mamma schiaffi figlio

Mamma dà due schiaffi al figlio: condannata a due anni di reclusione

Spagna, mamma dà due schiaffi al figlio di 10 anni: arrestata

Dalla Spagna arriva una sentenza che fa discutere. Una mamma ha dato due schiaffi al figlio di 10 anni che si rifiutava di andare a farsi la doccia. La donna è stata denunciata e condannata a due anni di reclusione. Il ragazzino non ha riportato conseguenze dallo schiaffo, se non un lieve arrossamento delle guance, eppure la giustizia spagnola non ha avuto dubbi: la donna merita il carcere.

In Francia dare sculacciate ai figli diventa reato

La decisione della giustizia spagnola

Secondo quanto riferito dal quotidiano La Voz de Galicia, la donna ha colpito il figlio di 10 anni con due schiaffi perché il ragazzino si rifiutava di andarsi a fare la doccia. La mamma, dopo avergli intimato di andarsi a lavare, ha iniziato con il figlio una breve discussione verbale, culminata appunto con due schiaffi che non hanno però riportato nessuna conseguenza al bambino, se non un lieve arrossamento alle guance.

schiaffi figli

La donna è stata condannata a due anni, ma i legali sono riusciti a far convertire la pena

Il tribunale provinciale di Pontevedra, nella provincia a nord-ovest della Spagna, ha catalogato il comportamento della madre come violenza domestica. Per questo motivo la donna è stata condannata a due anni di carcere.

La donna non ha precedenti penali, così i suoi legali sono riusciti a far convertire la pena da due mesi di reclusione in sei mesi di lavori in comunità. C’è però un’altra, terribile, restrizione, che i giudici hanno imposto alla mamma. La donna non può avvicinarsi a meno di 200 metri dal figlio per sei mesi.

Leggi anche: Scuola, lezioni di meditazione al posto delle punizioni

mamma condannata spagna

Leggi anche: Come comportarsi quando i figli sono ingestibili

I genitori non possono violare l’integrità fisica dei figli

“Il rimprovero a un’eventuale disobbedienza del minore non può mai giustificare l’uso della violenza che l’accusata ha esercitato”, hanno detto i giudici del tribunale provincia di Pontevedra nella sentenza. Secondo i funzionari giudiziari che hanno giudicato il caso, i genitori hanno il diritto di correggere il comportamento dei loro figli, ma questo compito “ha come limite insormontabile l’integrità fisica e morale dei bambini”. Le punizioni dei genitori non possono dunque danneggiare l’integrità fisica del bambino.

I giudici si sono rifatti all’articolo 173.2 del codice penale spagnolo che prevede una pena detentiva da sei mesi a tre anni per abusi fisici o mentali abituali di coniugi o ex coniugi, soci, discendenti, ascendenti o fratelli per natura, adozione o affinità.

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *