7 consigli per favorire lo sviluppo del linguaggio nei bambini

Come favorire lo sviluppo del linguaggio nel bambino

Il linguaggio è un meraviglioso processo di apprendimento che avviene in maniera del tutto spontanea nel bambino. In ogni caso però i discorsi tra mamma e figlio, fin dalla nascita, sono fondamentali. Infatti, il bambino impara a parlare anche grazie alle stimolazioni dei più grandi. Ecco dunque che risulta interessante sapere come è possibile favorire lo sviluppo nei bambini. Di seguito 7 pratici consigli da seguire.

Sviluppo del linguaggio

parlare bambino
Il bambino impara a parlare grazie agli stimoli che provengono dall’esterno. Ma quando inizia a parlare? A che età? A partire dai 12 mesi il piccolo inizia a pronunciare le sue prime parole per poi continuare all’incirca ogni mese ad arricchire il proprio vocabolario. In questa fase il lavoro svolto dai genitori è importante. Ecco quindi 7 consigli per loro, utili a favorire lo sviluppo del linguaggio dei propri figli.

LEGGI ANCHE: Il riposino pomeridiano aiuta i bambini a parlare meglio

1. Parlare tanto con i figli

foto_parlare_al_bambino
Fin dalla nascita è fondamentale parlare con i propri figli. I genitori devono parlare tanto con loro, senza mai pensare che il bambino non sia ancora in grado di capire. Dunque è bene chiacchierare con loro di qualsiasi cosa, anche descrivere ciò che si sta facendo può essere utile. Ecco che un momento come il cambio del pannolino o della pappa può diventare un ottimo momento per favorire il linguaggio.

2. Nominare gli oggetti

Per stimolare il linguaggio è bene nominare gli oggetti in qualsiasi momento: ad esempio mentre si vedono delle immagini di un libro o mentre il bambino indica proprio quell’oggetto. Evitare però di anticipare il bambino se è proprio lui che sta cercando di nominare qualcosa. E se dovesse sbagliare la pronuncia, è bene riproporre la parola correttamente ma senza insistere nel farla ripetere.

3. Raccontare la propria giornata

parlare ai bambini
Instaurare un vero e proprio dialogo con il proprio bambino è fondamentale. Raccontare e farsi raccontare è un modo per stimolarlo a parlare di più. Ecco dunque che la sera può scattare la fatidica domanda “Come è andata oggi?”. Spesso però riceviamo semplicemente risposte secche come “tutto ok” o “bene”. In questo caso è bene non assillare il bambino con troppe domande e magari giocare d’anticipo raccontando la propria di giornata. Parlando di ciò che è accaduto in ufficio o al supermercato, rientrando a casa, forse il bambino spontaneamente dirà qualche parolina in più su ciò che ha vissuto durante il giorno. Dunque raccontare le proprie avventure può risultare una strategia per farsi raccontare la giornata dai propri figli.

LEGGI ANCHE: Leggere un libro ai bambini favorisce lo sviluppo del linguaggio

4.Parlare in modo chiaro e semplice

Un altro modo per aiutare i bambini a parlare è quello di usare con loro un linguaggio chiaro e semplice. Frasi troppo complesse, giochi di parole sono da evitare. Meglio invece usare frasi semplici ma comunque complete. Ad esempio, invece di dire solo “acqua?” per chiedere se il bambino ha sete, esprimiamoci dicendo “Vuoi dell’acqua?”. E soprattutto cerchiamo di non commettere l’errore di usare l’espressione “brum brum” per indicare una macchina o “bau bau” per un cane. È bene denominare le cose e gli animali con il nome che hanno.

5.Vocabolario ricco


A frasi semplici e chiare va abbinato un vocabolario ricco di parole. Il bambino imparare principalmente per imitazione dunque non abbiate il timore di usare parole nuove con loro. Al massimo se vi dovessero chiedere cosa significhi quella parola, basta rispondere facendo capir loro cosa intendete dire.

6.Non correggere gli errori

Mai dire ad un bambino “no, non si dice così” e soprattutto mai chiedere ad un bambino di ripetere bene ciò che ha pronunciato male. Può capitare che il bambino non pronunci bene qualche parola, in questo caso basta ripetere correttamente ciò che intende dire senza dirgli direttamente che sta sbagliando.

7.Attenzione al tono di voce

foto_rimproverare
I bambini sono attirati da chi parla in maniera dolce e divertente, mentre temono toni alti di voce. Quindi se si sta cercando di parlare con un bambino, per instaurare un buon dialogo con lui, è bene prestare attenzione al proprio tono di voce.

Sono un'educatrice per l'infanzia. Adoro i bambini ed il loro fantastico mondo. Lavoro attualmente in un asilo nido ed ho ampia esperienza nel campo dell'animazione e dei servizi ricreativi in generale. Pronta per iniziare anche quest'avventura con Passione Mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *