foto_alija_hrustic

Milano: brucia i piedi al figlio, poi lo uccide stanco dei pianti del piccolo

La drammatica storia

È stato arrestato, dopo aver confessato, il venticinquenne che ha ucciso il figlio di soli 2 anni e cinque mesi. Aljica Hrustic, questo il nome dell’assassino, ha detto prima davanti agli investigatori, poi davanti al pm Giovanna Cavalieri, che non riusciva a dormire per le continue lamentele del piccolo.

Uccide il figlio perché si lamentava

Quando sono tornato a casa ho provato a dormire, ma non riuscivo perché lui si lamentava continuamente, allora mi sono alzato e gli ho dato dei pugni, forse anche dei calci… Sì ho visto che rantolava, non respirava… poi sono uscito, ma non pensavo che stava morendo, sono uscito in macchina e poi dopo… ho chiamato i soccorsi

queste le parole con le quali l’uomo ha confessato di aver messo fine alla vita del piccolo. A suscitare scalpore sarebbe la freddezza e la lucidità con cui avrebbe raccontato quei terribili fatti, come se non lo riguardassero in prima persona.

foto_carabinieri

Violenze ed abusi disumani

Stando a quanto riportato da ilgiorno.it, pare che l’uomo riservasse torture e maltrattamenti solo ad uno dei quattro figli che aveva. La notte dell’omicidio, in particolare, ad infastidire il padre sarebbero state le lamentele del piccolo Mehmed che piangeva perché l’uomo gli aveva bruciato i piedini con l’accendino.

Leggi anche: Picchia a morte la figlia di 3 mesi e la uccide: “Era stata concepita fuori dal matrimonio”

All’alba i soccorsi sarebbero entrati in casa dell’uomo – un appartamento in via Ricciarelli 22, nel milanese – e avrebbero trovato il bambino disteso sul letto, pieno di lividi e con i piedi fasciati.

Avverte i soccorsi, ma il piccolo era già morto

Ad avvertire i soccorsi era stato proprio il padre, che però ha deciso di chiedere aiuto solo due ore dopo che il figlio era già morto. Pare che in un primo momento gli investigatori abbiano pensato che i piedi del bambini fossero stati legati per impedirgli di camminare. Invece quelle garze le aveva messe l’uomo per coprire i segni della bruciatura.

Leggi anche: Frosinone, mamma uccide il figlio di 2 anni e confessa

foto_carabinieri

Era sotto l’uso di droghe

La mamma della vittima, Silvija Zahirovic, 23 anni, era in stato di choc quando è arrivata la polizia. Eppure, non ha esitato un attimo ad accusare l’uomo dell’omicidio. In Questura l’uomo ha anche ammesso di avere fatto uso di droga prima di colpire il bambino.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *