bambino vaccino

Vaccini in calo: è allarme mondiale secondo l’OMS

Non vaccinare i bambini: una tendenza pericolosa

Le vaccinazioni sono uno dei più potenti strumenti di prevenzione, un gesto efficace per proteggere i propri bambini dal contrarre malattie che possono portare a gravi complicanze.
Spesso però i genitori sono riluttanti nel somministrare i vaccini ai loro bambini a causa della cattiva informazione che è dilagata negli anni, un male che, secondo l’OMS, mette a rischio la salute globale.

L’OMS contro i NoVax

L’importanza dei vaccini è stata una delle tematiche al centro del piano di azione OMS 2019-2023, dove gli esperti hanno stilato una lista delle minacce per la salute dell’uomo.
Tra queste minacce, oltre all’inquinamento e ai cambiamenti climatici, gli esperti hanno puntato il dito soprattutto contro i NoVax, coloro che promuovono l’idea che non vaccinarsi sia una scelta giusta e consapevole.
È importante capire invece che il rifiuto della profilassi potrebbe portare a compiere passi indietro in campo scientifico, invertendo i progressi ottenuti finora nella lotta contro le malattie prevenibili con il vaccino e rischiando un ritorno delle malattie che si credevano debellate.

bambini vaccino

Leggi anche: Vaccinazioni in calo: la situazione italiana preoccupa

Il caso del morbillo

Un caso che ben spiega le preoccupazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, è il ritorno in Italia del morbillo. 1096 sono stati i casi dal 1 gennaio al 31 maggio 2019 con segnalazioni che provengono da tutte le regioni, in particolare da Lazio, Emilia-Romagna e Lombardia. A preoccupare però è soprattutto il fatto che tra i casi segnalati circa 120 siano stati bambini sotto i 5 anni di età, di cui 43 avevano meno di 1 anno.
Come evitare tutto ciò? Semplicemente vaccinando i nostri bambini, i più esposti a rischi infezione. Oggi il vaccino trivalente contro morbillo, parotite e rosolia è assolutamente sicuro essendo stata allontanata la falsa idea che possa avere legami con lo sviluppo di autismo.
bambini morbillo
Leggi anche: morbillo: sintomi, rischi e prevenzione

Il vaccino: non un’opinione, ma una scelta consapevole

Scegliere di non vaccinare il proprio bambino, o di rinviare le vaccinazioni, espone non solo lui al rischio di contrarre malattie. Le vaccinazioni, infatti, servono sia a tutelare il tuo bambino sia, indirettamente, a proteggere coloro che per alcune controindicazioni non possono essere vaccinati. Questo tipo di protezione indiretta è detta immunità di gregge.
È importante capire che solo facendo squadra e vaccinando tutti i nostri bambini si manterrà una copertura abbastanza sufficiente per impedire al virus di circolare, fino a farlo scomparire.

Di seguito lo spot “Facciamo squadra per la nostra salute” con il campione di pallavolo Ivan Zaytsev.

Leggi anche: Perché è giusto che le vaccinazioni siano obbligatorie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *