foto_mamma_londra

Donna uccisa a coltellate all’ottavo mese: il bimbo è vivo

Londra, il dramma di una donna

È stata uccisa a coltellate all’ottavo mese di gravidanza, ma incredibilmente il bimbo che portava in grembo è ancora vivo. È successo a Londra, dove una giovane ragazza incinta di 26 anni nella notte di venerdì 28 giugno è stata uccisa in un’abitazione a Croydon, a sud della capitale.

I fatti

Stando a quanto trapelato dai media locali, per l’omicidio è stato arrestato un uomo di 37 anni. Ancora sconosciuto invece il movente che avrebbe portato l’uomo ad uccidere la giovanissima ragazza, giunta agli sgoccioli della gravidanza.

Leggi anche: Londra, donna entra in travaglio sul treno e il bebè nasce a bordo

Il bimbo è incredibilmente vivo

La donna è morta sabato mattina, dopo una nottata di agonia. Incredibilmente, invece, i medici sono riusciti a salvare il piccolo che la futura mamma portava in grembo, anche se il piccolo versa in condizioni piuttosto gravi. Come riporta la BBC, proprio in queste ore i dottori stanno tentando disperatamente di tenerlo in vita, lottando contro il tempo.

Leggi anche: Bimbe non smettono di piangere, la madre le uccide

Notti di sangue a Londra

La giovane non è stata l’unica a perdere la vita venerdì notte. Come riporta Sky News, anche un altro ragazzo di venti anni è stato accoltellato a morte, prima di essere ritrovato in una strada di East Ham, un quartiere est della capitale, verso le 23 (mezzanotte italiane) di sera.

foto_Kellymary_fauvrelle

Sulla sua pagina Facebook la ragazza aveva postato una foto in compagnia di suo nipote, raccontando agli amici il desiderio di vedere alla luce il suo bambino in estate. Ora gli inquirenti, guidati dal Detective Chief Inspector Mick Norman, stanno svolgendo le dovute indagini.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *