foto_cicatrice_tattoo

Un papà si tatua la stessa cicatrice del figlio: la commovente storia

Una storia commovente

Il piccolo Joey, di soli sei anni, è uscito dalla sala operatoria con una grossa cicatrice sul corpo. Quello che apparentemente può sembrare un “difetto”, è diventato il tatuaggio del padre del bimbo, che ha deciso di imprimersi sulla pelle la stessa cicatrice del bimbo.

Un tatuaggio per affrontare insieme la stessa sfida

Il piccolo Joey, a soli sei anni, ha dovuto affrontare una sfida importante: il bambino è stato infatti sottoposto a un’operazione chirurgica per una stenosi aortica, volto ad allargare quest’importante arteria.

Leggi anche: Raquel dopo il cesareo mostra la cicatrice: “Non è un parto di serie B!”

foto_cicatrice_tattoo_papà

Ecco perché l’uomo ha scelto di tatuarsi

L’intervento, come riportano tanti media internazionali – dalla BBC al Daily Mail – ha lasciato un segno sul corpicino del bambino: ben 16 centimetri di cicatrice sullo sterno. Il padre di Joey, Martin, ha voluto esprimere la sua solidarietà e la sua vicinanza al figlio, tanto da farsi tatuare un taglio verticale che assomigliasse il più possibile alla cicatrice.

Anche il fratellino dovrà operarsi

L’uomo, così come la mamma del piccolo, vuole infatti che il figlio Joey vada orgoglioso della sua cicatrice, in quanto simbolo di una vittoria sull’intervento medico, nonostante la tenera età. Tra qualche anno anche il fratello minore di Joey, Harley, dovrà sottoporsi alla stessa operazione: anche lui, infatti, è affetto da stenosi sopravalvolare dell’aorta (SSVA).

Tutti questi nostri guerrieri dovrebbero essere orgogliosi delle loro cicatrici e di tutto ciò che stanno realizzando nella vita. Abbiamo in programma un altro intervento chirurgico nel prossimo futuro, per l’altro nostro figlio

ha dichiarato la mamma alla stampa inglese.

Leggi anche: Perché la cicatrice del cesareo fa male quando cambia il tempo

Intanto, il Children’s Heart Surgery Fund in occasione della giornata mondiale dei selfie ha lanciato, sui social network, l’hashtag #ScarSelfie volto a dare visibilità a tutte le persone affette da problemi e patologie cardiache congenite. L’hashtag ha spopolato, contribuendo anche a dare coraggio e forza a chi, spesso ed inutilmente, si vergogna della malattia.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *