foto_mamma_atleta

Bonus per le mamme-atlete: cos’è e come funziona

Sei una mamma-atleta? C’è un importante novità per te!

Il Governo ha deciso di stanziare nuovi fondi per l’aiuto economico a tutte le mamme-atlete, anche non professioniste. La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha infatti approvato il “Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano”, con il quale le atlete possono richiedere un sussidio economico anche durante il periodo di congedo.

Bonus mamme-atlete: cos’è e come funziona

Il Governo, in particolare, ha stanziato un fondo da tre milioni di euro. In particolare, 1 milione di euro per il 2019, 1 milione di euro per il 2020 e 1 milione di euro a decorrere dal 2021. Se le donne sono in possesso di determinati requisiti, potrà essere erogato loro un sussidio di maternità pari a 1.000 euro, fino ad un massimo di dieci mesi. In questo modo verrà garantita un’entrata fissa a tutte le donne che svolgono un’attività sportiva agonistica anche durante il periodo di congedo pre e post parto.

Leggi anche: Tania Cagnotto, quanta dolcezza con la figlia Maya: le foto

I requisiti

foto_sport_gravidanza

Quali sono i requisiti per richiedere il bonus? Innanzitutto bisogna svolgere un’attività sportiva agonistica regolarmente riconosciuta dal Coni, non appartenere a gruppi sportivi militari e non avere altri redditi derivanti da attività superiori ai 15000 euro lordi. Altre prerogative fondamentali prevedono l’essere in possesso della cittadinanza italiana o di un Paese membro dell’unione Europea e di regolare permesso di soggiorno.

Oltre a quelli sopracitati, per poter richiedere il bonus le atlete devono trovarsi, al momento della richiesta, in una delle seguenti condizioni:

– partecipazione ad una selezione nazionale della federazione di appartenenza per gare ufficiali almeno una volta negli ultimi cinque anni;

– aver partecipato ad una olimpiade, o ad un campionato, o coppa del mondo, o a un campionato o coppa europei riconosciuti dalla federazione di appartenenza negli ultimi cinque anni;

– aver preso parte a un campionato nazionale federale per almeno due stagioni.

foto_sport_incinta

Per ogni tipo di informazione basta visitare il sito www.sport.governo.it ed accedere nell’area dedicata al Fondo.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *