foto_bambino_ospedale

Modena, bimbo di un anno ingoia un accendisigari e rischia di morire

Modena, bambino di un anno e mezzo rischia di soffocare dopo aver ingerito un accendisigari

A Vignola, in provincia di Modena, nella mattina di Pasqua è stata sfiorata la tragedia. Nel paese emiliano, un bambino di un anno e mezzo ha ingerito un accendisigari e ha rischiato di morire soffocato. I genitori si sono subito accorti dell’accaduto e hanno immediatamente portato il piccolo al pronto soccorso. Il piccolo è stato salvato grazie all’intervento dei medici del Pronto Soccorso dell’ospedale di Vignola, dove poi è stato trasferito.

Leggi anche: Bimbo rischia di soffocare: salvato da un infermiere

Il piccolo stava giocando con gli amichetti

Il bimbo stava giocando con alcuni amichetti a casa, quando improvvisamente, maneggiando vari oggetti, ha portato l’accendisigari in bocca e l’ha ingerito. La vicenda è accaduta la mattina del giorno di Pasqua. Il piccolo, dopo aver ingerito l’accendisigari, ha subito perso conoscenza. Inizialmente i genitori pensavano che il figlio avesse ingerito il tappo di una penna. Immediatamente la mamma e il papà del piccolo hanno portato il piccolo in ospedale.

ospedale vignola

Dopo essere arrivati al Pronto Soccorso di Vignola, il piccolo è stato salvato dai medici. In ospedale è stata fatta la terribile scoperta, ovvero che il piccolo aveva ingerito un accendisigari. L’oggetto è poi è stato estratto con l’aiuto di apposite pinze mediche.

Leggi anche: Bimba muore soffocata dal orsacchiotto

I medici hanno salvato il bambino in extremis

I medici hanno provato a salvare il piccolo con manovre di disostruzione delle vie aeree, con diversi colpi tra le scapole. Dopo vari tentativi, l’equipe del Pronto Soccorso è riuscita a salvare il bimbo, che ha ripreso conoscenza. Il bambino, dopo aver ripreso a respirare, è stato trasferito al Policlinico di Modena: il bimbo si trova tuttora in ospedale in prognosi riservata.

bambino malato

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *