foto frozen personaggi

Frozen: la favola di Elsa e Anna, le canzoni e i video

Frozen: il racconto per bambini

Frozen – Il regno di ghiaccio è un film Disney del 2013. Frozen rappresenta il 53º cartone animato della Disney che è riuscito ad aggiudicarsi ben 2 premi Oscar come miglior cartone animato dell’anno e come miglior canzone.
Frozen è ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen “La regina delle nevi” ed è il cartone animato che ha ottenuto il maggior numero di incassi.
Con la sua principessa Elsa, la sorella Anna, i fidati amici Kristoff e la sua renna Sven, il pupazzo di neve Olaf, Frozen è senza dubbio uno dei cartoni animati più apprezzati dai bambini, tanto da esserne stato realizzato subito un seguito: Frozen 2.
Anche le canzoni di Frozen sono dei veri capolavori della musica e il cartone animato ha generato un mercato enorme di giochi di Frozen, ispirati proprio alla favola di Elsa.
Scopriamo insieme la storia di Frozen e della sua protagonista, la principessa Elsa.

Frozen – il regno di ghiaccio: la trama del cartone animato

Il cartone animato di Frozen è uno dei racconti moderni che più appassiona i bambini. Le avventure di Elsa, Anna, Kristoff e del tenero Olaf piacciono sia ai maschietti che alle femminucce. La storia di Frozen rappresenta una piacevole favola della buonanotte, prima di addormentarsi.
Scopriamo insieme la trama di Frozen, la storia per bambini che ormai da anni sta appassionando i più piccini.

La principessa Elsa è la principessa del regno di Arendelle. Elsa ha fin dalla nascita un potere magico: può trasformare in ghiaccio quello che desidera. Spesso Elsa usa questo potere per giocare con la sua sorellina Anna. Un giorno, per errore, Elsa colpisce Anna con un getto di ghiaccio facendola svenire. Il re e la regina sono costretti a chiedere aiuto ai Troll per risvegliare la piccola Anna.
Da quel giorno tutti capiscono che il potere di Elsa non è solo un dono ma è anche una tremenda maledizione: il re e la regina decidono di tenere Elsa chiusa nella sua cameretta, lontano da tutti e anche dalla sorellina, fino a che non abbia imparato a gestire e controllare il suo potere.
Dopo qualche Anno, durante un naufragio, il re e la regina muoiono e Elsa resta sempre più sola: nessuno che conosce o ricorda il suo potere, nemmeno la sorella Anna.
Al compimento dei 21 anni, Elsa è pronta per prendere il suo posto da regina e salire al trono. Durante la festa per l’incoronazione il castello viene riaperto al popolo per la prima volta dopo molto tempo e Elsa si prepara per riprendere i contatti con le persone, nonostante la paura di poter far male a qualcuno a causa del suo potere, come era successo con Anna tanto tempo prima.
Anna è felicissima di riabbracciare la sorella maggiore, sempre chiusa nella sua cameretta.
Elsa teme di ferire qualcuno e si tiene in disparte ma Anna si gode la festa: tra gli invitati Anna incontra il principe Hans e i due si piacciono subito, al punto che lui le chiede di sposarlo. Anna accetta ingenuamente, ma Elsa non acconsente alle nozze, così improvvise. Anna, allora, le rinfaccia tutti gli anni di solitudine che le ha fatto passare e, durante la lite Elsa sprigiona involontariamente i suoi poteri davanti a tutti i presenti, perdendone il controllo e causando un inverno perenne su Arendelle.
Da quel momento Elsa fugge da Arendelle e trova rifugio in cima alla Montagna del Nord dove può dare finalmente sfogo al suo potere, senza far danno a nessuno. Costruisce il suo regno di ghiaccio e dona vita al piccolo Olaf, un pupazzo di neve della sua infanzia.
Nel frattempo, Anna, preoccupata per sua sorella, si mette alla sua ricerca. Durante il viaggio, Anna conosce Kristoff, un venditore di ghiaccio, e la sua renna Sven, che a causa dell’inverno scatenato da Elsa si ritrova senza lavoro.
Kristoff si unisce ad Anna nella ricerca di Elsa. Durante il percorso incontrano Olaf, che li accompagna al palazzo di ghiaccio.
Finalmente le sorelle si rincontrano: Anna vorrebbe riportare Elsa a casa, ma Elsa ha ancora paura di poterle fare del male e rifiuta l’offerta. Durante la litigata Elsa perde di nuovo il controllo e colpisce Anna al cuore con i suoi poteri, senza accorgersi. Per allontanare Anna, Elsa crea un gigantesco mostro di ghiaccio, Marshmallow e gli ordina di cacciare Anna, Kristoff e Olaf dal palazzo. Dopo essere sfuggiti a Marshmallow, Anna inizia ad avvertire un fortissimo freddo e a congelarsi piano piano. Kristoff la conduce nuovamente dai Troll, sperando che possano guarirla una seconda volta, ma, essendo stata colpita al cuore, i Troll spiegano che solo un atto di vero amore potrà salvare Anna prima che diventi completamente di ghiaccio.
Kristoff corre con Anna verso Arendelle, alla ricerca di Hans. Ma il principe è partito alla ricerca della ragazza verso la montagna di ghiaccio. Durante la spedizione Hans riesce a sconfiggere Marshmallow e a imprigionare Elsa.
All’arrivo a palazzo, Hans rivela di non aver mai amato Anna e di aver avuto come unico obiettivo sposarla per impadronirsi del regno di Arendelle, eliminando Elsa.
Nel frattempo Elsa riesce a liberarsi grazie ai suoi poteri e a scatenare una tempesta di neve.
Anna, intanto, sopravvive grazie a Olaf, che riesce a riscaldarla, rallentandone la morte; il pupazzo le rivela poi che Kristoff è innamorato di lei e quindi il suo bacio può salvarla. Kristoff, intanto, è ripartito, ma vedendo la tormenta scatenata da Elsa decide di tornare ad Arendelle, temendo per la vita di Anna. Hans, intanto, trova Elsa e, mentendo, le riferisce che Anna è morta a causa sua: il dolore sconfinato di Elsa la indebolisce e la tempesta si affievolisce. Kristoff e Anna, rivedendosi, corrono l’uno verso l’altra. Ma Anna riesce a vedere in lontananza Hans, con la spada alzata verso Elsa, pronto a ucciderla. Nel tentativo di salvare Elsa, Anna si mette tra la sorella e la spada, venendo colpita e trasformandosi contemporaneamente in una statua di ghiaccio.
Il gesto di Anna rappresenta il più grande gesto d’amore, rinunciare alla propria vita per salvare sua sorella, che scioglie l’incantesimo e le permette di risvegliarsi.
Elsa capisce allora che è proprio l’amore il modo per controllare il suo potere e così riesce a sciogliere l’inverno perenne e riprendere il suo posto di regina, usando il suo potere solo per il bene e la felicità del suo popolo.

Leggi anche: Shrek: la storia per bambini, le filastrocche e i video più belli

foto elsa frozen

Frozen: la morale della favola

Frozen è un cartone animato ricco di insegnamenti non solo per i bambini ma anche per gli adulti che lo guardano con loro.
Il messaggio più importante del cartone di Frozen è senza dubbio il tema dell’accettarsi per ciò che si è, con i propri pregi e i propri difetti.
Elsa, a causa del suo potere e per la paura che questo possa provocare qualcosa di negativo, sceglie di isolarsi. Solo lontano da tutti crede di poter essere se stessa e sentirsi libera, senza dover pensare al giudizio degli altri. In realtà, l’insegnamento di Frozen è proprio il contrario: con i propri difetti e le proprie difficoltà bisogna imparare a fare i conti, imparare a gestirli e, addirittura, bisogna imparare a fare delle proprie debolezze dei punti di forza. La fiaba per bambini traghetta il messaggio che la cosa che ci rende differenti è spesso la stessa che ci rende più potenti, unici e speciali. Sicuramente questa visione di sé e della vita non è semplice da raggiungere e, spesso, si pensa di potercela fare da soli, allontanando perfino i parenti e vivendo i loro consigli come dei limiti. Questo è l’errore più grande che si possa fare perché è proprio l’amore che ci circonda che riesce a sciogliere le nostre paure e insicurezze e a farci sentire accettati e amati per quello che siamo.
Un altro grande insegnamento che Frozen regala ai suoi spettatori riguarda la fiducia nel prossimo: ci sono persone per cui vale la pena aprirsi, abbassare la guardia e lasciarsi amare, senza sospetti o diffidenza.
Infine, la morale della favola di Frozen riguarda anche il rapporto con il passato: a causa di un episodio spiacevole Elsa finisce per rovinarsi tutti gli anni a venire. Il passato è passato e per quanto possa essere difficile andare avanti e superare un trauma, questo è necessario per poter vivere a pieno la vita, senza che questa scorra facendoci perdere le esperienze più belle e la possibilità di essere felici.

Leggi anche: La bella addormentata nel bosco: favola, canzoni e curiosità sul film Disney

foto frozen Disney

Elsa e gli altri personaggi di Frozen

I personaggi del cartone animato Frozen appassionano allo stesso modo maschietti e femminucce di ogni età. Ci sono la principessa Elsa e sua sorella Anna che affascinano le bambine, Kristoff che suscita simpatia nei maschietti, il piccolo Olaf che diventa il personaggio preferito dei più piccini. Come in tutti i cartoni animati Disney, anche in Frozen i personaggi trasmettono messaggi importanti.
Scopriamo insieme i personaggi principali della fiaba per bambini.

  • Elsa, la principessa protagonista dal cui potere prende il nome il cartone animato. Elsa appare fredda, riservata e regale, in contrasto con la sorella Anna, più solare ed espansiva.
    Il carattere di Elsa, in realtà è solo limitato dalla paura causata dal suo potere di trasformare in ghiaccio qualsiasi cosa tocca. Elsa è la dimostrazione che ognuno di noi ha delle proprie peculiarità, dei difetti o delle caratteristiche con cui deve imparare a convivere e che deve accettare e usare a proprio vantaggio, trasformando le debolezze in punti di forza.
  • Anna è il personaggio più solare, allegro e ottimista. È la testimonianza che spesso i nostri errori rimangono dei limiti più per noi che li abbiamo compiuti che per chi ne è stato vittima. Anna insegna ad andare oltre gli sbagli, a perdonare e a dare spazio alla positività, all’amore e all’affetto.
  • Kristoff è il personaggio più genuino, potrebbe apparire come burbero e solitario, ma fa semplicemente fatica a fidarsi e ad esporsi, non avendo sperimentato l’affetto dei genitori da piccolo. Quando però trova un amico, per quella persona darebbe la vita (come per il suo inseparabile amico, la renna Sven e come succede per Anna). Il suo rapporto con Anna dimostra che l’ottimismo e l’amore riescono a sciogliere anche chi apparentemente non sa gioire.
  • Hans è un membro della famiglia reale del regno confinante che vuole conquistare il regno di Arendelle. Prova a sposare Anna con il solo scopo di conquistare Arendelle ma verrà presto scoperto e sconfitto.
  • Il Duca di Weselton è il personaggi più arrogante e presuntuoso. È intenzionato a conquistare Elsa ed è il primo a definirla “mostro” non appena il suo potere viene scoperto. È la dimostrazione che la falsità e la cattiveria si nascondono bene, ma alla fine vengono sconfitte.
  • Olaf è il tenero pupazzo di neve, creato da Elsa proprio a dimostrazione che quello che tutti pensano un potere negativo può in realtà fare del bene.
  • Sven, la renna migliore amico di Kristoff, che gli fa anche da coscienza, consigliandolo e indirizzandolo nelle sue scelte.
  • Marshmallow è il mostro di ghiaccio creato da Elsa per difendere il palazzo di ghiaccio. La sua presenza significa che spesso il non piacersi, il non accettare le proprie caratteristiche e i propri “difetti”, crea un’immagine di noi ancora peggiore di quella che è, uno scudo negativo e spietato per difenderci dalle accuse e dai giudizi delle persone.

Leggi anche: Il libro della giungla: personaggi, canzoni e morale della favola

foto personaggi frozen Disney

I video di Frozen

Frozen è una favola per bambini che ha tutti gli ingredienti necessari per essere adorata dai bimbi e per essere guardata con tutta la famiglia prima della nanna o durante i noiosi viaggi in auto o nelle attese o per trascorrere insieme le giornate di brutto tempo.
Le avventure della principessa Elsa sono piene di fascino e mistero e suscitano nei bambini attesa e sorpresa.
Youtube permette di trovare diverse soluzioni per vedere Frozen in streaming, le scene migliori del cartone oppure alcuni spezzoni del racconto.
A seguire una selezione di video di Frozen reperibili facilmente su Youtube.

Leggi anche: Pollicino: una fiaba per bambini con una grande morale

Canzoni di Frozen

Frozen è diventato famoso anche per la sua spettacolare colonna sonora, con ben 10 canzoni e 22 tracce strumentali. Il brano più famoso è senza dubbio “Let It Go” – in italiano “All’alba sorgerò” – che si è guadagnato il premio Oscar oltre a numerosi riconoscimenti da parte della critica internazionale.
Negli Stati Uniti, la colonna sonora di Frozen è stata in cima alla classifica per tredici settimane fino a vendere oltre 8 milioni di copie a livello mondiale.
Ma anche i testi delle altre canzoni di Frozen nascondono dei significati importanti che sono poi tutti legati alla morale della favola.
Sicuramente, come anticipato, il brano più famoso è “All’alba sorgerò” che racchiude l’insegnamento di tutto il cartone animato, la necessità di imparare ad apprezzarsi e piacersi per ciò che si è, senza nascondersi e rimanendo sé stessi.

D’ora in poi troverò la mia vera identità
E vivrò, sì, vivrò per sempre in libertà
Se è qui il posto mio, io lo scoprirò

La canzone di Frozen “Facciamo un pupazzo insieme?” racchiude il senso del rapporto tra le due sorelle, la capacità di Anna di andare oltre gli errori e dare spazio all’amore, in contrasto con la paura di Elsa di poterle fare male.

Noi siamo tanto amiche,
o forse no?
Che cosa ti ho fatto mai?

“Per la prima volta” è la canzone di Frozen che più delle altre mette in contrapposizione l’approccio alla vita solare e ottimista di Anna, a quello spaventato e schivo di Anna.

Elsa: Proprio oggi tuttavia…
Anna: Quest’oggi tuttavia…
Elsa: …l’attesa è un’agonia…
Anna:… l’attesa è un’agonia…
Elsa: … ma oramai lo show avrà il via!
Anna: … il via!!
Anna: Oggi per la prima volta
Elsa: Non dire mai la verità!
Anna: La vita forse cambierà
Elsa: Se sei brava nessuno lo saprà!
Anna: Finora ero sola ma…
Elsa: Celare!
Anna: . da oggi chi lo sa?
Elsa: Dovrai soffrire ancora un po’!

La canzone di Olaf “Sognando l’estate” è un richiamo a riflettere su quanto sia bello mischiare gli opposti, il caldo e il freddo (Anna e Elsa) ma come sia anche facile farsi un’idea sbagliata su quello che non si conosce.

Uniamo il freddo ed il caldo intenso,
ecco un’idea che ha davvero senso.

Nei video che seguono le più belle canzoni di Frozen.

Leggi anche: Bambi: trama, video, canzoni e curiosità sulla fiaba Disney per bambini

Frasi più belle di Frozen

Oltre alla bellezza delle immagini e delle canzoni, di Frozen non possono non rimanere impressi anche i dialoghi tra i personaggi, ricchi di insegnamenti profondi e importanti che toccano temi davvero attuali, come la capacità di accettarsi anche quando non si è perfetti e la capacità di fidarsi dei propri cari e di chi ci ama. Proprio i contenuti dei dialoghi tra i protagonisti sono un concentrato di morale e di messaggi su cui riflettere.
A seguire alcune delle più belle frasi di Frozen e quelle più significative.

Vedi, l’amore è mettere il bene di qualcun altro prima del tuo.

Solo un atto di vero amore può sciogliere un cuore di ghiaccio.

Vale la pena sciogliersi per qualcuno…ma non è questo il momento.

Amo le porte aperte!

Non devi proteggermi, io non ho paura! Non escludermi di nuovo dalla tua vita!

Il mio posto è qui, da sola, senza poter ferire nessuno.

Leggi anche: Frasi Disney: ecco quali sono le più belle

foto elsa anna frozen

Frozen 2: il seguito del cartone di Elsa e Anna

La storia di Frozen e le avventure di Elsa e Anna hanno riscosso talmente tanto successo che già a pochi anni dall’uscita del cartone animato la Disney ha prodotto il sequel: Frozen 2.
Si conosce ancora poco della trama di Frozen 2 e nemmeno la data di uscita è certa, si parla probabilmente di dicembre 2019 in Italia. Da poche settimane è stato rilasciato il trailer ufficiale che già rende incalzante l’attesa. Quello che si sa è che Elsa e Anna lasceranno il palazzo e, insieme a Kristoff, Olaf e Sven partiranno per un viaggio. Alcune indiscrezioni sostengono che l’obiettivo del viaggio di Elsa e Anna sarà quello di ritrovare i loro genitori, scomparsi dopo un naufragio nella prima parte del cartone. Per altri, invece, non si sa quale sia l’oggetto della ricerca ma gli elementi naturali che si intravedono nel trailer ufficiale, lasciano intuire che potrebbe trattarsi di una velata denuncia nei confronti delle tematiche ambientali, tanto di attualità in questi anni.
Il viaggio sarà senza dubbio anche l’occasione per scoprire nuovi dettagli sui poteri di Elsa e sulle sue potenzialità.
Nel video che segue il trailer ufficiale di Frozen 2, previsto in uscita in Italia per il prossimo dicembre.

Leggi anche: La sirenetta: storia, film Disney, canzoni e filastrocche sulla fiaba per bambini

I giochi di Frozen: dalla favola agli oggetti

La storia di Frozen e le sue protagoniste Elsa e Anna sono probabilmente i personaggi Disney che hanno dato vita al più grande mercato di giochi e merchandising ispirato al cartone animato Disney. E così le vetrine sono ricchissime di giochi di Frozen: dalle Barbie alle bamboline con le sembianze di Elsa e Anna, ai vestiti di carnevale di Frozen, i più gettonati negli ultimi anni; dai puzzle che rappresentano le più svariate scene del cartone animato ai set per il karaoke che fanno leva sulla meravigliosa colonna sonora del film Disney; dagli addobbi e le decorazioni per le feste o sticker per addobbare le pareti delle stanze, ai giocattoli classici come palle, pattini, monopattini.
Per non parlare di tutto il materiale scolastico di Frozen: gli zaini, gli astucci, i quaderni, i diari, i grembiulini. Fino ad arrivare all’abbigliamento, sia nella versione estiva sia nella versione invernale, dalle calze, alle magliette fino ad arrivare agli accessori per bambine (mollettine, cerchietti ed elastici).
La verità è che il cartone Disney ha avuto talmente tanto successo che l’industria dell’intrattenimento ha sfruttato tutti i suoi personaggi per personalizzare i giochi a tema Frozen e tutto quello che può essere di interesse per i bambini dai 3 ai 10 anni.

Leggi anche: La spada nella roccia: origini, filastrocca e video sulla storia per bambini

foto giochi frozen Disney

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *