foto_farmaci_allattamento

Genova, sequestrate quattro tonnellate di falsi farmaci per bambini

Genova, maxi sequestro di farmaci

Sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Genova e dell’Agenzia delle dogane ben 10 tonnellate di prodotti contraffatti, di cui quattro tonnellate destinati ai bambini. I falsi prodotti sono arrivati nel nostro Paese dalla Tunisia e dagli Emirati Arabai ed erano destinati al Sudan.

Il sequestro

Come fa sapere l’ANSA, sono due i container fermati dalle forze dell’ordine nostrane ed opportunatamente segnalati dalla Guardia di Finanza, che all’interno ha rinvenuto tantissimi tipi di profumi e farmaci contraffatti, realizzati senza prescrizione medica ed assolutamente pericolosi.

foto_carabinieri

Leggi anche: Farmaci in allattamento: quali si e quali no

Il sequestro delle dieci tonnellate di prodotti ha impedito l’ingresso dei profumi e dei famarci nocivi nel mercato nero, che avrebbero potuto essere venduti su internet a basso costo. È stato stimato che la refurtiva sequestrata avrebbe fruttato un giro d’affari di oltre un milione di euro.

I farmaci per bambini

La merce, come riporta telenord.com, è stata scoperta e sequestrata nel porto di Sampierdarena e viaggiava su due container differenti. Sul primo, in particolare, sono stati ritrovati 6 tonnellate di confezioni di profumi contraffatti di marchi noti come Armani e Roberto
Cavalli, ma anche Hugo Boss e Calvin Klein.

Leggi anche: Perchè fare attenzione ai farmaci in gravidanza

Sul secondo container, che era diretto in Sudan, sono stati individuate 4 tonnellate di farmaci per bambini come il Babytol (Vicks) e Vaseline (Uniliver), totalmente contraffatti.

foto_babytol

Altri maxi sequestro nel 2018

Già nell’aprile del 2018 i finanzieri hanno effettuato un maxi sequestro di farmaci, per un totale di ben 21 tonnellate, trovati su un mercantile proveniente dall’India. In quel caso la partita di medicine era stata segnalata sotto la dicitura “cosmetici” ed era diretta in Ghana, ma era destinata anche al commercio in Italia, attraverso i famosi e sempre più negozi etnici conosciuti come “Afro shop“.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *