foto calcolo data presunta parto

Calcolo data parto: ecco come si fa

Data presunta parto e calcolo settimane di gravidanza

La data presunta del parto è il giorno che viene indicato dal ginecologo o dall’ostetrica come indicativo del termine della gravidanza. Dunque il calcolo delle settimane di gravidanza è molto importante al fine di stabilire il momento da prendere in considerazione per la nascita di un bambino, così da capire se questa avvenga a termine oppure se il piccolo sia prematuro. Conoscere come effettuare il calcolo della settimana di gravidanza in cui ci si trova, è importante anche al fine di effettuare determinati esami. Ci sono dei controlli, degli esami del sangue, delle ecografie che devono essere fatte entro e non oltre una determinata epoca gestazionale. Scopriamo quindi come avviene il calcolo della data presunta del parto e delle settimane di gravidanza.

Calcolo settimane gravidanza: quando è avvenuto il concepimento

Di solito, per il calcolo della settimana di gravidanza in cui ci si trova, si parte dalla data dell’ultima mestruazione. Bisogna considerare la durata media del ciclo mestruale, che di solito è di circa 28 giorni. L’ovulazione si verifica circa a metà, verso il 14esimo giorno, quando avviene il rilascio dell’ovocita che può poi essere fecondato dallo spermatozoo. In questo modo si può capire quando c’è stato il concepimento. La data così ottenuta potrebbe però non essere precisa. Non è detto infatti che l’ovulazione sia avvenuta esattamente a metà del ciclo, e potrebbe esserci stata prima o dopo. Inoltre lo spermatozoo può metterci alcuni giorni per fecondare l’ovulo. Dunque il metodo utilizzato per il calcolo settimane di gravidanza è quello dell’epoca gestazionale. Come funziona? Convenzionalmente, si inizia a contare dalla data del primo giorno delle ultime mestruazioni. Nel video che segue, il ginecologo Felice Guerriero spiega come avviene il calcolo delle settimane di gravidanza.

Leggi anche: Corso preparto online e fisico: cos’è e quanto costa

Calcolo data presunta parto: cos’è e come si calcola

Il calcolo della data presunta del parto è strettamente dipendente da quello delle settimane di gravidanza. Si parte dunque dal primo giorno dell’ultima mestruazione, e si devono aggiungere 280 giorni. Si ottiene così il giorno intorno al quale, indicativamente, il bambino potrebbe nascere. Questo calcolo è comunque indicativo in quanto ogni gravidanza è diversa da un’altra e il concepimento potrebbe essere avvenuto anche prima del previsto, oppure dopo. Il calcolo della data presunta del parto potrebbe essere poco preciso soprattutto nel caso di cicli mestruali tutt’altro che regolari. Talvolta il ginecologo deve ricalcolare sia le settimane di gestazione che la data prevista per il parto, prendendo in considerazione le dimensioni del feto e della camera gestazionale.

foto calcolo settimane di gravidanza

Leggi anche: Tachicardia in gravidanza: cause, sintomi, rimedi

Epoca gestazionale e data del parto: quando viene ricalcolata

Il ginecologo, attraverso l’esame ecografico che avviene nelle prime settimane di gestazione, può anche datare in modo diverso la data presunta del parto. Questo accade soprattutto nel caso di cicli mestruali molto altalenanti. Dunque il concepimento potrebbe esserci stato prima o dopo. Il margine di ricalcolo è importante ai fini del calcolo settimane di gravidanza, sia per gli esami da effettuare in determinati periodi, sia per il calcolo della data presunta del parto. Quindi, nel corso delle prime visite ecografiche, il medico può valutare difforme l’epoca gestazionale presunta rispetto alla crescita dell’embrione, che può risultare maggiore o minore. Il ginecologo, su base ecografica, a questo punto può ricalcolare la data presunta del parto.

foto data presunta del parto

Leggi anche: Contrazioni in gravidanza: come riconoscerle

Calcolo data parto e settimane di gravidanza con app e regolo ostetrico

Esistono diversi metodi per calcolare in maniera fai da te la data presunta parto ma anche l’epoca gestazionale. Online si trovano diversi servizi di calcolo, a partire proprio dalla data del primo giorno dell’ultima mestruazione. Viene così effettuato il calcolo della data presunta del parto. Ci sono poi diverse app per la gravidanza, che consentono di monitorare le 40 settimane e di sapere qual è il calcolo delle settimane di gravidanza nonché la data prevista per il parto. Queste app consentono anche di sapere quali sono gli esami da fare in base alla settimana di gravidanza in cui ci si trova e forniscono informazioni importanti sulla crescita del bebè. Infine, il calcolo della data presunta del parto si può fare anche utilizzando uno strumento, il regolo ostetrico, di cui talvolta si avvalgono anche i medici. E’ formato da due rotelle sovrapposte, una con le settimane di gravidanza e l’altra con i giorni dell’anno. Ci sono poi due frecce. Segnando con una di esse la data dell’ultima mestruazione, si ottiene la data presunta del parto e anche il calcolo della settimana di gravidanza.

foto calcolo settimane gravidanza

Leggi anche: Movimenti fetali: come riconoscerli e perché sono importanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *