Foto ciuccio neonato come abituarlo

Ciuccio: come abituare il neonato

Il ciuccio: una salvezza per le mamme?

L’utilizzo del ciuccio per i neonati è una questione che spesso divide il mondo delle mamme. Da un lato c’è chi sceglie fin dall’inizio di evitare l’approccio con il ciuccio, ritenendolo un oggetto “pericoloso” per la salute dei denti del proprio bambino; dall’altro lato, invece, c’è chi ritiene il succhiotto un oggetto indispensabile nelle proprie giornate, un prezioso alleato per riportare la tranquillità.
In effetti, il ciuccio può essere una salvezza per le mamme: può tranquillizzare nei momenti di nervosismo, può sostituire il seno negli attimi prima di addormentarsi, può scandire il tempo tra una poppata e l’altra. Non sempre però il bambino accetta, fin dall’inizio, ben volentieri il succhiotto. Vediamo insieme qualche suggerimento.

Succhiare: un piacere per il neonato

Fin dalle prime ore di vita, il piccolo è portato, per istinto, a ciucciare. La suzione rappresenta per il neonato un bisogno innato che gli permette di nutrirsi. Associando il ciucciare alla soddisfazione di un bisogno, ogni cucciolo d’uomo è inevitabile che provi piacere e serenità durante questo processo, che spesso, come dimostrano le ecografie, comincia già all’interno della pancia della mamma.
Ci sono bambini che non vorrebbero mai staccarsi dal seno della mamma o che ciucciano il dito o le manine fin dai primi giorni di vita. Allora perché non favorire questa sensazione di benessere facendo “conoscere” al neonato il succhiotto? Molte mamme rinunciano a dare il ciuccio al proprio bambino per paura che sarà difficile poi allontanarlo. Ma, così come sarà naturale l’approccio a questo oggetto, altrettanto naturale sarà poi il distacco.
Il ciuccio è un prezioso alleato per le mamme: può rendere più tranquillo il piccolo nei momenti di stress, può conciliare il sonno e può rilassare. E intanto… può rasserenare anche la mamma.

Leggi anche: Ciuccio di notte: sì o no? I benefici e i lati negativi da conoscere

Foto succhiare un piacere per il neonato

Come abituare il neonato al ciuccio

Ci sono bambini che però non provano interesse nel ciuccio e per i quali questo oggetto non rappresenta nessuna fonte di benessere. Esistono degli accorgimenti che, se messi in atto, possono favorire l’abitudine al ciuccio e un approccio più proficuo con esso. Vediamoli insieme.

  1. Il momento dell’approccio con il succhiotto non deve essere fonte di stress. Non bisogna forzare il piccolo a tenere in bocca il ciuccio in qualsiasi momento della giornata: bisogna proporlo con delicatezza, facendo in modo che si avvii una conoscenza tranquilla e serena dell’oggetto, rispettando i tempi del neonato. Quindi, mamme, armatevi di pazienza e di costanza, senza che queste situazioni di cambiamento creino anche in voi sensazioni di stress e di ansia.
  2. Provare a proporlo prima di addormentarsi. Quando il piccolo è stanco, è più propenso a lasciarsi coccolare e quindi, introdurre il ciuccio nei momenti che precedono la nanna, può essere un consiglio prezioso per abituarlo a utilizzarlo per addormentarsi nella sua routine.
  3. Lasciare che il piccolo sperimenti succhiotti diversi. Sul mercato, oggi, abbiamo a disposizione tantissimi tipi di ciuccio diversi, che variano a seconda del materiale, della forma, del colore. Ogni piccolo deve essere libero di scegliere quello che va meglio per lui, senza essere forzato a ciucciare qualcosa dalla quale non è attratto.
  4. Non addolcire il ciuccio con zucchero o miele. Utilizzare questi trucchetti per far accettare più volentieri il ciuccio rischiano soltanto di far innervosire il piccolo quando il ciuccio non sarà così dolce. Creare queste cattive abitudini non aiuta il piccolo nell’approccio con questo prezioso amico. La pazienza e la serenità della mamma nell’offrirgli questo compagno di infanzia sono fondamentali per la riuscita dell’intento.

Leggi anche: Quando dare il ciuccio al bambino

Foto come abituare il neonato al ciuccio

Ciuccio? Sì, grazie

Bisogna innanzitutto dire che, se le mamme hanno a disposizione un alleato così importante per concedersi qualche momento di pausa, forse è bene che lo utilizzino. Se utilizzato con i dovuti accorgimenti, il succhiotto rappresenta un amico del bambino e della mamma, indispensabile per trascorrere giornate tranquille e notti serene. Vediamo insieme i vantaggi dell’utilizzo del ciuccio.

  1. Favorisce la consolazione del piccolo. Un neonato stanco, nervoso o annoiato può rappresentare fonte di ansia e impotenza quando ci si trova in situazioni sconvenienti o poco conosciute. Il potere di rasserenare il piccolo che il ciuccio ha, rappresenta quindi l’arma vincente per giornate più serene.
  2. Favorisce la riduzione della cosiddetta “morte in culla”. Nel momento in cui il bambino ciuccia, la lingua si trova per forza di cose nella posizione corretta e quindi viene scongiurato il soffocamento. Inoltre, la suzione, contribuisce a tenere più sveglio il piccolo, evitando così i casi di apnea notturna.
  3. Evita la suzione del pollice. Cucciare il ciuccio è molto meglio rispetto alla suzione del pollice, in quanto il dito risulta non adatto per sviluppare una corretta dentizione e per la conformazione del palato. Inoltre, nel momento del distacco, come si può allontanare il piccolo dal proprio pollice?

Leggi anche: Dormire senza ciuccio: 10 consigli per abituarlo al distacco

Foto ciuccio sì grazie

I contro dell’utilizzo del ciuccio

Come tutte le cose, anche l’utilizzo del ciuccio può avere i suoi svantaggi.Vediamoli insieme.

  1. Sebbene il succhiotto rappresenti una buona arma per tranquillizzare il piccolo, esso, a volte, può interferire con l’allattamento al seno. Bisogna stare attente, infatti, a non presentare il ciuccio troppo presto, prima dei 40-50 giorni di vita, per evitare che il piccolo confonda l’effetto consolatorio del ciuccio con il bisogno soddisfatto di nutrirsi dal seno materno.
  2. Se l’utilizzo del ciuccio si protrae oltre i 3 anni di vita del bambino, esso può essere poi legato a problemi dell’arcata dentaria o della malocclusione. Sul mercato, oggi, però, si trovano ciucci all’avanguardia per quanto riguarda la forma e l’anatomicità, che possono scongiurare questi tipi di problemi.
  3. Un uso scorretto ed eccessivo del ciuccio, anche in situazioni che non lo richiedono, possono rendere il piccolo fortemente dipendente da esso e farlo sprofondare in crisi di pianto inconsolabili in mancanza del suo amato alleato.

Leggi anche: Leccare il ciuccio del neonato per pulirlo evita le allergie?

Foto i contro dell'utilizzo del ciuccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *