e succhiare. In un giorno il nascituro inghiotte circa mezzo litro di liquido amniotico, lo digerisce e assimila i nutrienti. Il neonato sente l’odore della mamma già all’interno della pancia, a contatto con il liquido amniotico e una volta nato sarà orientato proprio dall’olfatto nei suoi movimenti. Al primo contatto con la pelle della mamma, una volta nato, il neonato sentirà il suo odore e si dirigerà verso il capezzolo per trovare nutrimento e rassicurazione.
Recenti studi hanno inoltre dimostrato che il sudore della mamma, nei primi mesi dopo il parto, ricorderebbe ai neonati il sapore del liquido amniotico. Già nei primi istanti di vita perciò i bambini apprendono l’odore della loro mamma e sono pronti a riconoscerlo.

Leggi anche: L’odore della mamma è unico ed indimenticabile per il bambino

Neonato riconosce odore madre

I neonati riconoscono l’odore della mamma a 2 metri di distanza

I primi istanti di vita di un neonato sono momenti indimenticabili per la mamma e il bambino. Anche se la vista ancora non aiuta i piccoli a orientarsi, l’odore della mamma permette al bebè di riconoscerla. I neonati annusano l’ambiente e sentono il contatto con la pelle in modo unico, sfruttando a pieno l’olfatto e il gusto. Una ricerca dell’Università della California, pubblicata su Neuron, ha evidenziato che appena nato il bambino è in grado di “assorbire” l’odore della mamma tramite le narici per poi non dimenticarlo più. Quel profumo diventa familiare per il neonato che è in grado nei giorni successivi di riconoscere chi lo ha messo al mondo proprio con l’olfatto. La ricerca ha evidenziato che il bambino è in grado di riconoscere la mamma a 2 metri di distanza, proprio tramite il suo odore. L’olfatto diventa il modo per il bambino di orientarsi una volta messo al mondo, riconoscendo la mamma, il seno e la fonte di nutrimento, ma anche cercando coccole e carezze.

Leggi anche: L’importanza dell’odore della mamma: la prova in un video

Neonato riconosce odore mamma

Odore della mamma per il neonato: i 3 benefici

L’odore della mamma per un neonato, oltre a mettere le basi per un legame unico, comporta numerosi benefici. Un recente studio statunitense ha dimostrato che il contatto con la mamma, e sentire il profumo della sua pelle, ha tre effetti positivi sui bambini appena nati soprattutto per quelli allattati con il biberon, ecco quali sono:

  • l’odore della mamma permette al bambino di accettare il biberon più facilmente;
  • il profumo della mamma ha un effetto consolatorio nel bambino, attenuando il pianto;
  • l’odore della mamma è in grado anche di far sopportare di più il dolore al neonato.

Leggi anche: 4 curiosità da sapere sui primi giorni del neonato

Odore mamma

I neonati percepiscono le emozioni della mamma dall’odore

L’odore diventa perciò il primo modo dei neonati per riconoscere la mamma. I feromoni emanati dalla donna renderebbero il suo odore riconoscibile dal bambino anche a occhi chiusi. Mamma e neonato sono in grado di riconoscersi anche senza vedersi o toccarsi, soltanto con l’olfatto. Recenti studi hanno dimostrato che il profumo della pelle di una donna dopo il parto riesce a trasferire le sue emozioni al bambino, sia negative che positive. Oltre a trasmettere calma e serenità al piccolo, la mamma riuscirebbe a far capire però anche il suo stato di ansia o di agitazione al neonato soltanto attraverso l’odore.

Leggi anche: Perché quando i neonati sudano non emanano cattivo odore?

Odore neonato mamma

Odore del neonato: anche la mamma riconosce il figlio dall’olfatto

Non è solo il bambino a riconoscere la mamma dall’odore, ma anche chi lo ha messo al mondo non confonderebbe il profumo della sua pelle con nessun altro. L‘odore di un figlio è indelebile per la mente della mamma che sarebbe in grado di riconoscerlo su mille. Uno studio del Monell Chemical Senses Centre di Philadelphia ha dimostrato che il profumo del neonato ha effetti benefici anche sulla mamma, trasmettendo piacere e sensazioni positive. Esiste perciò un legame unico e indissolubile tra mamma e neonato che va oltre la vista e la distanza, un legame a pelle destinato a durare negli anni.

Leggi anche: L’odore del neonato dà piacere e soddisfazione alla mamma

Mamma neonato odore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *