sudamina neonati

Pericolo sudamina nei bambini: cause e rimedi

Sudamina: cosa significa?

Con il termine sudamina si configura una dermatite da sudore, frequente in neonati e bambini, ma che può comparire anche negli adulti.
Viene definita anche miliaria o sudorina e si manifesta come un eritema della pelle.
Ecco le cause, i rimedi e come prevenire la comparsa di tale irritazione.

Come riconoscere la sumadina?

La sudamina è un eritema da sudore, tipico soprattutto della prima infanzia.
Si presenta con un arrossamento della pelle che diventa anche ruvida e si copre di bollicine di colore bianco.
La causa della sudamina è da riscontrare in un’ostruzione delle ghiandole sudoripare che non permette al sudore di fuoriuscire.
Lo stesso, non riuscendo a fluire all’esterno del corpo, si manifesta attraverso l’irritazione cutanea che provoca fastidio e prurito al neonato.

Leggi anche: Sudamina nei bambini: quanto dura?

sudamina cause

Come curare la sudamina?

La miliaria o sudamina si manifesta nelle zone più calde del corpo, cioè quelle che tendono a scaldarsi di più: la testa, le ascelle, il viso, il collo, le pieghe delle articolazioni.
Solitamente l’eritema scompare in 48 ore, se efficacemente trattato. Per guarire bisogna innanzitutto controllare la temperatura in casa, evitando che sia elevata e favorendo un clima ventilato, grazie all’uso del condizionatore.
Si può provare a far passare la sudamina o ad alleviarne il fastidio con un bagno in acqua tiepida e bicarbonato o amido di mais o riso.
Il bimbo deve essere vestito solo con tessuti naturali come cotone e lino e con indumenti leggeri e non aderenti.
Si può mettere sull’irritazione una crema idratante, meglio se ricca di ossido di zinco.
Tra i rimedi anche una buona idratazione del bambino, evitando che assuma poca acqua o latte.

Leggi anche: Dermatite atopica bambini

sudamina rimedi

Come prevenire la sudamina?

L’eritema da sudore si manifesta soprattutto nei bambini. Difatti, la loro pelle è più sensibile e non hanno un sistema di regolazione della temperatura interna non è ancora del tutto perfezionato. Inoltre i bambini non possono scoprirsi quando sentono troppo caldo e si trovano a sopportare anche delle temperature troppo elevate.
I neonati, essendo più piccoli, hanno anche una minore capacità di disperdere il calore e sono più a rischio di reazioni come la sudamina.
Per prevenire l’insorgere di questo fastidio, insomma, è fondamentale tenere sempre sotto controllo la temperatura dei neonati e la loro giusta idratazione, rendendosi così facilmente conto se il piccino stia soffrendo un alzamento della temperatura e potendo, così, intraprendere per tempo le giuste azioni, volte a permettere di abbassare la temperatura corporea del bambino, se il sudore da solo non ce la fa, prima dell’insorgere di spiacevoli controindicazioni.

Leggi anche: Dermatite da pannolino: cos’è e come curarla

sudamina prevenzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *