Foto Aristogatti

Gli Aristogatti: i personaggi e tutte le curiosità sul film Disney

Gli Aristogatti: tra aristocrazia e arte

Tra le storie per bambini con protagonisti gli animali, quella degli Aristogatti ci permette di entrare nel mondo della Parigi aristocratica e di assaporarne lo charm e l’eleganza attraverso la padrona di casa, la cantante lirica Adelaide Bonfamille e la gattina Duchessa. Il film Disney, però, ci fa conoscere anche i gatti di strada, la loro passione per l’arte e per la musica che li accomuna ai gatti per bene. Matisse, Bizet e Minou, i tre gattini personaggi della favola, si mescolano con piacere ai randagi e mostrano il loro talento con naturalezza. La musica unisce i due mondi e ne crea uno parallelo fatto di risate, complicità ed amore. Entriamo insieme nel mondo degli Aristogatti.

Fiaba Gli Aristogatti: i nomi dei personaggi principali

Tra le favole per bambini, “Gli Aristogatti” presenta una varietà di personaggi animali sia come protagonisti che come personaggi secondari, che fanno divertire il pubblico e rimangono impressi ognuno per un particolare. Anche i nomi dei personaggi sono ben studiati dai produttori, che individuano in ognuno di loro delle caratteristiche chiave.

  • Duchessa: la gattina aristocratica di casa Bonfamille, dagli occhioni azzurri, quasi l’alter ego animale dell’ex cantante lirica Adelaide. Una gattina elegante e raffinata che non avrà problemi a confrontarsi con i gatti di strada.
  • Romeo: nella versione originale Abraham de Lacy Giuseppe Casey Thomas O’Malley, il gatto randagio di origini italiane che con la sua simpatia conquista il cuore di Duchessa e dei suoi gattini.
  • Minou: la gattina bianca figlia di Duchessa, famosa per i suoi modi altezzosi, a volte prepotenti, ed il suo fiocco rosa. Si sente migliore dei suoi fratellini. Nella versione originale il suo nome è Marie.
  • Matisse: il gattino figlio di Duchessa, amante della pittura (già il nome ispirato al pittore francese Henri Matisse ce lo fa pensare). Ha un’indole selvaggia. Il suo nome originale è Toulouse, sempre ispirato ad un grande pittore francese, Toulouse Lautrec.
  • Bizet: il terzo gattino della famiglia, di colore nero, amante del pianoforte. Anche il suo nome è in onore di un artista francese, il compositore e pianista Georges Bizet.
  • Scat Cat: il leader della band jazz dei gatti randagi che canta e suona la tromba. Si ispira ai grandi musicisti americani di colore.
  • Hit Cat: un membro della bad di Scat Cat che suona la chitarra acustica. Si ispira ai musicisti inglesi sia nel look sia nell’atteggiamento.
  • Shun Gon: un altro membro della bad. Si ispira ai gatti siamesi di Lilli e il Vagabondo e suona il pianoforte e la batteria.
  • Billy Boss: il membro russo della band che suona il contrabbasso.
  • Peppo: ultimo membro della band di origini siciliane. Suona la fisarmonica.
  • Edgar: il cattivo del film, il maggiordomo di Madame Adelaide che cercherà di sbarazzarsi dei micini per accaparrarsi l’eredità. Tutti ricorderanno la frase del maggiordomo a Duchessa e ai suoi micini quando, preparando il sonnifero, dice di aver preparato una crema alla Edgar: “Buon sonno…ehm, volevo dire… Buon Appetito!”.

Leggi anche: Robin Hood: la storia completa, i personaggi Disney e tante curiosità

Foto gattini

Gli Aristogatti: i personaggi secondari della storia

Accanto ai gattini protagonisti della storia, negli Aristogatti entrano in scena anche altri personaggi, seppur secondari, che rimangono piacevolmente nei ricordi di grandi e piccini. Si pensi all’avvocato amico di Adelaide, alle oche gemelle inglesi, al loro zio ubriacone, ai cani da caccia che mettono in fuga il maggiordomo Edgar, ai membri della jazz band. Vediamo insieme questi personaggi della fiaba per bambini e scopriamo qualche curiosità.

  • Guendalina e Adelina BlaBla: le due oche gemelle inglesi che aiutano Duchessa ed i suoi gattini. Sono impertinenti e pettegole e non perdono tempo a “sparlare” di Romeo.
  • Zio Reginaldo: lo zio ubriacone delle oche, simpatico ed allegro. Uno dei personaggi più divertenti del film, con il suo aspetto da barbone e l‘atteggiamento di chi ha bevuto un bel po’. Famosa la sua frase: “Beati coloro che si sbronzano tra loro!
  • Groviera: il topo di casa, amico dei gattini. Sarà molto coraggioso quando, inviato da Romeo, andrà a chiedere aiuto ai gatti randagi suoi amici.
  • Napoleone e LaFayette: i cani da caccia che vivono nella fattoria in campagna e che metteranno in fuga Edgar. I loro nomi ricordano l’imperatore francese e il nobile che prese parte alla Rivoluzione Francese.
  • L’avvocato Georges Hautecourt: amico della signora Adelaide, un vecchietto allegro ed arzillo che non accetta la vecchiaia. A lui, Adelaide, confiderà di voler lasciare la sua eredità ai gatti.

Di seguito la scena de “Gli Aristogatti” in cui appare Zio Reginaldo, il video in cui i cani Napoleone e LaFayette mettono in fuga Edgar dalla campagna e l’arrivo di Georges Hautecourt a casa Bonfamille.

Leggi anche: La spada nella roccia: origini, filastrocca e video sulla storia per bambini

Gli Aristogatti: tutto ciò che non sapevate

Come si sa, Parigi è la città dell’amore e fa da sfondo anche all’amore che nasce tra Romeo e Duchessa e a quello tra i piccoli Minou, Bizet e Matisse per il loro “nuovo” padre. Ma ci sono cose della favola per bambini che forse non sapete. Vediamole insieme.

  • Scat Cat, il leader della band jazz dei gatti randagi, è stato ideato per assomigliare a Luis Armstrong, il famosissimo trombettista americano. Il musicista però, non poté più doppiare il gatto perché si ammalò.
  • Romeo, nella versione italiana, è di origini romane: travolgente, infatti, è la canzone cantata dal gatto randagio nel film, dove nomina il Colosseo e parla il dialetto romano. In realtà, nella versione originale, il gatto è di origine irlandese.
  • Napoleone e LaFayette non sono nomi scelti a caso, ma dati con l’intento di richiamare l’attenzione all’imperatore francese Napoleone ed al nobile che partecipò alla Rivoluzione Francese. Come i protagonisti della storia, anche i due cani recitano scene in cui LaFayette è al servizio di Napoleone e non può nemmeno “avere un’idea” più intelligente e brillante del compagno, senza il suo consenso.
  • Hit Cat, uno dei componenti della band Jazz, non è altro che una caricatura del famosissimo John Lennon.
  • In Italia, “Gli Aristogatti” è tra le fiabe per bambini che ha avuto maggiore successo. Infatti torna al cinema per ben quattro volte: nel 1979, nel 1986, nel 1993 e nel 2013.
  • Gli Aristogatti fu l’ultimo film d’animazione approvato da Walt Disney in persona prima della sua morte.

Leggi anche: Peter Pan come non lo avete mai visto: le curiosità sulla favola

Foto John Lennon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *