foto_bonus_giovani_genitori

Bonus Bebé 2019: ecco le scadenze per fare domanda

Bonus Bebè 2019, ecco entro quando fare domanda

Il Bonus Bebé è una delle agevolazioni più richieste dalle famiglie italiane. Si tratta infatti di un sussidio economico per ogni figlio nato, adottato o in affido. Il termine ultimo per richiedere l’agevolazione nell’anno 2019 sta per arrivare: ecco perché è bene ricordare scadenze e metodi per farne richiesta.

Le scadenze

Per usufruire del Bonus Bebé 2019 è necessario presentare domanda all’Inps entro e non oltre il prossimo 13 giugno anche per evitare di perdere le mensilità arretrate. L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha ricordato la data ultima a tutte le famiglie italiane nella circolare 85/2019 pubblicata il 7 giugno scorso.

foto_bonus_assunzioni_genitori

Gli importi

Il Bonus Bebé è un importante sussidio economico introdotto nel 2014 e confermato anche negli anni successivi, seppur con qualche modifica. Nel dettaglio, si tratta di un assegno di 80 euro al mese destinato alle famiglie per ogni figlio nato, adottato oppure in affido. Per richiedere l’agevolazione bisogna però avere un reddito ISEE inferiore ai 25.000 euro.

Leggi anche: Bonus mamma domani, bonus bebè e bonus nido: le novità per il 2019

Le novità

Nel caso in cui l’ISEE familiare sia inferiore ai 7.000 euro, allora il sussidio viene raddoppiato e raggiunge la cifra di 160 euro per ogni figlio. Un’altra novità per il 2019 è che l’agevolazione viene maggiorata del 20% se si richiede per un figlio successivo a primo. La maggiorazione si applica anche in caso di parti gemellari, ma in questi casi bisogna ricordarsi che va presentata una domanda specifica per ogni nuovo arrivato.

foto_bonus_nido_richiesta

Leggi anche: Bonus bebè 2019, per il secondo figlio è più alto

Il bonus viene erogato ogni mese fino al compimento dei primo anno di età di ogni bambino, o dopo il primo anno dall’ingresso in famiglia nel caso si tratti di un piccolo adottato o in affido. L’Inps ricorda anche che, qualora la domanda venisse presentata entro 90 giorni dall’evento, si potrà fare richiesta anche delle mensilità arretrate; in caso contrario, il contributo inizierà ad essere erogato alla data in cui viene fatta domanda.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *