foto pisellino del neonato copertina

3 cose da sapere sul pisellino del neonato

Cose da sapere sul pisellino del neonato: i dubbi delle mamme

Molte mamme, accorgendosi che il pisellino del neonato è molto diverso da quello di un adulto, sono assalite dai dubbi. Come favorire il naturale sviluppo? Come tenerlo pulito per evitare infezioni? Come accorgersi se qualcosa non va? Fortunatamente la natura è assolutamente perfetta, e ha dettato anche per questo delle tappe evolutive che rispondono alle esigenze dell’individuo in quel momento. Il pisellino del neonato, perciò, non necessita, se non in casi eccezionali, di particolari tecniche di pulizia, ma nemmeno di manovre di scollamento. Ecco 3 cose da sapere sul pisellino del neonato.

1. L’anatomia del pisellino del neonato: le tappe evolutive

Il pisellino del neonato alla nascita si presenta chiuso, ovvero con un prepuzio non abbastanza largo da permettere al glande di fuoriuscire. Questa condizione, chiamata fimosi, è naturale nei primi anni, mentre può far preoccupare se persiste dopo l’inizio dell’attività sessuale. Questa condizione si verifica perchè il neonato, per molti anni dopo la nascita, non avendo un’attività sessuale, non ha bisogno della separazione di queste due parti. Nei primi anni di vita la pelle di prepuzio e glande è letteralmente incollata, e si “separa” solo attorno ai 6-7 anni, se non più tardi. Attorno a questa età, il pisellino del bambino assume una forma molto più simile a quello dell’adulto.

foto pisellino del neonato anatomia

Leggi anche: Pisellino gonfio e infiammato: cause e rimedi 

2. La pulizia del pisellino del neonato: tutto ciò che bisogna sapere

Proprio perchè nei primi anni di vita non sussiste separazione tra prepuzio e glande, non solo non sono necessarie manovre di scollamento volte ad aprire il prepuzio, ma queste sono anche dannose. Possono, infatti, provocare lacerazioni alla cute, e, quindi, dolore. Per pulire il pisellino del neonato è sufficiente lavare con acqua la parte esterna. Si potrebbe notare, a volte, una fuoriuscita di piccoli pallini bianchi. Si tratta di cisti smegmatiche, il prodotto delle ghiandole sebacee del prepuzio che, mentre questo si ritrae, escono. Anche in questo caso non è necessario agire, poichè queste cisti spariscono spontaneamente mediante i naturali movimenti del pene.

pisellino del neonato pulizia

Leggi anche: Pisellino chiuso: cosa fare e cosa NON fare al bambino

3. Pisellino del neonato: circoncisione, si o no?

Il fatto che il prepuzio resti a coprire il glande per alcuni anni dopo la nascera fa nascere dubbi dal punto di vista igienico. Per questo sono nate alcune pratiche, tra cui la circoncisione, che vanno a modificare l’anatomia dei genitali permettendo la fuoriuscita del glande. Nel mondo medico esistono pareri discordanti. Queste pratiche, che sono spesso utilizzate in contesti in cui prevalgono alcuni orientamenti religiosi, hanno dei rischi e possono avere effetti collaterali. Il bambino, infatti, può incorrere in complicanze immediate, come emorragie, infezioni, e setticemia, ma anche in problematiche di lungo periodo, come l’ipersensibilità genitale, che può essere d’ostacolo a una normale vita sessuale.

pisellino del neonato dubbi mamme

Leggi anche: Pisellino su o giù nel pannolino? Cosa fare per non creare problemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *