foto storia cappuccetto rosso

Favole per bambini: cosa insegna Cappuccetto Rosso

Cappuccetto Rosso: la fiaba per bambini e la morale

Cappuccetto Rosso è sicuramente tra le favole per bambini più conosciute e amate. Le femminucce si impersonificano nella bambina con il mantello rosso, i maschietti aspettano con eccitazione il lupo cattivo o l’arrivo del cacciatore.
La storia di Cappuccetto Rosso è ricca di quegli elementi che tutti cercano nelle storie per bambini: l’avventura, la paura e il lieto fine.
Ma cosa si nasconde dietro al racconto per bambini? Qual è il suo significato? Qual è la morale della favola di Cappuccetto Rosso?
La realtà è che la fiaba di Cappuccetto Rosso si presta a numerose interpretazioni e non ha una sola morale. E non solo i bambini hanno qualcosa da imparare da Cappuccetto Rosso, ma anche i genitori.
Scopriamo insieme i cinque significati della favola per bambini più conosciuta e amata.

Favola di Cappuccetto Rosso: tra racconto per bambini e tradizione

Cappuccetto è una delle favole per bambini più amata.
La versione più conosciuta è senza dubbio quella dei Fratelli Grimm, il cui finale è stato addolcito per renderlo adatto ai bambini. Ma esistono numerosissime varianti della storia di Cappuccetto Rosso. Addirittura viene messa in discussione anche la sua origine nella raccolta di fiabe per bambini “I racconti di mamma Oca” di Charles Perrault. Nei racconti per bambini di Perrault, Cappuccetto Rosso compare insieme a numerose altre favole tra cui Cenerentola, La bella addormentata nel bosco e Il gatto con gli stivali.
Ma della favola di Cappuccetto Rosso sono state trovate tracce in scritti precedenti a quelli della raccolta di fiabe di Perrault.
Non solo il racconto in latino trovato in un monastero in Belgio, che sembra essere in assoluto il più antico e già prende spunto da fiabe della tradizione popolare locale, ma anche numerosi aneddoti in giro per il mondo usati come favole della buonanotte per generazioni e generazioni di bambini. Anche in racconti per bambini di Asia e Africa si trova una bambina protagonista, avvolta in un mantello rosso, che deve stare attenta ad una belva feroce (a volte un lupo cattivo, altre una tigre o un altro animale tipico della fauna locale).
Ma qual è il senso di questi racconti tutti simili a Cappuccetto Rosso? Dalla fiaba di Cappuccetto Rosso si possono trarre almeno 5 insegnamenti.

Leggi anche: Cappuccetto Rosso: video, canzoni e curiosità sulla favola per bambini

foto favola cappuccetto rosso

Cappuccetto Rosso e il lupo, la morale: non fidarsi degli sconosciuti

Non fidarsi degli sconosciuti è chiaramente la morale della favola di Cappuccetto Rosso più evidente e conosciuta. Nonostante le apparenti buone intenzioni che il lupo cattivo presenta a Cappuccetto Rosso quando la incontra nel bosco, l’animale nasconde un piano pericoloso e crudele. Il lupo rappresenta lo sconosciuto che avvicina la bambina mentre si sta recando in luogo sicuro, la casa della nonna. E’ quasi certo che il racconto per bambini di Cappuccetto Rosso è stato inventato per sensibilizzare le ragazzine sul pericolo di fidarsi degli estranei, anche quando questi si mostrano gentili e premurosi. Ruolo importante, ma quasi mai sottolineato, spetta alla figura del cacciatore che può essere interpretata come quella dell’uomo in divisa (carabiniere o poliziotto), a cui insegnare ai bambini a rivolgersi sempre per chiedere aiuto.

Leggi anche: Hänsel e Gretel: la storia, le filastrocche e le origini

foto favola cappuccetto rosso e il lupo

Cappuccetto Rosso e il lupo: non condividere informazioni personali

Nel suo incontro con il lupo cattivo, Cappuccetto Rosso fornisce i dettagli sulla sua destinazione, la ragione del suo viaggio e il contenuto del suo cestino. Parla della nonna ammalata, di dove abita, del fatto che la nonnina si trovi a casa da sola. Questo è un errore enorme che commette Cappuccetto Rosso, dal momento che quell’informazione che sembra innocua, può essere usata da chi ha cattive intenzioni (nella fiaba si tratta proprio del lupo) per ferire lei o i suoi cari. L’insegnamento della storia per bambini è quanto mai attuale in un’epoca come la nostra, in cui la condivisione di informazioni private sui social network è un tema fortemente dibattuto e ancora più pericoloso perché difficile da controllare. E il lupo cattivo potrebbe essere chiunque.

Leggi anche: 5 regole da seguire per condividere le foto dei figli sui social

foto fiaba cappuccetto rosso e il lupo cattivo

Cappuccetto Rosso e la mamma: non disobbedire ai genitori

Obbedire ai genitori è un insegnamento molto importante che la favola di Cappuccetto Rosso diffonde tra i bambini. Una delle raccomandazioni della mamma di Cappuccetto Rosso, quando la bambina esce di casa per andare dalla nonnina, è proprio quello di fare attenzione quando attraversa il bosco e di non allontanarsi mai dalla strada principale perché avrebbe potuto incontrare il lupo cattivo.
Questa raccomandazione, nel corso del racconto, viene dimenticata da Cappuccetto Rosso che, ingenua e senza la capacità di vedere il pericolo, cade nella trappola del lupo prendendo la scorciatoia che le viene suggerita dallo sconosciuto.
La storia per bambini, spesso usata come favola della buonanotte, ha proprio l’obiettivo di ripercorrere quanto accaduto durante la giornata e insieme al proprio bambino soffermarsi sulle raccomandazioni che i genitori fanno e che spesso i piccoli non rispettano, sottolineandone le conseguenze.

Leggi anche: Come farsi ubbidire dai bambini senza urlare

foto fiaba cappuccetto rosso

Cappuccetto Rosso e la nonna: il rapporto con i parenti

Non abbassare la guardia è il quarto insegnamento che la favola di Cappuccetto Rosso ci consegna. Purtroppo va constatato che molte violenze avvengono in luoghi conosciuti: tra le mura di casa o all’asilo. I genitori confidano in questi luoghi sicuri ma è necessario tenere sempre alto il livello di attenzione e non dare mai completamente per scontata la sicurezza dei propri bambini. Questo ovviamente non deve diventare motivo d’ansia e portare i genitori ad essere iperprotettivi o eccessivamente apprensivi. Ma la fiaba di Cappuccetto Rosso ci insegna che anche dietro la figura rassicurante della nonnina potrebbe nascondersi il lupo cattivo. Il racconto per bambini è l’occasione per ricordare ai genitori di osservare sempre con attenzione i propri bambini e di tenere sotto controllo l’ambiente e le persone che li circondano, dando importanza ai dettagli che insospettiscono, per accorgersi se qualcosa non va. Senza per questo diventare però eccessivamente scettici o insicuri. Semplicemente mettendoci la giusta consapevolezza.

Leggi anche: Nonna e nipote, amore unico: la presenza della nonna aiuta a crescere meglio

foto favola cappuccetto rosso e la nonna

Storia di Cappuccetto Rosso: un insegnamento per i genitori

L’ultimo spunto di riflessione che si trova all’interno della favola per bambini è che spesso, soprattutto oggi, i genitori tendono a considerare i bambini già grandi. Gli affidano compiti di responsabilità e li spingono verso un’autonomia e un’indipendenza precoce. Aiutare un bambino ad imparare a prendersi in carico piccoli compiti e a gestire le proprie mansioni è senza dubbio un aspetto educativo molto importante. Ma attenzione a non esagerare. La mamma manda Cappuccetto Rosso da sola dalla nonnina, attraverso un bosco. Si raccomanda di non lasciare la strada maestra ma non può dare così per scontato che una bambina ubbidisca, tant’è che Cappuccetto Rosso non lo fa. Questa parte della storia è chiaramente un’esagerazione: nessuna mamma manderebbe una bambina piccola da sola in un bosco. Ma il senso della fiaba è proprio quello che spesso i genitori tendono ad affidare ai propri bambini compiti e responsabilità eccessive che richiederebbero sempre la loro supervisione. I bambini, anche quelli che sembrano più grandi e maturi e che sarebbero in grado di “attraversare il bosco”, non hanno la capacità di vedere il pericolo se non è palese, di capire cosa si nasconde dietro ai consigli apparentemente amorevoli di un lupo cattivo.
Quindi aiutare i bambini a crescere e a diventare indipendenti sì, ma senza fretta e senza trascurare i possibili pericoli che loro non potrebbero mai riconoscere.

Leggi anche: Pinocchio Disney: i segreti sul finale, il naso, la Fata Turchina e il Grillo

foto cappuccetto rosso morale della favola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *