foto favola bella addormentata nel bosco principe

La bella addormentata nel bosco: favola, canzoni e curiosità sul film Disney

La favola della bella addormentata

La fiaba della bella addormentata nel bosco rappresenta una delle storie per bambini di maggior successo. Dalla favola originale, al cartone animato della Disney, fino al film sulla strega cattiva Malefica. Numerose sono le varianti della fiaba per bambini e la principessa Aurora, diventa la protagonista anche di filastrocche, balletti e dipinti. Una storia di magia, di amore e di speranza. Una morale profonda e importante da raccontare ai bambini di ogni età e da ricordare da adulti, quando la fretta rischia di far dimenticare le cose realmente importanti.
Video, poesie e curiosità su una delle favole per bambini più amate tra i cartoni Disney.

La bella addormentata nel bosco: tra racconti popolari e favole della tradizione

La favola della bella addormentata nel bosco, nella sua versione originale, è stata scritta da Charles Perrault ed è stata pubblicata per la prima volta nel 1967 all’interno della raccolta “I racconti di mamma l’Oca”, insieme ad altre fiabe per bambini famose tra cui Cenerentola, Il gatto con gli Stivali e Cappuccetto Rosso.
La storia de La bella addormentata prende spunto da numerosi racconti della tradizione popolare ma ne rivede il senso profondo, considerato dall’autore inadatto per il pubblico a cui la favola doveva essere rivolta.
La fiaba della principessa addormentata nel bosco viene ripresa e rielaborata dai fratelli Grimm che cambiano il titolo della storia e la pubblicano nel 1812 come “Rosaspina“.
La versione più conosciuta della favola della bella addormentata è senza dubbio quella del cartone animato Disney, uscita al cinema nel 1959 e festeggia quest’anno i 60 anni.
La bella addormentata rappresenta il sedicesimo film della Disney e resta ancora oggi uno dei cartoni animati più apprezzati soprattutto dalle bambine.

Leggi anche: Hänsel e Gretel: la storia, le filastrocche e le origini

foto favola bella addormentata nel bosco

La bella addormentata nel bosco: la storia per bambini

La storia per bambini della bella addormentata resta uno dei capolavori della letteratura. Una fiaba per bambini che ha tutti gli ingredienti che ne decretano il successo: re e regine, castelli, una bella principessa e il suo principe azzurro, la strega cattiva, le fatine, la magia, la vittoria e l’amore.
Una favola che non solo resta nel cuore delle bambine di oggi ma che fa sognare ancora anche le mamme che hanno guardato il romantico cartone animato quando erano piccine.
Ecco la storia della bella addormentata nella versione del celebre successo Disney.

In un regno lontano, il re Stefano e la sua bella regina, diedero alla luce una principessa a cui diedero il nome Aurora.
Per il battesimo della principessa Aurora, vennero invitati tutti i sudditi del regno, il re Uberto, sovrano di un regno amico e suo figlio, il principe Filippo a cui già era stata promessa in sposa la principessa Aurora.
Alle tre fatine Flora, Fauna e Serenella venne assegnato il compito di madrine di Aurora.
All’improvviso, mentre le tre fatine stavano consegnando i doni alla principessa Aurora, la strega Malefica comparve nella stanza, arrabbiata e delusa per non essere stata invitata. Per questo motivo, la strega cattiva lanciò una maledizione sulla piccola Aurora: “Prima che il sole tramonti sul suo sedicesimo compleanno, ella si pungerà il dito, con il fuso di un arcolaio e morrà”. La fatina Serenella, che ancora non aveva consegnato il suo dono alla principessa, pur non potendo annullare l’incantesimo di Malefica, lo trasformò: la principessa Aurora non sarebbe morta ma si sarebbe addormentata fino a che il bacio del vero amore non l’avrebbe risvegliata.
Re Stefano ordinò di bruciare tutti gli arcolai del regno e affidò la principessa Aurora alla cura delle tre fatine che la nascosero nel bosco per 16 anni, chiamandola Rosaspina.
La sera del suo sedicesimo compleanno, sicure di aver ormai scampato la maledizione della strega Malefica, le tre fatine riportano la bella Aurora al castello, per riconsegnarla ai suoi genitori. Ma con un tranello Malefica riuscì ad attirare la principessa in un nascondiglio e con l’unico fuso ancora presente a corte, le punse il dito e la fece cadere in un sonno profondo.
Le tre fatine, dopo aver scoperto il tranello della strega Malefica, si ricordarono che la bella addormentata aveva conosciuto poco prima un ragazzo di cui si era innamorata. Il ragazzo era proprio il principe Filippo. Trovato il principe azzurro e portato dalla principessa Aurora, il bacio del vero amore riuscì a svegliare la bella addormentata e a restituire al regno la principessa Aurora.

foto favola bella addormentata nel bosco fatine

Racconti per bambini: la morale della favola della bella addormentata nel bosco

La morale della bella addormentata è contenuta proprio nel suo finale. La fiaba si presta a numerose interpretazioni e la morale della favola per bambini può essere doppia. Quella più evidente è che la felicità premia chi sa aspettare. Il sonno della bella addormentata, che in alcune versioni della fiaba dura addirittura 100 anni, rappresenta la pazienza che alla fine viene ricompensata con l’arrivo del principe azzurro e del vero amore, sconfiggendo l’invidia e la negatività della strega Malefica. La morale della favola più nascosta, invece, è quella che è contenuta anche nella di favola di Biancaneve: il passaggio dall’infanzia spensierata all’adolescenza, considerata come un lungo sonno, un periodo cupo e triste che ha bisogno di un aiuto esterno e dell’amore per risvegliarsi e restituire la felicità.

Leggi anche: Le Principesse Disney sono diseducative: l’allarme arriva dagli Stati Uniti

foto favola bella addormentata nel bosco aurora

La bella addormentata: le filastrocche per bambini

La bella addormentata nel bosco rappresenta una delle principesse Disney più amata dalle bambine.
E anche il nome Aurora, in Italia, è uno dei nomi più diffusi e più eleganti per una figlia femmina.
La favola della bella addormentata fa ancora sognare: la magia, il principe azzurro, la principessa dai lunghi capelli biondi sono tutti elementi che rendono questa fiaba per bambini una delle più apprezzate.
Oltre al cartone animato Disney e al film sulla strega cattiva Malefica, esistono alcune filastrocche dedicate alla bella addormentata nel bosco.
La prima filastrocca per bambini dedicata alla Bella Addormentata è quella di Gianni Rodari.

Le favole dove stanno?
Ce n’è una in ogni cosa:
nel legno del tavolino,
nel bicchiere, nella rosa.
La favola sta lì dentro
da tanto tempo, e non parla:
è una bella addormentata
e bisogna risvegliarla.
Ma se un principe, o un poeta,
a baciarla non verrà,
un bimbo la sua favola
invano aspetterà.

Ecco un’altra filastrocca sulla principessa Aurora:

Ti è mai stata raccontata
la storia della bella addormentata?
Di colei ch’ebbe per madrine
tre simpatiche fatine.
Ella nacque di buon’ora
e così fu chiamata Aurora.
Flora le diede una carezza
poi le donò la bellezza
mentre Fauna per incanto
le regalò il bel canto.
Serenella tutt’a un tratto
si girò come di scatto
e ciò sai si spiega
con l’arrivo della strega
che si era arrabbiata
per non esser stata invitata!
Sulla bimba così ha gettato
un maleficio esagerato!
Ecco cosa lei predisse
che con un fuso poi morisse.
Serenella, dispiaciuta
con la bacchetta è intervenuta
dicendo che invece di morire
ella poteva solo dormire!
Re Stefano allora ordinò
che con tutti i fusi si facesse un falò.
Le fatine molto in fretta
portarono Aurora in una casetta
e la crebbero per anni là
in estrema povertà
finché un giorno assai maledetto
uscì della polvere magica dal caminetto.
Malefica così scoprì il nascondiglio
furiosa disse: «Mò le piglio!».
Aurora dovette presto scappare
per non farsi ancor trovare.
Tuttavia fu catturato
dalla strega, il suo fidanzato.
Mentre Aurora impaurita corre
e si rifugia su una torre.
«Sono agitata e innervosita
mi son punta anche le dita!».
Disse questo ormai cadendo
perché stava già dormendo!
E rimase addormentata
finché il principe non l’ebbe baciata!

Leggi anche: Gianni Rodari filastrocche e poesie: le più belle

foto favola bella addormentata

La bella addormentata: le canzoni più belle del cartone Disney

Il film di animazione Disney è diventato famoso anche per le sue colonne sonore. Un’insieme di brani scritti apposta per essere cantati dalle bambine. Molte delle musiche del cartone animato per bambini riprendono quelle scritte da Cajkovskij per il famoso balletto.
La più famosa è sicuramente la canzone dell’incontro nel bosco tra la principessa Aurora e il principe Filippo, con la celebre strofa dedicata all’attesa dell’amore vero:

Anche se nei sogni
è tutta illusione e nulla più
il mio cuore sa
che nella realtà
a me tu verrai
e che mi amerai
ancor di più.

Ma non può essere dimenticata nemmeno la sigla che apre il cartone della storia per bambini.
Nei video che seguono, le canzoni più famose de La bella addormentata nel bosco della Disney.

Favole per bambini: i video della bella addormentata

È davvero bello poter condividere con i propri bambini i cartoni animati che hanno fatto sognare le mamme quando erano bambine. Sicuramente la bella addormentata nel bosco è tra le fiabe più romantiche della tradizione.
Insieme alla principessa Aurora abbiamo sognato l’arrivo del principe azzurro e di vivere felici e contente in un castello vicino al bosco.
Ecco una serie di video per bambini sulla storia della bella addormentata, per guardarli insieme come favola della buona notte, e alcune scene celebri del film Disney.

La bella addormentata nel bosco: il film Maleficent

Nel 2014, al cinema esce Maleficent, rivisitazione in chiave moderna della fiaba della bella addormentata. Nel film il personaggio principale non è più la principessa Aurora bensì la cattiva strega Malefica, interpretata da Angelina Jolie. Rispetto al cartone animato Disney, il film restituisce un’immagine di Malefica molto più umana e positiva. Quella di una donna tradita dall’amore della sua vita, un uomo che sceglie il potere e la ricchezza anziché l’amore. Malefica medita una feroce vendetta e pensa a come poter fare del male all’uomo che l’ha tradita, facendogli passare lo stesso dolore: togliergli il suo amore più grande, la principessa Aurora, sua figlia. La maledizione di Malefica ricalca quella del film Disney, ma al contrario del cartone animato, nel film Malefica segue Aurora per tutti i sedici anni in cui le tre fatine la nascondono nel bosco. Solo la principessa Aurora sa dell’esistenza di Malefica, che la aiuta e la protegge come se fosse sua figlia. Nonostante l’affetto che piano piano cresce in Malefica, la strega cattiva non può annullare il suo incantesimo e il giorno del sedicesimo compleanno della Bella Addormentata, Aurora si punge col fuso di un arcolaio e si addormenta. Malefica corre alla ricerca del principe Filippo, per svegliare la bella addormentata ma il bacio del principe azzurro non sortisce l’effetto sperato. Distrutta dal dolore per quella ragazza che ormai considera come sua figlia, la strega Malefica si china sul letto della bella addormentata e chiedendole perdono per aver scagliato la vendetta su di lei anziché sul suo amore perduto, la bacia sulla fronte. La principessa Aurora si sveglia, dando un significato tutto nuovo al vero amore: non quello di un principe azzurro che arriva all’improvviso, ma quello di una madre che cresce una bambina non sua come se lo fosse.

La bella addormentata: il balletto

La storia della bella addormentata si è prestata nel tempo a diverse declinazioni: la più famosa è senza dubbio il balletto su musiche di Cajkovskij, del 1890. Le musiche del compositore sono le stesse riprese poi da Walt Disney nel suo celebre cartone animato.
Una delle più famose interpretazioni del balletto è senza dubbio quella che vede protagonisti Rudolf Nureyev nel ruolo del principe Filippo e Carla Fracci nel ruolo della principessa Aurora, come visibile in basso. La stessa coreografia di Nureyev è stata di recente riportata in scena da Roberto Bolle, come si può vedere nel filmato che segue, e il balletto della Bella Addormentata è ancora oggi uno dei più richiesti e seguiti nei teatri di tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *