Donna in gravidanza

Sintomi gravidanza: cosa succede i primi giorni

Gravidanza: quali sono i primi sintomi

Se stai cercando un bambino, sei tesa ad ascoltare il tuo corpo e scovare i sintomi di una gravidanza, come la sensazione di nausea, una maggiore sensibilità agli odori, o una particolare stanchezza. Se, invece, non l’hai pianificato, potresti scambiare i primissimi sintomi di gravidanza con quelli di una banale influenza, o con l’arrivo del ciclo. I sintomi della gravidanza cambiano da donna a donna, e possono essere diversi in ogni gestazione. In attesa di sottoporti ad un test di gravidanza, puoi prestare attenzione alle tue abitudini alimentari, evitare fumo e alcool e, perchè no, chiedere al tuo medico se è il caso di iniziare ad assumere acido folico.
Ecco, nel dettaglio, quali sono i sintomi di inizio gravidanza.

Primi sintomi gravidanza: mal di pancia

I sintomi della gravidanza nei primi giorni possono confondere. La futura mamma, infatti, può sperimentare un mal di pancia e dei crampi simili a quelli che precedono l’arrivo del ciclo.  Questi dolori possono essere causati dall’annidamento dell’ovulo fecondato nell’endometrio, la membrana che riveste l’utero. Questo fenomeno richiede circa 7 giorni per raggiungere il completamento, e può provocare dei crampi o un pò di dolore proprio a causa delle modificazioni che l’utero subisce. La coincidenza di questi tempi con quelli in cui dovrebbe verificarsi il ciclo mestruale, può facilmente trarre in inganno. Si può capire se questi dolori rivelano i primi sintomi di una gravidanza se si verifica l’amenorrea, ovvero l’assenza del ciclo mestruale oltre la data prevista.

foto sintomi gravidanza mal di pancia

Sintomi inizio gravidanza: perdite

Insieme ai crampi dovuti annidamento, si potrebbero verificare delle perdite. Spesso la presenza di queste perdite può demoralizzare la donna, che può pensare all’imminente arrivo del ciclo oppure ad un aborto spontaneo. Ciò che può far pensare che queste rappresentino dei sintomi di inizio gravidanza è l’intensità. Le perdite da impianto possono presentarsi come perdite scarse di colore rosa o marroncino. La presenza o meno di queste perdite è una condizione soggettiva, e non è necessaria per definire un corretto decorso della gravidanza. Anzi, in alcune gravidanze, la donna può sperimentare delle perdite ematiche anche ogni mese. Si parla in questo caso, di ciclo in gravidanza“false mestruazioni”.

foto test di gravidanza

Primi sintomi gravidanza: sensibilità agli odori

Molte donne si accorgono della presenza di una gravidanza da una aumentata sensibilità agli odori. Da un giorno all’altro non riescono più ad avvicinarsi al caffè o a cibi che prima adoravano. La maggiore sensibilità agli odori è un sintomo delle prime settimane di gravidanza provocato da un aumento della concentrazione di estrogeni, e sembra essere un meccanismo di difesa naturale per proteggere il feto e la futura mamma da cibi e sostanze dannosi. Infatti, sembra che le donne siano maggiormente sensibili agli odori degli alimenti facilmente deperibili, come la carne o il pesce, oppure a sostanze pericolose per il feto, come l’alcol, il caffè o la nicotina. La maggior parte delle donne accusa anche sensibilità verso gli odori forti come l’ammoniaca, oppure profumi o detergenti.

foto sintomi gravidanza sensibilità agli odori

Sintomi gravidanza: la nausea

Uno dei tipici sintomi della gravidanza è la sensazione di nausea e il vomito. Questo riflesso a rigettare il cibo, che si può presentare non solo al mattino, con le classiche nausee mattutine appunto, ma anche durante la giornata, è causato dalla concentrazione dell’ormone Beta-HCG, o gonadotropina corionica umana. La quantità e l’andamento del Beta-HCG è l’indicatore che la gravidanza è iniziata ed è in evoluzione. Alti livelli di questo ormone potrebbero essere anche dei sintomi di una gravidanza gemellare. La concentrazione di Beta-HCG, che è prodotto dalla placenta, aumenta progressivamente nell’arco del primo trimestre, per poi stabilizzarsi. Per questo la nausea tende a scemare dopo la dodicesima settimana.

Leggi anche: Nausea in gravidanza: i trucchi per sconfiggerla

foto sintomi gravidanza nausea

Sintomi prime settimane di gravidanza: le modifiche del seno

Uno dei sintomi che la futura mamma potrebbe accusare nelle prime settimane di gravidanza è la modifica del seno. Si potrebbe, infatti, sentire il seno teso e dolente. Anche questo sintomo spesso è scambiato con quello del normale turgore che si può verificare durante sindrome premestruale. Dopo qualche settimana, il seno comincia a crescere di dimensioni, e le vene risultano più in evidenza.  Anche i capezzoli cambiano; diventano più scuri e sensibili. I tubercoli di Montgomery, delle ghiandole che figurano come sporgenze sopra il capezzolo, diventano più evidenti.

foto sintomi gravidanza cambiamenti seno

Sintomi primo mese gravidanza: spossatezza

Il primo mese di gravidanza è fatto coincidere, per convenzione, con il primo giorno dell’ultima mestruazione, poichè è quasi impossibile risalire con certezza alla data del concepimento. Ancora non si possono osservare dei cambiamenti visibili, ma, in questi giorni, potrebbero manifestarsi, oltre ai disturbi che abbiamo visto, anche altri sintomi di una gravidanza. Potresti avvertire una sensazione di spossatezza, che potrebbe farti pensare ad una banale influenza. Questo senso di estrema stanchezza, che deriva dai cambiamenti metabolici a cui il corpo è sottoposto, è spesso accompagnato da giramenti di testa, vertigini e anche, a volte, da febbre.

Leggi anche: Primo mese di gravidanza: ovulazione, concepimento e test positivo

foto sintomi gravidanza spossatezza

Sintomi gravidanza: stimolo ad urinare spesso

Si pensa che lo stimolo ad urinare spesso sia tipico degli ultimi mesi di gestazione. Invece, questo può essere anche uno dei primi sintomi della gravidanza. L’elevata concentrazione di progesterone in gravidanza ha un effetto di rilassamento della muscolatura liscia della vescica, rendendo difficile lo svuotamento e provocando un ristagno dell’urina. Si potrebbe, dunque, sentire il bisogno di urinare più spesso. Questa condizione prosegue durante la gravidanza, fino a provocare, in particolare durante l’ultimo mese, episodi di incontinenza, dovuti al peso che l’utero esercita sulla vescica. Questi disturbi sono del tutto fisiologici, e tendono a risolversi dopo il parto. Nel caso in cui, invece, si sentisse una sensazione di bruciore, è bene contattare il medico.

foto sintomi gravidanza urinare più spesso

Sintomi gravidanza extrauterina

A fronte di un test di gravidanza positivo, potrebbe svilupparsi anche una gravidanza extrauterina, ovvero una gravidanza che si sviluppa al di fuori dell’utero. Questo caso, che ha un’incidenza tra l’1 e il 2% dei concepimenti, rappresenta una complicazione che mette in pericolo la salute della donna. Quali sono i sintomi di una gravidanza extrauterina? Innanzitutto si potrebbe avvertire un dolore acuto all’addome ma localizzato in uno specifico lato. Ma, ancora, si potrebbe verificare un sanguinamento vaginale, oppure un fastidio localizzato che rende la minzione più dolorosa. Anche il dolore alla spalla potrebbe presagire la presenza di una gravidanza ectopica. A volte questo disturbo è asintomatico, ed è per questo che il ginecologo verifica, al primo controllo ecografico, che l’embrione sia impiantato nel posto giusto.

foto genitori in attesa di un bambino

Gravidanza senza sintomi: bisogna preoccuparsi?

Molte donne si spaventano davanti a sintomi di gravidanza intermittenti, oppure quando i sintomi sono del tutto assenti. Non c’è motivo di preoccuparsi, perchè ogni gravidanza è a sè, e una mancanza di sintomi non è per forza il segnale che qualcosa non va. L’unico modo per accertarsi che la gravidanza è iniziata e sta proseguendo nel migliore dei modi è sottoporsi ad un esame delle urine ed un esame del sangue, oltre ai regolari controlli ecografici.

foto Sintomi gravidanza assenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *