Foto Santa Beata Vergine Maria

Santa Maria: storia, significato del nome e onomastico

Da Maria di Nazareth a Santa Maria Goretti

Maria, madre di Gesù Cristo, è indubbiamente la Santa più conosciuta. In realtà, nel calendario dei Santi, esistono diverse donne proclamate sante, che portano il suo nome. La più recente risulta essere Santa Maria Goretti, la dodicenne rimasta uccisa dopo un tentativo di stupro.
Il nome Maria è in Italia il nome più comune, utilizzato anche come secondo nome, sia per uomini che per donne.
Vediamo la storia della Vergine Maria, l’onomastico, l’origine e il significato del nome Maria.

Santa Maria madre di Dio: la storia della Madonna

Di stirpe illustre, probabilmente della discendenza di Davide, Maria nacque da Gioacchino e Anna. Viveva a Nazareth ed era promessa sposa di Giuseppe, quando l’arcangelo Gabriele annunciò il concepimento a opera dello Spirito Santo e, secondo quanto scritto nel vangelo di Luca, apparve in sogno a Giuseppe, invitandolo a non ripudiare Maria, in quanto ella portava in grembo il figlio di Dio.
Maria si dichiarò immediatamente serva del Signore e accettò di diventare madre del figlio di Dio e di chiamarlo Gesù, che significa “salvezza”. Maria partorì a Betlemme, in una stalla, dove comparvero angeli e subito accorsero i pastori e i Magi. Vissero poi la persecuzione di Erode, fuggendo in Egitto, per poi far ritorno a Nazareth. Qui la Santa Famiglia condusse una vita umile e Santa Maria seguì attivamente il figlio in diversi episodi della sua vita.
Durante la passione viene rappresentata in preghiera, a fianco degli apostoli.
La Vergine Maria si addormenta nel signore, dove resuscita poco dopo per essere assunta in cielo.

Foto Santa Maria San Giuseppe e Gesu Bambino

Leggi anche: San Mattia: storia, curiosità e origine del nome

Origine e significato del nome Maria

Con ben 4.562.515 persone (più del 7% della popolazione) che portano il suo nome, Maria è il nome più diffuso nel nostro Paese. Quasi il 15% di queste persone si trovano il Lombardia, il 10.6% in Campania e il 10.3% in Sicilia.
Il nome Maria deriva dall’ebraico Maryàm e significa “Signora, Principessa, Padrona”. Spesso è associato ad altri nomi (per esempio Anna Maria, Maria Antonietta, ecc.) ed è utilizzato anche al maschile, in unione con un altro nome (per esempio, Filippo Maria, Flavio Maria, ecc.).
Le persone che portano il nome Maria sono disponibili, dotate di vena artistica e in loro non si spegne mai la speranza.

Foto Vergine Maria e Gesu Bambino

Leggi anche: Santa Barbara: la storia, l’onomastico e il significato del nome

Santa Maria: onomastico e curiosità

Vi sono diverse date in cui si festeggia Santa Maria, alcune in particolare si riferiscono alla Madonna.
Chi si chiama Maria, può celebrare l’onomastico in diversi giorni dell’anno. Il 1° Gennaio, per esempio, si festeggia Maria Santissima Madre di Dio, il 15 agosto l’Assunzione di Maria, il 22 agosto la Beata Vergine Maria Regina, l’8 settembre la Natività della Beata Vergine Maria e il 12 settembre il Santissimo Nome di Maria.
L’Italia, e la diffusione del nome Maria lo dimostra, è un Paese estremamente devoto. Non molti sanno che l’azzurro con cui ci si riferisce alle squadre sportive della nazionale, deriva proprio dal culto di Maria (culto Mariano). Il colore della maglia italiana è infatti definito Blu Savoia e la famiglia Savoia era molto devota alla Madonna. Lo stesso blu, simbolo della monarchia, è ispirato al mantello della Vergine Maria nell’iconografica classica.

Foto auguri onomastico maria

Leggi anche: San Massimo: onomastico, origini e significato

Un professore una volta mi disse "non lavorare per vivere ma vivi per lavorare!". Dopo essermi laureata in Comunicazione aver conseguito un Master in Editoria, mi sono ritrovata a lavorare in un altro settore (HR). Nel 2018 ho avuto una bimba e, dopo la maternità, ho lasciato il lavoro da dipendente per dedicarmi alle mie passioni...e alla mia bimba. Ho quindi aperto una Partita Iva e ora collaboro con blog, testate giornalistiche e case editrici in qualità di Editor e Redattrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *