foto allattamento

Allattamento: rimandare il primo bagnetto aiuta

Allattamento al seno e primo bagnetto: le cose da non fare

Lavare un neonato è sbagliato? In alcuni casi si! Questo è il risultato di una ricerca che farà sussultare in molti. In realtà sembrerebbe che ritardare il primo bagnetto di un bambino favorirebbe l’allattamento. È proprio così e a dirlo è la ricerca.
Uno studio condotto negli Stati Uniti confermerebbe che evitare di pulire subito un neonato dopo il parto agevolerebbe l’allattamento al seno. Una pratica che spesso nei primi giorni di vita di un bambino risulta complicata. La tendenza negli ospedali è in genere quella di lavare quasi subito il bambino. Nel caso di un parto cesareo il bagnetto precede addirittura il primo incontro tra la mamma e il figlio. Con il parto naturale invece le mamme sono più fortunate e possono stringere il piccolo subito, ma solo per pochi minuti. La ricerca però potrebbe rivoluzionare questa pratica.

Ritardare il primo bagnetto favorisce l’allattamento, lo dice la ricerca

Secondo uno studio condotto nel Cleveland Clinic Hillcrest Hospital, pubblicato sul Journal for Obstetrics Gynecologic and Neonatal Nursing, la pratica di fare il primo bagnetto a un neonato a pochi minuti dal parto potrebbe essere sbagliata. La ricerca è stata svolta su un campione di 1000 mamme e altrettanti neonati. Di questi bambini, 448 sono stati lavati poco dopo la nascita, mentre 548 hanno ricevuto il primo bagnetto 12 ore dopo il parto. I risultati della ricerca sono stati sorprendenti. Nel campione che non ha avuto subito un contatto con acqua e sapone c’è stata una percentuale superiore di successo con l’allattamento al seno. Il tasso di allattamento era del 10% in più rispetto al primo gruppo di neonati.

Leggi anche: Bagnetto neonato: 10 errori da evitare

foto bagnetto neonato

Allattamento favorito se si ritarda il primo bagnetto. I risultati della ricerca

La ricerca statunitense ha confermato che ritardare il primo bagnetto di un neonato favorisce l’allattamento al seno e questo per due motivi. Il primo è che l’odore del liquido amniotico, in cui il bambino è immerso per nove mesi, è molto simile a quello del seno materno. Il secondo è che posticipare il lavaggio a dodici ore dalla nascita permette al neonato di stare a contatto con la pelle della madre più a lungo. Questa vicinanza permetterebbe al piccolo di mantenere una temperatura corporea più stabile, evitando di essere infreddolito dopo il lavaggio. Di conseguenza i neonati, in cui il primo bagnetto è stato fatto subito, risultavano più stanchi e meno reattivi con l’allattamento. L’autrice dello studio, Heather DiCioccio, ha sottolineato che, alla luce dei risultati della ricerca, la prassi nell’ospedale di Cleveland è ora quella di ritardare il primo bagnetto. Anche l’organizzazione mondiale della sanità è dello stesso avviso. In base quanto riportato dall’OMS infatti il primo bagno dovrebbe essere effettuato dopo 24 ore dalla nascita.

Leggi anche: Rimanere incinta durante l’allattamento è possibile?

foto allattamento bambino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *